shop etsy
mi trovi su
da leggere
l’album

Tutorial quaderno ad anelli – ricettario

Oggi riprendiamo, dopo la pausa estiva, gli appuntamenti con i tutorial giraffici: progetti semplici, alla portata di tutte le sartine o aspiranti tali, spiegati passo passo.

Questa volta realizziamo insieme un ricettario rivestendo un quaderno ad anelli; avrete sicuramente un cassetto pieno di ricette da sistemare, o sbaglio? Non vi resta che procurarvi il materiale e… Cominciare a cucire!

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare il dolcetto;

un pezzettino di carta per adesivare

2 pezzetti di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto (io in questa versione ho usato fantasie diverse, ma siete libere di usare la stessa stoffa per i pezzi diversi dal lino… Se non vi va di usare il lino potete ottenere un risultato altrettanto buono sostituendolo con una cotonina. Create gli abbinamenti che più vi piacciono!)

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il dolcetto in applichè centrando il disegno sul pezzo di lino più piccolo; rifinite a punto festone con il colore che più vi piace (io do per scontato che sappiate fare l’applichè con la carta adesivata; se così non fosse, e voleste ricevere spiegazioni proprio dalla sottoscritta, scrivetemi!).

Per scaricare il bellissimo disegno del dolcetto disegnato dalla mia amica Rosi La Riccia apposta per me (voi), cliccate qui!

Riposizioniamo il taglio di lino con il dolcetto al suo posto ed iniziamo ad assemblare le diverse stoffe. Cominciamo dai due pezzi più piccoli (rossi) che abbiamo posizionato sopra e sotto il lino con il dolcetto: sovrapponiamoli diritto contro diritto (attente all’orientamento della stoffa!) e cuciamo a distanza piedino (o,6 cm!).

Stiriamo bene sia sul davanti che sul retro, aprendo bene le cuciture.

Ora cuciamo, sempre sovrapponendo i due pezzi di stoffa diritto contro diritto e mantenendo la distanza piedino, il pezzo appena ottenuto con il rettangolo verde che nella prima foto trovate tutto a destra.

Procediamo nello stesso modo con tutte le stoffe alla sinistra del dolcetto; una volta completata la nostra striscia stiriamola bene.

Misuriamo la lunghezza complessiva della striscia e tagliamo la fliselina (avevamo un taglio alto 33 cm) della stessa lunghezza meno 1 cm. Stiriamo la fliselina sul retro della striscia di stoffa, facendo attenzione a non formare delle pieghe.

Mentre lasciamo raffreddare la fliselina (meglio sarebbe farla riposare qualche ora, ma vedete voi se siete in grado di resistere), recuperiamo il pezzo (giallo) da 34 x 38 cm che abbiamo tenuto da parte e facciamo uno zig zag sui lati lunghi 34 cm (attenzione, nella foto la stoffa vi sembrerà quadrata, ma voi fidatevi delle dimensioni che vi ho scritto, quindi 34 x 38 cm).

Riprendiamo la nostra striscia: pieghiamo ciascun lato corto per circa un cm e stiriamolo bene.

Facciamo una cucitura sul fronte, a distanza piedino, lungo tutta l’altezza; stessa cosa sul lato opposto.

Attenzione ora: posizioniamo la striscia sull’asse da stiro, con il lato diritto verso di noi. Appoggiamoci sopra il quaderno ad anelli aperto e ripieghiamoci sopra i due lati corti della striscia. Dobbiamo fare in modo che i due pezzi indicati dalle frecce siano larghi uguali, quindi facciamo scorrere leggermente il quaderno sulla stoffa e misuriamo finchè non siamo soddisfatte.

A questo punto stiriamo leggermente per segnare la piega, sfiliamo il quaderno e sovrapponiamo il pezzo di stoffa gialla con il diritto verso il basso ed il retro verso di noi. Spilliamo generosamente e cuciamo a distanza piedino entrambi i lati lunghi, senza interruzioni.

Togliamo gli spilli e tagliamo i 4 angoli a filo della cucitura.

Risvoltiamo, prestando particolare attenzione a far uscire bene gli angoli e stiriamo sia il fronte…

che l’interno.

Non ci resta che infilare il quaderno, con cautela, un po’ per lato… Ed ecco pronto il nostro ricettario!

Buon cucito a tutte e se proprio non vi piace cucinare e non avete ricette da riordinare… tornate a trovarmi fra un paio di giorni per una nuova versione del copriquaderno 😉

 

11 risposte a Tutorial quaderno ad anelli – ricettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

contatti
Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio
Le mie stoffe