shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

Aiuto, siamo stati gnappettizzati!!

Qualche settimana fa ho festeggiato il mio… ehm… secondo compleanno da mamma; per festeggiare la felice ricorrenza, la mia amica squinternata, nonchè Zia Pazza di mia figlia, ha ben pensato di gnappettizzare tutta la mia famiglia. Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeehhhhhhhhhhhhhhhhhhh? Diranno quelli di voi che ancora non conoscono le Gnappette; “fortunata te!” diranno tutti gli altri 😉

Le Gnappette sono una scoperta recente, anzi, più che di scoperta parlerei di folgorazione! In parole poverissime, si tratta di caricature disegnate da una talentuosa ragazza, che le utilizza per personalizzare quaderni, agende, cuscinetti, spille, borse, quadretti, ecc. Ma il processo di gnappettizzazione è qualcosa di più, come si legge nel certificato allegato al quadro ricevuto: è la trasformazione in dei personaggi fantastici, allegri e fantasiosi, caratterizzati, grazie all’indicazioni della persona che ha richiesto la gnappettizzazione, dai tratti somatici e dalle passioni proprie del soggetto originale.

Noi tre siamo stati gnappettizzati in blocco, io con il mio vestitino in stile patchwork e l’ago in mano, Beatrice con i suoi radi capelli chiari, un simpatico vestitino ed il soprannome per cui il nonno finirà in casa di riposo molto presto (per averlo inventato) e la Zia Pazza al manicomio (per aver continuato insistentemente ad usarlo), il Giraffo con il suo sguardo attento (ehm…) e lo smartphone sempre in mano, il tutto su un bel paesaggio che ricorda tanto “la nostra casa di campagna” (e in parte una coperta patchwork, ma la mia è deformazione personale!).

Se dopo aver letto questo post il vostro unico desiderio è quelo di gnappettizzare voi stessi o i vostri cari, cliccate senza indugio qui per conoscere meglio il mondo delle Gnappette o qui per vedere tutti gli oggetti che possono riprodurre la vostra trasformazione. Buona scelta!

Lovebugs: un amore di corredino

Completo la carrellata di questa settimana sui nuovi corredini per bambine con una collezione incentrata sull’amore: siamo o non siamo a San Valentino? Ed infatti il tema di questa collezione ruota proprio intorno ai messaggi d’amore, le “valentine” tanto desiderate dai miei adorati personaggi dei Peanuts: ci sono degli inediti postini (ranocchie, coccinelle e farfalline) tutti presi dalla consegna di importantissime bustine, una fantasia tutta fiori e cuori e dei coordinati zeppi di romantiche bustine e di scritte “love” che si attorcigliano come i fili del telefono.

Abbiamo cucito bavaglini e sacchettini nelle varie combinazioni di fantasia e di colore… Ci piacciono un sacco!

E dato che queste stoffe sono troppo belle, le abbiamo utilizzate anche i vestitini della collezione primavera estate… Presto su queste pagine! (Il fotografo è un po’ indietro, ma il reparto sartoria sta cucendo alla grande!)

Questa collezione è più versatile di quanto non sembri a prima vista: se l’avete giudicata come “roba da bambini”, ricredetevi! Guardate questo bellissimo abbinamento di grigio e rosso e ditemi se questa sacca non è perfetta per voi o per la vostra amica del cuore, come portabiancheria o come contenitore da utilizzare in bagno, oppure ancora nella borsa della palestra.

Se desiderate una delle mie creazioni potete andare sulla pagina Etsy oppure mandarmi una mail; se invece siete state, e vi capisco, folgorate dai colori e dalle fantasie della collezione Lovebugs, la trovate su Patchworkvictim!

Unicorni e principesse per i nuovi corredini

Ve ne avevo promessi una serie e rieccomi qui, continuo con il giro di presentazione dei nuovi coordinati per festeggiare l’arrivo delle vostre splendide principesse. Oggi vi mostro due nuove stoffe, stucchevoli al punto giusto, che abbiamo usato per rinnovare la sezione corredini, ma che presto vedrete anche in altre declinazioni.

Protagonisti di questa serie sono gli unicorni, disegnati nei toni del rosa e del lilla; fanno tanto mio-mini-pony, molto amati dalle bambine della mia generazione, che scopro essere ancora di gran moda (evviva!).

La collezione ritrae anche delle simpatiche principesse, che abbiamo utilizzato per i bavaglini; non poteva mancare un degno coordinato, pieno di coroncine.

Per la serie… Più principesco di così non si può! Come sempre, se desiderate prenotare un corredino per una piccola principessa, scrivetemi! Se invece le vostre principesse nel frattempo sono diventate delle reginette, non disperate, nella collezione primavera estate ci saranno degli abitini cuciti con queste fantasie… Rimanete connesse!

Nuove fantasie per corredini da bambina

Buongiorno! Se il tempo mi assiste, avrei in programma una serie di brevi post di presentazione dei nuovi corredini per bambina; nelle ultime settimane sono infatti arrivate tantissime nuove stoffe e ci siamo scatenate nel cucire bavaglini e sacchetti, curiose di provare le fantasie e gli abbinamenti.

Ve lo dico subito, pendiamo spudoratamente dalla parte delle bambine, ma non è tutta colpa nostra! Delle tante stoffe ordinate quelle rosa erano subito disponibili, mentre per quelle da maschietto ci toccherà aspettare ancora un po’… Ma ci rifaremo, promesso!

Oggi iniziamo con un classico, ovvero la nuova serie delle bambine di Ann Kelle, famosa disegnatrice di stoffe per Robert Kaufman. Dopo ballerine, principesse, fatine e sirenette, questo è l’anno del “cosa farò da grande?”; le bambine giocano ai mestieri dei grandi, travestendosi in tanti modi diversi.

Per la fascia del sacchetto l’abbinamento è stato facile, con questi pois bianchi su fondo fucsia che richiama i colori della stoffa principale.

A questi articoli base è possibile come sempre aggiungere ulteriori accessori per arricchire il corredino, come gli accappatoi, i sacchi nanna, o gli asciugamani personalizzati. Potete esprimere i vostri desideri o chiedere maggiori informazioni utilizzando la mail che trovate in fondo alla pagina.

Se invece vi piacciono da pazzi queste stoffe e vi piacerebbe utilizzarle al più presto, vi consiglio un giro di shopping su www.patchworkvictim.it.

A presto!

Il primo quaderno di Beatrice

Si dice che il figlio del calzolaio ha le scarpe rotte, vero? E’ proprio così! Alla richiesta del nido di avere un quaderno ad anelli per i disegni della Giraffina ho risposto con convinzione “certo”… Circa due mesi fa, ok, facciamo due mesi e mezzo. Non potevo mica portare un qualsiasi quaderno banalmente comprato in cartoleria, dopo aver sfornato tutorial su tutorial su come rivestire con la stoffa un quaderno ad anelli! Solo che prima ho deciso di aspettare quelle stoffe meravigliose che dovevano arrivare a breve e che sarebbero state perfette per questo progetto… Poi c’era la frenesia del Natale… Poi la prima influenza di Beatrice… Seguita abbastanza velocemente dalla seconda…

Al terzo richiamo del nido (hanno cercato di attribuirle un quaderno triste di qualcun altro, orrore!) ho mollato tutto e mi son messa a cucire!

Mane valeva la pena, che dite? Sarà che queste stoffe sono bellissime o che solo all’idea di riuscire finalmente a cucire qualcosa per la mia cucciola mi intenerisco, ma a me piace un sacco!

P.S. Se le stoffe vi sembrano fantastiche e volete vederle meglio, cliccate qui 😉

Completino in stile Gorjuss

Lo scorso dicembre abbiamo risposto ad una richiesta molto particolare, ma che ci è piaciuta tantissimo: vestire una bambina piccola in occasione del suo battesimo. Fin qui nulla di speciale, direte voi, basta sbizzarrirsi con pizzi e volant ed il gioco è fatto. Invece no, avevamo un desiderio molto preciso: un abito in stile Gorjuss, questo qui per la precisione.

Si sa che noi per queste bimbe abbiamo una passione sfrenata, ci siamo comprate le stoffe già lo scorso anno per sfornare dei vestitini.

Ambra è partita alla ricerca della stoffa giusta ed ha rischiato d’impazzire a far prove su prove con i pois, ma il risultato è stato davvero strepitoso!

Velluto rosso, velluto bianco per i pois, festonati uno ad uno, un piccolo pizzetto per chiudere collo, manichette e bordare la gonna.

Non potevano mancare le mutandine copripannolino abbinate ed un bavaglino a tema.

Se siete anche voi appassionate di questi personaggi vi ricordo che su Patchworkvictim trovate pannelli e coordinati della prima collezione, mentre nei prossimi mesi arriveranno le collezioni successive; per essere aggiornati e non fatevele sfuggire cliccate mi piace sulla pagina FB!

A presto!

365 Challenge Quilt Blocks

Buongiorno amiche, oggi vi rendo partecipi di una nuova avventura in cui mi sono buttata; si tratta di una sorta di SAL (stitching a long) mondiale, che ha per oggetto la realizzazione di un quilt patchwork bellissimo e – a prima vista – molto complicato.

Non sono già abbastanza incasinata di mio? Ho bisogno di un nuovo progetto da trasformare in poco tempo in un UFO più o meno ingombrante per i miei armadi??

La cosa che mi ha convinto subito è il fatto che il progetto sia diviso in 365 piccoli blocchi, anche molto facili (i primi, illusa…); ogni giorno si ricevono le istruzioni per cucire, appunto, il blocco del giorno, lavoro che di per sé porta via davvero poco tempo.

Così ho pensato di potercela fare e poi ho voglia di un progetto tutto mio, che prescinda da mercatini ed altre attività, ora si tratta di vedere se riuscirò a recuperare il ritardo con cui sono partita e poi tenere il passo. Intanto sabato ho scelto un po’ di stoffe: il progetto originale è sui toni del blu scuro e del beige, io ho optato per una scala di grigio scuro, con qualche pizzico di rosso.

Sono partita con ottimismo e voglia di recuperare in breve tempo, le prime piastrelle sono davvero veloci da fare, si sta quasi più tempo a scegliere i colori che non a cucire; purtroppo però ne ho fatte solo quattro prima che la Giraffina si svegliasse dal sonnellino di sabato pomeriggio e poi non ho più avuto tempo per dedicarmici… Speriamo bene!

Se vi ho fatto venir voglia di cucire, cliccate sul sito del progetto (è australiano); potete scaricare le prime piastrelle ed iscrivervi per ricevere gli invii successivi. Su facebook poi trovate sia un gruppo internazionale, dove postando i vostri blocchi con regolarità potete anche partecipare alle estrazioni di premi offerti dai negozi sponsor, ed un gruppo italiano, utile per seguire i progressi delle nostre “colleghe” ed interessante per vedere gli abbinamenti di stoffe scelti in giro per il mondo (pare che al momento ci siano 12.000 iscritte!!).

Buoni quilt a tutti!

Coccolarsi con un dolcetto

Adoro i libri, mi piace leggerli, comprarli, regalarli ed avere una bella libreria a casa; però bisogna essere realisti, da quando è nata la Giraffina non ho più letto un libro e probabilmente ci vorrà qualche anno prima di dare soddisfazione agli ultimi romanzi che giacciono ancora intonsi… Così per lo scorso Natale ho bandito ufficialmente i libri “da leggere” a favore di manuali e libri di ricette (per questi ultimi ho una vera e propria passione), che hanno il grande vantaggio di poter esser letti anche solo per 3 minuti, saltando da una pagina all’altra, e poi sono belli, anche solo da sfogliare quando non hai nemmeno due neuroni che facciano contatto fra loro.

L’ultimo arrivo nella mia biblioteca culinaria è questo

Ricette coccolose, di Chiara Pallotti e Silvia Luppi, Guido Tommasi Editore

Sull’onda dell’entusiasmo, dovuto al nuovo arrivo e/o alla ripresa di Masterchef, ho già provato un paio di ricette; la prima è sparita prima che avessi il tempo per fare una foto, il secondo esperimento si è salvato in corner poso prima dell’ultimo morso.

Ma come fanno le foodblogger? Cucinano i loro manicaretti e poi hanno subito la luce giusta, la location carina ed il tempo per fare delle bellissime foto! Vi invidio! Io invece devo supplicare il Giraffo, che però con le cose cucite se la cava, con il cibo meno, probabilmente per l’irresistibile tentazione di mangiare, invece di fotografare, quello che c’è nel piatto.

In ogni caso, questo dolce morbido di cioccolato ai lamponi e buonissimo e anche le ricette sembrano semplici ed appetitose. Inoltre è un libro bellissimo, una bella grafica e delle belle foto che vi fanno venir voglia di cucinare per la vostra famiglia, di organizzare un pranzo con gli amici o un picnic non appena ritorneranno le belle giornate primaverili.

Se lo avete anche voi ed avete provato qualche ricetta fatemelo sapere 😉

Buon fine settimana a tutti!

Un vestitino da Regina dei ghiacci

Ve li ricordate i vestitini “J. Kennedy”? A dicembre, per accontentare una bambina davvero speciale, lo abbiamo realizzato con una stoffa diversa, un vellutino a costine morbido, color azzurro ghiaccio, a cui abbiamo accostato l’elegante colletto bianco asimmetrico. La scelta del colore voleva strizzare l’occhio alla sfrenata passione delle bambine per il film Frozen e mi sa che ci siamo riuscite!

Che dite? Può andare per un’Elsa in versione “corto”? A volte lo strascico stanca… E poi con questa gonna si può fare una ruota… Da far girare la testa!

Se volete prenotarne uno, disponibile anche in versione rosa chiarissimo (sempre vellutino a costine), mandatemi una mail all’indirizzo che trovate in fondo alla pagina.

Alla prossima 😉

Ciao 2015 e grazie di tutto!

Si è appena chiuso il 2015 ed io mi sono riproposta di non fare uno di quei post pieno di buoni propositi per i prossimi 12 mesi perché tanto so che ci infilerei troppi obiettivi senza speranza. Però un saluto all’anno appena concluso lo voglio fare, perché per noi è stato bellissimo; se è vero che la più grande gioia in assoluto ce l’ha portata il 2014 con la nascita della Giraffina, quello successivo è stato l’anno della sua crescita, delle piccole grandi conquiste quotidiane, lo svezzamento, i dentini, gattonare, dire ma-ma-ma-ma-ma, scoprire la piscina ed il mare, il nido pieno di bimbi, la prima candelina, le prime gite in tre… Si fa fatica a credere che possa stare tutto in un anno!

Anche dal punto di vista creativo è stato un anno meraviglioso; può sembrare paradossale, visto che la crescita della cucciola ha relegato la Bernina al ruolo di soprammobile acchiappa-polvere, e spesso mi prudevano le mani tanto avrei voluto cucire con qualche bella stoffa nuova. Invece ho cambiato prospettiva, ho lavorato ad un progetto creativo più ampio e più importante, ho incontrato una sartina bravissima, Ambra, a cui sono riuscita ad affidare con serenità tutto quello che avrei voluto, ma non avrei mai potuto, fare io. E mentre lei cuciva km e km di punti e la Giraffina schiacciava qualche pisolino io sceglievo stoffe e lavoravo dietro le quinte a piccoli e grandi progetti che ci hanno dato soddisfazione. A fine anno poi, come vi ho annunciato recentemente, siamo anche riusciti a “chiudere il cerchio” facendo debuttare la nostra creatura virtuale, Patchworkvictim, che non smetto di riempire con nuove bellissime stoffe (forza, compratene un po’ prima che mi venga l’orticaria per non poterle cucire!).

Delle tante creazioni di questo 2015 quella a cui forse sono più affezionata sono queste maxi-maglie con il disegno in applichè, pezzo forte della prima collezione autunno-inverno della Giraffa.

Deliziose ma non troppo eleganti, uniche per i diversi accostamenti di stoffe americane con cui è realizzato l’applichè e realizzate al 100% da noi, perché anche il disegno è di Ambra.

Questa è l’edizione limitata su jersey rosa che abbiamo cucito per i nostri amici di Belle et Beau, con due varianti che ci sono piaciute tantissimo: la bambina occhialuta e la bimba con la pelle scura.

Non mi resta che dare il benvenuto a questo 2016, augurando a tutti salute, pace e creatività.

Ci sentiamo presto!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio

Le mie stoffe