shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

mostra e dimostra

Con il primo freddo spunta una Giraffa

Non pensavo sarebbe stato così difficile ritornare a scrivere dopo qualche mese di assenza da queste pagine; probabilmente, in questo periodo di totale mancanza di tempo, mi sento quasi in colpa a coltivare una passione “solo mia” e cerco di fare cose più “utili”… Anche se meno soddisfacenti!

Ma devo fare un passo indietro e raccontarvi il mio bizzarro 2016: l’anno si era aperto pieno di entusiasmo, per l’emozione di veder crescere la mia piccola Beatrice, per l’adrenalina che mi dava l’aver iniziato la nuova avventura di Patchworkvictim, per i buoni propositi su come far crescere il laboratorio di cucito creativo che iniziava a regalare belle soddisfazioni. Al culmine dell’euforia mi ero persino iscritta al progetto 365 challenge quilt block (pensando assurdamente di poter cucire un miniblocco patchwork al giorno)… E poi…

E poi mi è venuta la nausea. Mi dicevo che era impossibile, ma la sensazione era proprio quella terribilmente familiare provata esattamente due anni prima… Insomma, facciamola breve: come nel più trito dei clichè, dopo aver cercato per anni la nostra Beatrice, il nuovo membro della famiglia si è insinuato con velocità ed estrema determinazione, ha preso in ostaggio la mamma per 9 mesi ed ora è qui con me e mi lancia dei sorrisetti meravigliosi.

family

La Famiglia Giraffica in versione allargata

Ovviamente l’organizzazione familiare e lavorativa ha subito un bel po’ di cambiamenti, io non tocco la macchina da cucire da troppo tempo e come si può vedere queste pagine ne hanno risentito. Però la mia testolina è piena di progetti per questo 2017, il laboratorio è pieno di stoffe nuove e ci sono abili manine che si impegnano per realizzare un sacco di creazioni, per grandi e piccini.

Quindi continuate a seguire le orme giraffiche, spero di ritornare presto con un post più creativo 😉

Presentazione collezione autunno 2016 da Belle et Beau

Amiche triestine (e non), siete tutte affettuosamente invitate al nuovo evento che celebra la fortunata collaborazione con Belle et Beau, la profumeria artistica di Costanza ed Emanuele a Trieste in via XXX Ottobre 6/B.

locandina_revDef

Sabato 15 ottobre, fra le 15.00 e le 19.00, vi accoglieremo con the e pasticcini e vi presenteremo le nuove proposte per questo autunno: vestitini per bambini, accessori coloratissimi dedicati ai più piccoli e nuove idee regalo pensate per i più grandi.

Inoltre, fra il 15 ed il 31 ottobre, chi acquisterà da Belle et Beau un articolo “giraffico” riceverà un simpatico omaggio.

Vi aspettiamo!!

Bioest 2016

Siamo ormai agli sgoccioli del conto alla rovescia che ci porterà all’edizione 2016 di Bioest; noi Giraffi abbiamo un legame particolare con questa manifestazione, che nel 2013 è stata il nostro primo “mercatino” e ci ha dato le conferme di cui avevamo bisogno per metterci a lavorare seriamente.

Per prepararci a questa due giorni abbiamo lavorato un sacco, sia sul fronte della produzione che su quello dell’allestimento, grazie anche all’instancabile supporto di parenti ed amici. Al momento non so bene se dedicarmi a preparare gli scatoloni o fare gli scongiuri sul meteo (che come ogni edizione a cui partecipiamo non promette benissimo…); nel frattempo la Giraffina ha ben pensato di battere il suo personale record di febbre… Qualcuno le spieghi che questo weekend il ruolo di bimba-immagine non glielo toglie nessuno!

Vado a mettere ordine nella super-produzione di bavaglini (mai avuta una scelta così variegata) e vi lascio con locandina ufficiale e programma della manifestazione.

Manifesto-2016-140-x-20013329418_1066534803382348_6724130411000371566_o

Non mancate!

La Giraffa on tour

Mi aveva fatto così ridere un post scritto su FB dalla mia amica Larry per segnalare la mia presenza a dei mercatini in regione lo scorso autunno che ho ripreso il suo motto per il titolo di questo articolo; scherzi a parte, la primavera si apre con una serie di appuntamenti che porteranno il clan giraffico in giro per Trieste e non solo a presentare quanto di meglio abbiamo cucito in questi mesi invernali. Provo a riassumere qui di seguito luoghi e date, che vi ricorderò man mano nei prossimi post.

Domenica 3 aprile 2016: la stagione si apre con il ritorno della manifestazione Barban Produce, giunta alla sua sesta edizione; nella cornice suggestiva di piazzetta Barbacan e dell’Arco di Riccardo (a Trieste) 35 espositori, giovani designer e creativi, vi accoglieranno dalle 10.30 alle 17.00. Molto più di un semplice mercatino, grazie agli eventi artistici, musicali e gastronomici organizzati per l’occasione. Felici di ritornarci!

barbacan produce 6

Sabato 9 aprile 2016: doppio appuntamento! La mattina saremo ospiti dell’associazione culturale Corima di Cervignano, mentre il pomeriggio a partire dalle 16.00 prenderemo parte alla Piccola fiera dell’abbigliamento di primavera organizzata dal Go Gas Tartaruga presso la Sala Delbianco della Biblioteca di Staranzano. Passate a trovarci!

Sabato 16 aprile 2016: presenteremo la nuova collezione primavera – estate insieme a Costanza ed Emanuele nel loro meraviglioso Belle et Beau; la location è raffinata ed accogliente, già piena di tantissimi oggetti di buon gusto e di prodotti per la cura del corpo e dello spirito, ed è sempre un piacere per noi aggiungere il nostro tocco di colore e di originalità al loro assortimento. Quest’anno l’esposizione permanente si arricchisce di nuovi prodotti, venite a scoprirli con noi!

Domenica 17 aprile 2016: di nuovo in piazza, questa volta a Trieste, dietro il Municipio, per il mercatino dell’antiquariato della terza domenica del mese; è la prima volta per noi in questa location, ma contiamo di accogliere con entusiasmo triestini e turisti per presentare il meglio delle nostre creazioni per la primavera-estate.

Sabato 4 e domenica 5 giugno 2016: si ritorna a Bioest, nella meravigliosa cornice del Parco di San Giovanni, sperando di incontrare, almeno quest’anno, la clemenza del meteo e tantissimi vecchi e nuovi amici.

Domenica 19 giugno 2016: seconda partecipazione al mercatino dell’antiquariato dietro piazza dell’Unità; se non ce l’avete fatta ad aprile, non potete perdere questa occasione! Vi aspettiamo!

Questo per il momento è il calendario: a noi non resta che cucire a tutto spiano, a voi di scegliere le date che preferite per venirci a trovare 😉

Aiuto, siamo stati gnappettizzati!!

Qualche settimana fa ho festeggiato il mio… ehm… secondo compleanno da mamma; per festeggiare la felice ricorrenza, la mia amica squinternata, nonchè Zia Pazza di mia figlia, ha ben pensato di gnappettizzare tutta la mia famiglia. Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeehhhhhhhhhhhhhhhhhhh? Diranno quelli di voi che ancora non conoscono le Gnappette; “fortunata te!” diranno tutti gli altri 😉

Le Gnappette sono una scoperta recente, anzi, più che di scoperta parlerei di folgorazione! In parole poverissime, si tratta di caricature disegnate da una talentuosa ragazza, che le utilizza per personalizzare quaderni, agende, cuscinetti, spille, borse, quadretti, ecc. Ma il processo di gnappettizzazione è qualcosa di più, come si legge nel certificato allegato al quadro ricevuto: è la trasformazione in dei personaggi fantastici, allegri e fantasiosi, caratterizzati, grazie all’indicazioni della persona che ha richiesto la gnappettizzazione, dai tratti somatici e dalle passioni proprie del soggetto originale.

Noi tre siamo stati gnappettizzati in blocco, io con il mio vestitino in stile patchwork e l’ago in mano, Beatrice con i suoi radi capelli chiari, un simpatico vestitino ed il soprannome per cui il nonno finirà in casa di riposo molto presto (per averlo inventato) e la Zia Pazza al manicomio (per aver continuato insistentemente ad usarlo), il Giraffo con il suo sguardo attento (ehm…) e lo smartphone sempre in mano, il tutto su un bel paesaggio che ricorda tanto “la nostra casa di campagna” (e in parte una coperta patchwork, ma la mia è deformazione personale!).

Se dopo aver letto questo post il vostro unico desiderio è quelo di gnappettizzare voi stessi o i vostri cari, cliccate senza indugio qui per conoscere meglio il mondo delle Gnappette o qui per vedere tutti gli oggetti che possono riprodurre la vostra trasformazione. Buona scelta!

Patchworkvictim.it: il nostro regalo per il Natale 2015

Buongiorno amiche, arrivo in ritardo per augurarvi buon Natale, rimedierò con un buone feste che ci sta bene almeno fino all’Epifania; questo dicembre è stato un mese super concitato, per il lavoro, per il Giraffo che non la smetteva di ammalarsi, per la Giraffina (che invece è stata bravissima e non finisce di stupirci, giorno dopo giorno, per tutte le cose nuove che impara e per l’affetto che ci dimostra), per l’organizzazione di alcuni mercatini pre-natatalizi (che non sono riuscita nemmeno a pubblicizzare su queste pagine, ma che ci hanno ripagato della fatica) e per il solito tour de force pre-natalizio.

Ma la novità di cui vi voglio parlare oggi, che ci ha preso tanto tempo e tante energie, ma di cui siamo anche tanto orgogliosi, è il debutto del nostro sito internet per la vendita di tessuti americani (e non solo! Datemi tempo…). Si chiama

patchworkvictim_ultra ori

La presentazione ufficiale la potete leggere sul blog collegato al sito, scritto – poteva essere altrimenti? – dalla geniale penna, ops, tastiera della mia amica Larry, che è anche autrice delle descrizioni che accompagnano le foto delle stoffe sul sito, capaci di darvi utili suggerimenti facendovi sorridere al tempo stesso (dove altro le trovate??).

Il Giraffo ed io siamo molto contenti di questa nostra creatura; è un sogno tenuto a lungo nel cassetto, che permette in un certo modo di chiudere il cerchio fra la nostra passione per le stoffe e la creazione di abiti ed accessori per bambini (ma il 2016 porterà parecchie novità anche per gli adulti).

Ora però abbiamo bisogno del vostro aiuto: se in tutti questi anni di blog avete apprezzato le stoffe che utilizzavo e gli abbinamenti proposti, ora troverete su Patchworkvictim tanti tessuti, sempre accompagnati da fantasie coordinate per completare e valorizzare le vostre creazioni. Dateci una mano a farci conoscere, fateci sapere le vostre opinioni, cosa vi piace e cosa potrebbe essere migliorato, quali prodotti vorreste trovare, sia come stoffe che come attrezzature.

E per non perdere nemmeno un aggiornamento sulle promozioni, giveaway, progetti e sui nuovi prodotti, mettete un bel “mipiace” sulla pagina facebook, iscrivetevi alla newsletter e seguite il blog.

Un augurio affettuoso a tutti per un 2016 pieno di serenità e creatività!

La prima candelina di Beatrice

Rieccomi, di nuovo dietro alla tastiera di casa dopo un paio di settimane super intense, fra lo stress del rientro lavorativo a tempo pieno (quante scartoffie, aiuto!!) ed un tour de force di festeggiamenti familiari. L’evento clou è stato senza ombra di dubbio il festeggiamento del primo compleanno della Giraffina, celebrato alla fine di ottobre; per me è stata un’emozione grandissima, vedere quanto è cresciuta, pensare a tutti i progressi che ha fatto in così poco tempo, com’è cambiata e come cambia ogni giorno… Poi ci si è messa anche lei, a darmi il colpo di grazia, decidendo di alzarsi e camminare spedita (ben più dei 3 passetti fatti di slancio nelle settimane precedenti) proprio nel giorno della sua festa!

Un evento così emozionato andava festeggiato alla grande e noi genitori giraffici ce l’abbiamo messa tutta: personalmente adoro i compleanni, sarà per le feste bellissime che mi ha regalato il Generale da bambina e da adolescente, ma è di certo la festa che preferisco; il Giraffo, diamogli atto, mi ha assecondato in tutto e per tutto, senza mai darmi della folle, anche quando – forse – l’avrei meritato.

Aver desiderato a lungo un bambino non ti rende un genitore migliore degli altri, ma di certo ti dà più tempo per fantasticare: dopo che per anni hai pensato a cosa avresti fatto per la festa di compleanno di tuo figlio, quando finalmente arriva quel momento tanto sognato e tu sei vagamente stordita dalla mancanza di sonno e tutto il resto ti dici eh, no, mica posso mollare adesso! E via coi preparativi…

In queste foto vi mostriamo un po’ dell’allestimento che abbiamo scelto per la festa: la grafica è di Stockberry Studio, sito che sta nei miei preferiti da almeno 5 anni 😉 Il tema scelto è quello con i dinosauri rosa e viola (ho deciso di lasciare ballerine e principesse per quando Beatrice ne sarà più consapevole :p)

Ho passato una settimana a ritagliare di sera carta e cartoncino, poi ho coinvolto il Giraffo nell’assemblaggio; devo dire che non si è ammutinato nemmeno quando gli ho proposto di rivestire le gelatine di frutta con le fascette a tema… E’ anche lui cotto della nostra cucciola! Non è mancato un ricco buffet, grazie anche all’apporto delle super polpette della bisnonna, alla superfrittata della nonna ed ai cupcake con i dinosauri fatti dal mio amico Andrea (ve lo ricordate il fotografo?? Ebbene sì, è l’uomo dai due talenti!). Di mio ci ho messo panini, sfogliatine (con la pasta sfoglia handmade!!), muffin a volontà ed i biscotti alla cannella personalizzati, che mi sono serviti anche per i sacchetti – dono per gli ospiti.

Volevo fare un buffet salutista (c’erano anche i succhi bio fatti in casa), ma ho dovuto fare un piccolo strappo per i popcorn, solo per utilizzare questi cestini a tema 😉

Infine, il pezzo forte, la torta! Avrei voluto farla io, ma temevo non mi rimanesse tempo per tutto il resto, così l’ho affidata alle abili mani di Andrea (Pasticceria Cecchi, una garanzia, provare per credere!); oltre che buona era semplicemente bellissima!

La Giraffina si è goduta la festa, la compagnia ed i regali, senza disdegnare il buffet (quanto ti è piaciuto il tuo primo muffin, Bea??); non ha dato il meglio di sé nelle foto-torta, ma ci rifaremo il prossimo anno. Dopo tutto, questo era solo un (bellissimo) inizio!

A presto, con un sacco di novità che non ho mani per fotografare e descrivere!

Abilmente autunno 2015

Dopo tre edizioni saltate per covare prima, prendermi cura poi dell’amata Giraffina, ieri sono ritornata ad Abilmente in compagnia della migliore compagna di viaggio e di shopping, mia cugina Silvia. Avevamo aspettative molto alte, volevamo vedere stand belli, stoffe originali e progetti accattivanti proposti con schemi o kit. Probabilmente, dopo anni di questa fiera e dopo tutti gli acquisti e le ricerche di stoffe fatte oltreoceano, siamo diventate troppo selettive; nell’insieme abilmente non ci ha entusiasmate, abbiamo visto troppi stand con proposte trite e ritrite e parecchi negozi (ma questo ovviamente non è colpa di nessuno) con materiali che proprio non ci interessano. Ci siamo fermate in almeno 5 o 6 stand di stoffe, colpite dal cromatismo delle pezze o dei fat-quater, ma poi… Che ci facciamo? O li compri tutti o li lasci lì, senza un progetto in testa.

Ma veniamo alle recensioni positive. Non è la prima volta che li vediamo, ma è di certo la prima volta che ci conquistano: patchworld.eu ci ha stupito con dei kit davvero interessanti e delle bellissime stoffe per realizzare semplici sciarpe. Bravi! E’ stata la nostra spesa più generosa.

Li volevo da settimane e finalmente sono miei: i nuovi asciugapiatti F.lli Graziano frutto della collaborazione con Madame Chantilly. Speriamo solo di trovare il tempo per ricamarli… In caso contrario però abbiamo già concordato a chi devolverli fra qualche anno. Nota a margine: da diversi anni mi sono autoimposta di non comprare più ricamabili perché finiva che non li ricamavo mai; non so se è per gli anni arretrati o si sono scatenati tutti nel 2015, ma ieri ne ho visti di meravigliosi, che ovviamente non ho potuto comprare (già con 3 sono ridicola, dove vado con 10 asciughini??).

La conferma: da molti anni sono le nostre preferite ed anche in questa edizione non si sono smentite. Uno stand originale, elegante, con colori insoliti e pieno di proposte molto carine: le Country Dools si impegnano sempre un sacco per le fiere e noi non possiamo tornare a casa senza un tris di schemi. C’era anche una coperta molto bella, ma dobbiamo ancora finire quella delle bamboline dei mesi, così ci siamo fatte coraggio e ci siamo accontentate di questi tre. Menzione speciale per le borse: io sono molto scettica verso le borse di stoffa, ma loro ne avevano di bellissime, frutto soprattutto di un’intelligente accostamento di tessuti. Brave ragazze!

La conversazione più interessante (anche se è stata in inglese e io ne ho capito la metà :p) è stata con Liesl Gibson, una deliziosa stilista newyorkese che a Vicenza presentava i suoi cartamodelli per abbigliamento da donna e da bambini. Non sapevamo da che parte iniziare per provare i suoi modelli ed alla fine abbiamo scelto questa maglia/tunica: conto di aggiornarvi presto sui risultati!

Infine, una gradita sorpresa: saranno 10 anni che mi struggo per degli schemi koreani (credo) con dei bambini disegnati un po’ come un cartone animato giapponese, molto colorati, con gli occhi grandi e le guancette rosa. Ora, che ovviamente non ho tempo per ricamare niente, sono finalmente arrivati in Europa per le vie legali e si possono acquistare facilmente. Come regalo per un’amica di crocette abbiamo quindi scelto le due serie di principi e principesse, spettacolari! Lista di cose da fare per Beatrice: come minimo Biancaneve ed il Principe, possibilmente prima che lei inizi l’università. Forza Francy!

Conclusioni: una gira a Vicenza in buona compagnia è sempre un toccasana per l’anima, che sia più o meno bella! Girare per gli stand, osservare, ammirare, criticare, acquistare, porsi degli obiettivi creativi, pensare ai regali per le amiche… E’ proprio bello! Grazie ancora alla mia compagna di viaggio :)

P.S.: scusate per le foto orribili, ma sono in chiusa in studio mentre Giraffo e Giraffina fatto il riposino pomeridiano!

Barbacan produce #4

In occasione del fine settimana della Barcolana, la famosa regata che si svolge nel golfo di Trieste, ritorna l’appuntamento con il mercatino di piazzetta Barbacan. Il 10 ottobre 2015 ci sarò anch’io a Barbacan Produce #4!

Vi aspetto con i vestitini autunnali (faremo contenti sia i maschietti che le femminucce, promesso!) ed una nuova selezione di bavaglini ed accessori dedicata ai più piccoli. Non mancate!!

La Famiglia Giraffi

Mi pare quasi impossibile, ma questo blog ha già compiuto 8 anni: iniziato sotto il nome di Wonderstitchers insieme alle mie 3 adorabili amiche e proseguito poi “a piedino libero” con l’attuale impostazione, dopo tanto tempo fa tenerezza (o dovrei dire rabbrividire? Lasciamo perdere!) riguardare i primi post ed i miei primi passi nel mondo del cucito e delle crocette.

Realizzo, però, che in tanti anni, complice l’inizio ad otto mani e la mia innata timidezza, non ho mai scritto una presentazione di me stessa come si deve; ho pensato che questo potesse essere il momento giusto per un bel “about me” e presentarvi la mia famiglia, anzi, già che ci siamo vada per la famiglia allargata.

La Giraffa: all’anagrafe Francesca, nel mondo virtuale inizialmente Giraffina, poi, visto l’innegabile avanzare dell’età, diventato La Giraffa. Ho 36 anni, un lavoro (troppo) serio e un’irrefrenabile passione per le stoffe, con cui tappezzerei letteralmente casa. Adoro cucire e cucinare, prendermi cura della mia famiglia e delle persone a cui voglio bene. Vivo in perenne conflitto con l’orologio, che non mi permette di fare nemmeno la metà delle cose che vorrei. Sogno un lavoro fra tessuti, fili e progetti, ma nel frattempo permetto alle stoffe di occupare buona parte del mio tempo libero.

Il Giraffo: Paolo, ovvero colui che ha rischiato di rimanere sommerso dalle stoffe. Amorevolmente al mio fianco da 16 anni, non è mai stato geloso della macchina da cucire; coinvolto inizialmente come fotografo, è diventato un agguerrito controllore di qualità (guai a cucire storto!) e un estimatore di stoffe. Quasi quasi mi cede la sua metà d’armadio…

La Giraffina: Beatrice, il coronamento del nostro amore, la nostra gioia più grande, di gran lunga il nostro progetto meglio riuscito! Attesa a lungo, è arrivata alla fine dell’ottobre 2014 a stravolgere le nostre vite con i suoi irresistibili sorrisi. Il destino ha voluto fosse femmina e quindi musa ispiratrice e modella involontaria delle creazioni della mamma, con buona pace dei maschietti (che possono sempre fare il tifo per un fratellino).

Foto by Vittoria Mauro Photography

Ambra: quando l’arrivo della Giraffina ha fatto vacillare i molteplici progetti basati su cucito e stoffe a causa dell’improvvisa e pressoché totale mancanza di tempo da dedicarvi, abbiamo incontrato lei, giovane e talentuosa sartina; bravissima, ordinata e precisa, ha preso in mano stoffe e macchine ed ha realizzato uno dopo l’altro buona parte dei progetti che rischiavano di rimanere nei cassetti, sfornando collezioni una più bella dell’altra. Come se non bastasse, disegna benissimo e pare sia un asso anche ai fornelli; insomma, la realizzazione dei miei talenti preferiti!

Larry: la mia salvatrice per tutti i miei momenti di panico da pagina bianca, capace di descrivere con brio e sagacia anche una rapa (riuscendo persino a risultare prolissa), è autrice di molti guest post su queste pagine; da anni ascolta i miei progetti, mi fa riflettere, mi dà dei suggerimenti, mi sostiene, m’incoraggia ed alla fine ci mette del suo (tempo, parole, consigli). Ancora una volta grazie!

Barbacan Produce #3

Brevissimo post di servizio per confermare la partecipazione della famiglia più giraffica del web a Barbacan Produce #3.

Per tutte le informazioni e per scoprire chi saranno gli altri espositori vi rimando alla pagina fb dell’evento.

Venite a trovarci, vi aspettiamo!

BIOEST 2015: noi ci saremo!

Solo pochi giorni ci dividono dal prossimo appuntamento con BIOEST, una delle manifestazioni più interessanti della primavera-estate triestina; in realtà la portata di questa fiera va ben oltre i confini della nostra città, raccogliendo partecipanti ed espositori dalle regioni e dagli stati confinanti. Per chi non la conoscesse, si tratta della fiera dei prodotti naturali e delle associazioni ambientaliste, culturali e del volontariato che si svolge all’interno del parco di San Giovanni a Trieste, suggestiva cornice che per due giorni verrà invasa da eventi, bancarelle, chioschetti e spettacoli.

Manifesto bioest

Per maggiori informazioni, per scoprire come arrivare e scorrere in anteprima l’elenco degli espositori, vi rimando al sito ufficiale. Nei prossimi giorni invece pubblicherò un po’ di foto dei vestitini e degli accessori che potrete trovare al nostro stand se deciderete di venirci a trovare. A presto!

Fashion Spring Tea: le foto

Per chi non è riuscito ad essere dei nostri all’evento dello scorso sabato, ecco qualche scatto realizzato da Belle et Beau, la profumeria artistica che ha scelto di ospitare e presentare ai propri clienti le creazioni della Giraffa.

Emozione numero uno: trovare i miei vestitini in vetrina, fra un profumo ed un rossetto…

Poi, dentro, ogni angolo del negozio era decorato con qualcosa di giraffico.

Vestitini rosa con il fiocco fra creme e profumi…

…mentre le bag organizer accolgono all’entrate le clienti…

…ed alcuni abitini si fanno notare nella zona accessori.

Non poteva mancare una dolce area ristoro, per rendere ancora più piacevole chiaccherare di cosmetici e cucito con crostate e muffin fatti in casa.

Ancora grazie a Belle et Beau per l’ospitalità ed a Costanza per aver reso tutto perfetto!

Fashion Spring Tea

Sono contentissima ed un po’ emozionata d’invitare tutte le amiche e gli amici della Giraffa a partecipare al Fashion Spring Tea, un evento che si terrà sabato 5 aprile a partire dalle 16.00 e che vedrà le mie creazioni ospiti della profumeria artistica Belle et Beau, in via XXX Ottobre 6/b a Trieste.

beb

Belle et Beau è qualcosa di più di una semplice profumeria, è un negozio elegante e raffinato dove entrare per sentirsi belle e coccolate; Costanza ed Emanuele vi guidano attraverso una raffinata selezione di prodotti per il viso e per il corpo e vi aiutano a scegliere la crema, il profumo, il make-up più adatto al vostro viso, al vostro look o al vostro umore. Io li conosco da moltissimi anni ed ho sempre avuto una grande fiducia e sicurezza nell’affidarmi a loro per le scelte di creme e cosmetici. Provare per credere 😉

Accanto ai prodotti più tradizionali, la loro profumeria offre alle clienti una selezione di accessori e gioielli; in questo ambito hanno scelto di ospitare alcune delle mie creazioni, fra cui le bag organizer, i sacchetti portabiancheria e, novità assoluta per il negozio, una serie di abiti e accessori per bambini.

Le bag organizer ormai le conoscete bene, ma guardate come cambiano ogni volta grazie alle stoffe diverse ed agli abbinamenti proposti…

Non mi resta quindi che darvi appuntamento a sabato pomeriggio, a partire dalle ore 16.00, presso Belle et Beau, a Trieste in via XXX Ottobre 6/b; troverete queste due nuovissime bag organizer e molto altro.

Venite a vederle dal vivo, vi aspettiamo “armati” di the e dolcetti: un motivo in più, no?

Bioest 2013: vi aspettiamo!

Post-lampo per dare appuntamento a tutti gli amici triestini (e non) a Bioest domani e domenica, dalle 10 del mattino fino a sera, al Parco di S. Giovanni a Trieste. Le previsioni non sono delle migliori, per usare un eufemismo, ma noi non perdiamo la speranza che questa nostra “prima volta” possa essere positiva. Quindi, a maggior ragione, vi aspettiamo tutti, con gli oggetti che avete visto negli ultimi post e con molto altro, che stranamente non siamo ancora riusciti a fotografare (forse perché piove sempre???).

D’altra parte… Fosse bello andreste al mare, no??

Giveaway I love pancakes: abbiamo una vincitrice!

Sono passate da poco le 21 di questa domenica sera ed io sono pronta ad annunciare la vincitrice di questo giveaway dedicato alle amanti di stoffe&cucina; prima però vorrei ringraziare tutte le partecipanti per aver aderito all’iniziativa, per le parole gentili che mi avete lasciato e per aver fatto pubblicità al post. Per chi chiedeva da dove venisse la stoffa, il mio “spacciatore” preferito è Hawthorne Threads (lo trovate sempre fra i miei link preferiti, sotto “fonti di perdizione”, però state attente, dà dipendenza, ok?). Per chi sperava in un tutorial-ricettario, basterà avere solo ancora un po’ di pazienza, promesso!

Ma torniamo alla vincitrice: i commenti, depurati dai pingback e dai doppi sono stati 59; ed ecco il responso di random.org:

Congratulazioni ad Arianna! Domani ci sentiamo via mail così mi darai l’indirizzo a cui spedire i regali.

Ancora grazie a tutte per aver partecipato, spero sarete più fortunate alla prossima occasione 😉

Abilmente marzo 2013

Eccomi di ritorno dalla fiera di Vicenza! Quest’anno colpo di testa: ci sono andata di venerdì, abbandonando la lenta comodità del pullmann ed optando per le 4 ruote e due amiche con cui condividere la gita. Ovviamente gli elementi si sono scatenati ed abbiamo avuto un tempo pauroso, fossi stata sola sarei tornata indietro prima ancora di uscire da Trieste. In ogni caso, grazie all’abile guida di Silvia (ti ho già ringraziato per aver guidato?) ed alla pazienza di Elo (che ha ben dissimulato lo shock della sua prima fiera di Vicenza), abbiamo battuto in lungo ed in largo Abilmente. Personalmente sono rimasta un po’ delusa; rispetto ad ottobre gli espositori erano pochi e, di questi, troppi erano lì a presentare cose “fuori contesto”, alcuni dei nostri preferiti non c’erano, mentre altri erano compressi in spazi più piccoli ed ovviamente l’esposizione ne risentiva. Ecco il mio bottino:

Ho cercato di essere morigerata, anche visto il recente arrivo dell’ultimo pacco americano, ed ho tralasciato le stoffe (peraltro non c’era quasi nulla che mi obbligasse all’acquisto) a favore dei cartamodelli. Ho preso le stoffe per i corpi Tilda, un paio di Kaffe Fassett per finire i miei blocchi, un pannello con tanti cupcakes che ho visto assemblato con un buon risultato, un nuovo pannello per bambini con due coordinati da Filomania, il cartamodello per la borsa gufo di Laura Mori ed un cartamodello di un portatorte che nella foto non c’è perchè è “ostaggio” di una deliziosa bambina. Lo stand che come al solito ci ha conquistate di più ed a cui abbiamo dato maggior soddisfazione (e non solo) è stato quello delle Country Dolls: abbiamo preso ben 3 cartamodelli (più uno che ci arriverà per posta perchè esaurito), fra cui le due fatine dalle forme generose che mi fanno impazzire e che non vedo l’ora di fare.

Rispetto alla strage di un anno fa sono stata quasi timida, che dite?? Vado a cucire… Buona domenica!!

P.S. La foto è pessima, ma la colpa non è del fotografo… Qui continua a piovere e non c’è verso di avere un po’ di luce naturale :(

Nuovo libro Tilda Spring Booklet

Appassionate del mondo Tilda, tenetevi forte: è uscito un nuovo libro della nostra eroina! Ecco qui la copertina del nuovo Spring Booklet.

E’ uno di quei libretti sottili, non cartonati, costerà attorno ai dieci euro; per il momento non l’ho trovato in vendita sui siti italiani che frequento, ma solo su Tildafrance, dove è sempre un piacere ed una tentazione fare un giretto… Ma occhio alla carta di credito 😉

Dalle prime foto in circolazione, le atmosfere sono quelle che ben conosciamo e che ci piacciono tanto…

…i colori e le fantasia delle stoffe promettono bene, ma vedo troppo uncinetto e maglia per i miei gusti, aiuto!

Carini (anche se qualcuno giustamente li definirà inutili) questi “gelati” con il bastoncino…

…ma per me l’acquisto lo vale anche solo questo soprabito, mi piace troppo!!

E voi, cosa ne pensate?

Overdose di stoffine

Questa volta temo di aver esagerato… Una yarda di qua, mezza yarda di là, un po’ di gufetti, quello scozzese che butta sul rosa, quelle fantasie fiorate sui toni del verde acqua e del rosso, che originali… E’ stata tutta colpa di quelle fantasie con le alzatine, insomma, propormi alzatine rosa, con dei coordinati a cuori rosa e rossi… Mi è piaciuta persino la versione verde acqua!

Sto farneticando? Decisamente! Ma mi capirete, quando vi dirò che da qualche giorno ho fra le mani l’ultimo acquisto on line, quasi una ventina di yarde di stoffe nuove e bellissime nelle mie mani, tutte insieme!

Questa sono le mie preferite, ho già cominciato a farci qualcosa…

Questi decisamente non sono i miei colori eppure… sono bellissime…

Chi sa fare a meno dei gufetti? Io no!

Con queste fantasie grandi che ci facciamo?… Magari una bella borsa…

Finisce sempre così, passo più tempo a guardarle e a pensare cosa farci… che a cucire, aiuto!!!

I nuovi Jingles di Lizzie Kate

Post dedicato alle crocettiste (ma disposto ad accogliere anche simpatizzanti, crocettiste del futuro e disinteressate varie).

Alzi il mouse chi di voi non si è mai cimentata in almeno un Lizzie Kate! (Per voi che non sapete chi sia questa ma desiderate continuare a leggere il post: Lizzie Kate è una disegnatrice americana di schemi a punto croce. Ha uno stile semplice, che ha conquistato moltissime crocettiste in tutto il mondo; spesso i suoi schemi formano delle serie tematiche – mesi dell’anno, Halloween, Natale – e possono essere ricamati singolarmente o tutti insieme)

Lizzie mi ricorda i miei primi passi nel mondo delle crocette on line, i primi ricami condivisi con le mie Crocette del cuore (i primi flip-it!) e tante idee ancora da realizzare.

Come forse la maggior parte di voi sa già, Lizzie è in procinto di sfornare una nuova serie di flip-it dedicata al Natale: si chiama JINGLES e promette benissimo…

Vi piacciono? Io ne sono rimasta folgorata ed ho convinto le amiche Wonder a ricamarli insieme a me quest’anno (e il prossimo…. e quello dopo… prima o poi finiremo, no??).

Se vi va di unirvi, ecco qualche informazione: gli schemi saranno 12, usciranno un po’ per volta a partire dalla fine di gennaio (io al momento li ho trovati solo in prevendita, ma non dovrebbe mancare molto, ne ha parlato anche Casa Cenina qui). E’ nostra intenzione ricamarli tutti insieme e rifinirli con la cornice free che sarà pubblicata a tempo debito sul sito ufficiale. Il risultato sarà questo:

L’intenzione è di iniziare a metà-fine febbraio, per avere il tempo di recuperare i primi schemi e la tela giusta. Non abbiamo ancora definito la scadenza delle tappe (se ci conoscete sapete già che non siamo dei fulmini e si tratta anche di renderci conto con maggior precisione di quanto grandi sono i singoli schemi) e, di conseguenza, se saremo in grado di completarli entro Natale 2013. Se avete voglia di far parte del gruppo, lasciate un commento a questo post o mandatemi una mail, così cominciamo ad organizzarci!

 

Mostra e dimostra: C’è Tort@ per te 2

Oggi per mostra e dimostra vorrei parlarvi del libro “C’è Tort@ per te“, che ho comprato da poco e che potrebbe essere un ottimo regalo per il prossimo Natale. Vediamo se vi convinco!

1. E’ una raccolta di ricette dolci, ciascuna opera di un “food blogger” italiano; tutte le ricette sono accompagnate da foto, tempo di preparazione e misura dello stampo (per me è un’indicazione fondamentale, critico sempre chi la omette).

2. Quasi tutti gli autori hanno accompagnato la ricetta con un loro breve racconto, ricordo di un viaggio; lo so, non è fondamentale in un libro di ricette, ma ti dà quel qualcosa in più da leggere prima di metterlo in libreria insieme a quelle decine di libri di dolci che già avete.

3. Vi dà modo di conoscere ben 33 blogger e di ampliare il vostro panorama di letture quotidiane a base di cibo e ricette, perchè i siti da cui trarre ispirazione non sono mai abbastanza, anche se abbiamo già a casa 1000 ricette che non abbiamo il tempo di provare.

4. Ho personalmente provato la ricetta della torta soffice vaniglia e lamponi, con ottimi risultati.

5. Se siete veloci e fortunate potete acquistare il libro nell’edizione speciale con allegato un bellissimo stampo della Ballarini, il tutto racchiuso in una elegantissima scatola a forma di valigia e per il modico prezzo di 19,90 euro (pensate a quanto costa solo lo stampo…); attenzione però, in questo caso il nome sulla scatola è “C’è Tort@ per te” senza il 2, pur contenendo il libro n. 2, misteri dell’editore, ma io e il commesso della mia libreria di fiducia stavamo per prenderci a testate perchè non ci capivamo! In ogni caso, trovate i due link amazon nella colonna di sinistra.

6. Ma la motivazione più importante è che acquistando il libro sosterrete la Fondazione IEO e la ricerca “Identificazione delle basi molecolari della chemioresistenza del tumore al seno”.

Cosa aspettate? La foto della mia prima ricetta realizzata? Eccola!

Buone torte!!

Abilmente autunno 2012: il bottino!

Eccomi di ritorno da Vicenza; come al solito ci sono stata di domenica, per ragioni organizzative… Ma riuscirò un giorno ad andarci di giovedì o venerdì?? Questa volta il problema non era la troppa gente (ho visto di peggio, nelle corsie più ampie si camminava tranquillamente) bensì alcuni stand un po’ vuoti, alcuni prodotti esauriti, un po’ di stoffe in disordine e dei venditori comprensibilmente stremati.

Ma andiamo con ordine: appena messo piede/zampa in fiera m’imbatto nello stand Country Dolls… adoro quelle donne, presentano sempre qualcosa di carino ed originale, hanno uno stile che mi piace molto ed una selezione di stoffe modesta come quantità ma ottima come qualità ed accostamenti. Quest’anno però me l’hanno combinata grossa, proponendo una coperta fantastica in tutto… tranne che nel prezzo del cartamodello :( Sono la prima a dire che la fantasia e l’originalità va premiata, ma non me la sono sentita di fare quest’investimento. Se siete curiose, potete vedere la coperta sulla loro pagina facebook.

Per il resto, ho stentato un po’ ad ingranare, sembravo destinata a realizzare un magro bottino, ma per fortuna dopo l’ora di pranzo ho svoltato ed ho conquistato una quantità dignitosa di stoffine, uno schema a punto croce (matrioske!) ed un libro Kaffe Fassett (sarà il primo di una lunga serie? Vedremo!), più un paio di regalini che ovviamente ometto di fotografare 😉

Dopo tanti anni di Vicenza sono diventata più esigente, quindi il mio commento è che la fiera è stata bella, ma non la più bella della mia esperienza. Mi piacerebbe che ci fossero più stand capaci di stupirmi davvero (chi mi ha lasciato a bocca aperta è stato Il giardino di Molly, che ha trasformato un grande stand in una casetta in stile Old America, piena di oggetti bellissimi, 10 e lode!), vorrei vedere qualche lavoro in più, esempi di coperte, di pannelli lavorati, ecc. Il gruppo che tutto sommato si è distinto sono state le spagnole, che in 2 o 3 stand ci hanno proposto stoffe eleganti ma non troppo esose e cartamodelli originali. Inoltre, questa volta non sono stata timida e sono andata a conoscere Laura Country Style, che presentava in fiera la sua bellissima nuova renna.

Un affettuoso grazie alla mia compagna di gita Silvia ed appuntamento a primavera, anche se fra i buoni propositi del 2013 dovrò inserire una fiera all’estero… Ne ho sentito parlare troppo e la curiosità sta montando velocemente!

Tanti Auguri Larry!

Ottobre per me è il mese dei compleanni; una volta non era così, ovvero, ci s’impegnava il primo del mese a festeggiare il Setter (alias mio padre) e poi si filava via tranquilli ed il successivo compleanno era appena in novembre, tranquillo, riposante, c’era tutto il tempo di pensare ai regali, di preparare le rispettive torte.

Poi, più o meno improvvisamente, mi son ritrovata con un ottobre intasato – letteralmente! – di compleanni: un sacco di amiche che si mettono in fila, si rincorrono ed a volte si sovrappongono fra i numeri del calendario, mandandomi in confusione nel distinguere e ricordare tutte le date, frustrando la mia vena di generosa creatività perche, per quanto parta per tempo, non riesco mai a fare dei regali handmade per tutti.

In questo girone infernale di compleanni, una che riesce sempre a distinguersi è la mia amica Larry, che invece di limitarsi a farsi fare gli auguri ed ad ingozzarci di cibo (squisito) questa sera, ha ben pensato di fare lei un regalo a noi. Noi chi? Noi piccoli lettori di Larrycette che saremo abbastanza lesti da commentare in tempo il post di oggi. Non vi anticipo nulla, ma il regalo è tremendamente larrysh, ed è quindi un’occasione da non perdere!

Augury Larry ed in bocca al lupo a tutti i picoli lettori!

Mostra e dimostra: ultimi acquisti su Hawthorne Threads

Non faccio in tempo a scrivere un post pieno di buone intenzioni che mi smentisco da sola; avevo appena condiviso con le amiche di questo blog il mio tentativo di “smaltire” un po’ di acquisti arretrati in vista della Fiera di Vicenza, che uno dopo l’altro mi sono arrivati gli acquisti fatti sul mio sito di stoffe preferito, Hawthorne Threads.

 

Sono tutte bellissime, dalla stravagante famiglia Addams in versione Alexander Henry ad una linea sulla cucina che ha persino il kitchenaid rosa, ad un romantico pannello + coordinati con delle bambine e scritte varie, per finire con giraffine e gufetti. Ci sono anche due stoffine Tilda “imbucate”, nel senso che arrivano da Cenina 😉

A me e alla Berni non resta altro che rimboccarci maniche e piedino e cucire a tutto spiano!

Mostra e dimostra: nuovo libro Tilda’s Vintereventyr!

Edizione straordinaria della rubrica “mostra e dimostra” di questo blog, sospesa in questi mesi estivi in attesa di temperature più clementi, per condividere con le amiche appassionate della Tilda (alias Tone Finnager) la notizia di cui ho appena avuto conferma: è uscito un nuovo libro!

Si chiama Tilda’s Vintereventyr e sarà ovviamente in lingua norvegese; l’ho trovato in catalogo sia su Tildafrance (dove lo annunciano per ottobre) che su Panduro Hobby (dove non trovo date precise, ma solo l’evidenza che non hanno il libro “in casa”). I colori delle stoffe sono molto tenui, bianco, grigio, rosa, elegante e romantico; i progetti sono ispirati ad alcune favole per bambini, come lo Schiaccianoci e Pinocchio.

 

Dalle prime foto che ho visto non sono esattamente entusiasta delle nuove proposte (la nostra eroina ha rinunciato ad attaccare i capelli alle sue magnifiche bambole e si è limitata a dipingerli, non mi convince…) ma in compensono sono letteralmente stregata dai colori e dalle fantasie delle stoffe.

In ogni caso, la versione norvegese, oltre ad essere piuttosto cara, resta per me piuttosto ostica; pertanto, incrocerò le dita e spererò in una versione inglese per Natale. E se proprio non resisterò alla tentazione della nuova collezione… Mi butterò sulle stoffe!

Comunicazione di servizio:  ho cambiato il sistema per l’invio delle mail che segnalano gli aggiornamenti del blog; se avete piacere di ricevere una mail ogni volta che questo blog si arricchisce di un nuovo post, iscrivetevi nel box in alto a destra, anche se eravate già iscritte in precedenza. Grazie mille!

P.S. Fanno eccezione le WS, che vengono iscritte d’ufficio!

Mostra e dimostra: voglia di shopping!

Questo lunedì per mostra e dimostra ho pensato di mettere a rischio il vostro portafoglio, presentandovi, se ancora non lo conoscete, uno dei miei negozi di stoffe preferito, Hawthorne Threads.

Ha una varietà di stoffe che vi darà un senso di disorientamento, sono tante e tutte diverse, spaziano da stili che calzerebbero a pennello per la vostra casa, altre da utilizzare per i vostri bambini, quella stoffa lì poi farebbe impazzire la vostra amica… Volete degli esempi concreti? Ok!

L’ultima newsletter mi ha incantato con questo pannello ed i suoi coordinati

Sto cercando di decidere se posso fare a meno di questi coniglietti… probabilmente no…

Sono decisamente convinta di non averne abbastanza della serie The Ghastlie, questa ad esempio!

Provate a navigare un po’ fra i nuovi arrivi e ditemi di quante stoffe vi innamorate, coraggio!

Devo segnalrvi però delle controindicazioni:

1. la prima e la più importante: dà dipendenza!

2. la stoffe più gettonate vanno esaurite velocemente; quasi sempre le riassortiscono, ma se individuate qualcosa di cui avete bisogno (subito!), non tergiversate troppo sull’acquisto, buttatevi!

3. le spese di spedizione sono molto ben dettagliate qui: le cifre salgono in base alle quantità di stoffa che ordinate, quindi fare mega acquisti di gruppo non è necessariamente conveniente, fatevi bene i conti;

4. ultima, ma non per importanza, purtroppo, la dogana, che colpisce con pesante precisione i miei acquisti oltreoceano; non che questo c’impedisca di acquistare, ma dobbiamo essere consapevoli che quei 9,25$ che ci sembrano così allettanti sono destinati a lievitare. D’altra parte, la maggior parte delle stoffe che trovo su questo sito posso comprarla solo così (se sbaglio…. segnalatemelo grazie!), quindi non c’è via d’uscita!

Per finire, segnatevi anche il blog, che aggiorna sui nuovi arrivi ed ogni tanto mostra delle immagini di progetti realizzati con le loro stoffe, carino!

Buona settimana!

Mostra e dimostra: l’invidiabile russa!

Oggi per mostra e dimostra vi segnalo un blog pieno di creazioni meravigliose; attenzione, se non l’avete mai visitato cliccate con cautela, la mascella vi cadrà alla prima, massimo alla seconda foto. Il blog si chiama Beatiful things e raccoglie le bambole ed i pupazzi della russa Tatiana; in questo periodo merita una visita, innanzi tutto perchè ha recentemente creato una principessa in total look rosa che mi ha fatto perdere la testa, secondariamente perchè ha bandito un blog candy che sta raccogliendo centinaia e centinaia d’iscritte. Ma tentar non nuoce no?

Dopo esservi iscritte al candy, fatevi un bel giro nei post vecchi, la ragazza va a periodi, quello delle bambole è il più recente, quello delle pecorelle forse il più riuscito, io spero che ritorni alle giraffe, ovviamente, ne ha fatto di deliziose. Se a questo punto siete come me stregate da tutto quello che avete visto, provate a contattare Tatiana per farvi vendere una delle sue bestioline: ci ho tentato in vari modi, scrivendole in inglese, tedesco e persino russo (ovviamente grazie al prezioso aiuto di amiche poliglotte!) ma non ho mai ottenuto risposta. Doveste essere più fortunate…. avvisatemi!

Buona settimana!

Mostra e dimostra

Chi di voi conosce ed ama come me i Peanuts, gli adorabili personaggi creati da quel genio di Schulz, sempre attuali nonostante i 60 anni passati dal loro esordio, non potrà non conoscere “Mostra e dimostra” appuntamento scolastico in cui i bambini presentavano alla maestra ed ai compagni qualcosa portato da casa (una foglia, un fiocco di neve, un cane, ecc.).

Ho deciso di prendere il prestito questo titolo per farne una rubrica del blog in cui segnalare siti, tutorial, libri e pubblicazioni, stoffe e progetti, insomma tutto quello che scovo nel web, che mi piace e che potrebbe essere utile alle amiche che leggono questo blog.

Rompiamo il ghiaccio: oggi per mostra e dimostra vi segnalo manifattive, un blog che ho scoperto da pochi mesi e di cui mi sono innamorata subito, per l’originalità, i colori e la varietà delle creazioni della sua autrice Stefania. Il cartamodello per realizzare una delle sue creature più caratteristiche è stato pubblicato un paio di settimane fa su un minilibro che ho acquistato in edicola, titolo “love & craft”.

Appuntamento alla prossima settimana; nel frattempo che ne dite di segnalarmi la vostra striscia “mostra e dimostra” preferita?

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio

Le mie stoffe