shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

cucito

Fashion Spring Tea: le foto

Per chi non è riuscito ad essere dei nostri all’evento dello scorso sabato, ecco qualche scatto realizzato da Belle et Beau, la profumeria artistica che ha scelto di ospitare e presentare ai propri clienti le creazioni della Giraffa.

Emozione numero uno: trovare i miei vestitini in vetrina, fra un profumo ed un rossetto…

Poi, dentro, ogni angolo del negozio era decorato con qualcosa di giraffico.

Vestitini rosa con il fiocco fra creme e profumi…

…mentre le bag organizer accolgono all’entrate le clienti…

…ed alcuni abitini si fanno notare nella zona accessori.

Non poteva mancare una dolce area ristoro, per rendere ancora più piacevole chiaccherare di cosmetici e cucito con crostate e muffin fatti in casa.

Ancora grazie a Belle et Beau per l’ospitalità ed a Costanza per aver reso tutto perfetto!

Fashion Spring Tea

Sono contentissima ed un po’ emozionata d’invitare tutte le amiche e gli amici della Giraffa a partecipare al Fashion Spring Tea, un evento che si terrà sabato 5 aprile a partire dalle 16.00 e che vedrà le mie creazioni ospiti della profumeria artistica Belle et Beau, in via XXX Ottobre 6/b a Trieste.

beb

Belle et Beau è qualcosa di più di una semplice profumeria, è un negozio elegante e raffinato dove entrare per sentirsi belle e coccolate; Costanza ed Emanuele vi guidano attraverso una raffinata selezione di prodotti per il viso e per il corpo e vi aiutano a scegliere la crema, il profumo, il make-up più adatto al vostro viso, al vostro look o al vostro umore. Io li conosco da moltissimi anni ed ho sempre avuto una grande fiducia e sicurezza nell’affidarmi a loro per le scelte di creme e cosmetici. Provare per credere 😉

Accanto ai prodotti più tradizionali, la loro profumeria offre alle clienti una selezione di accessori e gioielli; in questo ambito hanno scelto di ospitare alcune delle mie creazioni, fra cui le bag organizer, i sacchetti portabiancheria e, novità assoluta per il negozio, una serie di abiti e accessori per bambini.

Le bag organizer ormai le conoscete bene, ma guardate come cambiano ogni volta grazie alle stoffe diverse ed agli abbinamenti proposti…

Non mi resta quindi che darvi appuntamento a sabato pomeriggio, a partire dalle ore 16.00, presso Belle et Beau, a Trieste in via XXX Ottobre 6/b; troverete queste due nuovissime bag organizer e molto altro.

Venite a vederle dal vivo, vi aspettiamo “armati” di the e dolcetti: un motivo in più, no?

SAL Sheep Virtues: gennaio – marzo

Era l’inizio dell’anno, in giro era pieno di bellissimi schemi nuovi ed iniziative crocettose allettanti ed io… Non ho saputo resistere e mi sono iscritta ad un nuovo SAL, organizzato dalla carissima Faby; così in compagnia di tante velocissime amiche ricamerò ogni mese uno degli schemi delle pecorelle di Little House Needleworks.

Ecco gli arretrati che non avevo pubblicato: gennaio

Febbraio

E marzo, appena finito.

Le idee sul cosa farne alla fine (saranno 12) sono ancora un po’ vaghe; di certo non li vorrei tenere su un’unica tela, ma ritagliare ed utilizzare per 12 oggettini, uguali o diversi, da regalare o da tenere per me… Ok, non ho proprio le idee chiare, se volete lasciarmi qualche suggerimento…. Sarà gradito!

100 modern quilt blocks by Tula Pink

Fra un vestitino ed un corredino, cominciavo a sentire la mancanza di un po’ di “sano” patchwork… Ho così preso al volo l’occasione di iscrivermi ad un SAL, per dirla in termini crocettosi, un gruppo che lavorerà insieme per 10 mesi costruendo, ognuno per sé, dei blocchi patch tratti dal libro “100 modern quilt blocks” di Tula Pink, disegnatrice di stoffe ed autrice di libri di successo, stando a quanto si legge sul web. Il gruppo ed il concorso collegato sono organizzati dal sito Sogni di patchwork e da parecchi sponsor; i progressi delle decine di colleghe che mi accompagnano in quest’avventura potete vederli sulla pagina facebook dedicata.

La cadenza del lavoro è mensile, l’impegno richiesto è la costruzione di 6 blocchi alla volta. Questi sono quelli di marzo.

Ho scelto di utilizzare le stoffe originali Tula Pink, unite agli opportuni “solid” (dicesi tinte unite); mi piacciono, sono molto vivaci e colorate, ma ho visto delle versioni on bianco/nero/grigio, magari con un pizzico di rosso e di fucsia, che mi fanno impazzire… Sarà per il prossimo quilt 😉

In guardia maschietti, son arrivati i pantaloncini!

Rieccomi finalmente! La causa della mia incostante presenza è l’arrivo della primavera; lo so che mancano ancora un paio di giorni, secondo il calendario, ma il sole, il clima tiepido (non so come vestirmi!!) e le giornate più lunghe mi hanno rallegrata ed al tempo stesso gettato addosso quel torpore tipico del periodo, che mi fa essere inconcludente e mi tiene, fra l’altro, stranamente lontana dalla macchina da cucire a dal pc. Mentre aspetto che questa inedita sensazione passi (ho tante belle stoffine nuove da lavorare, che se ci penso mi prudono le dita e gli aghi!), vi mostro la piccola novità che avevo preannunciato alla fine dell’ultimo post: ho fatto finalmente qualcosa da vestire anche per i maschietti!

Degli adorabili bermudini in cotone leggero, con l’elastico in vita e tante fantasie buffe…

In “tinta unita” oppure con due tessuti abbinati, sempre sul tema “mostri”.

Per sperimentare sono rimasta sulle taglie più piccole, 12 e 18 mesi, ma ora che ci ho preso mano ci possiamo “allungare” un po’!

Ovviamente, con i tessuti giusti, starebbero bene anche alle bimbe che desiderano un look comodo e sportivo per giocare con i loro amichetti.

Buon inizio di primavera a tutti!

Top bambini e cavalli

Terzo appuntamento con la mini sfilata dedicata agli abiti da bambina realizzati con le stoffe della collezione “Wee Wander”. Questi che vi mostro oggi sono dei top, realizzati con il modello con il collo squadrato che è stato forse quello più apprezzato dalle mamme, per la possibilità di utilizzarlo in vari contesti, sia eleganti che sportivi.

Rispetto al taglio dei vestitini con le lucciole, questi sono più corti, pensati per arrivare sotto il culetto delle bimbe ed essere indossati con un bel paio di leggings colorati.

La fantasia dai colori vivaci rappresenta dei bellissimi cavallini bianchi che galoppano in una radura fiorita e c’è persino una baby amazzone a cavallo. A me è piaciuta un sacco, a breve voglio provarla anche in altri colori!

I top sono disponibili nelle taglie 2 e 3 anni

Vi lascio con un piccolo scoop: nei prossimi giorni vi mostrerò qualche esperimento dedicato – udite udite – ai maschietti! A presto!

 

Vestitino bambini e cerbiatti

Finalmente una domenica di sole, non mi sembra vero! A questo primo meraviglioso scorcio di primavera dedico questo nuovo vestitino da bambina, realizzato con questa dolce fantasia di alberi in fiore, bambini che giocano con gli animali del bosco e vanno a caccia di lucciole.

Disponibile in taglia 1 anno, con questi colori delicati sarebbe perfetto anche per vestire una pupetta per una cerimonia estiva.

Un dettaglio di questa bellissima fantasia…

Godetevi questa splendida giornata, noi ci rileggiamo la prossima settimana, con nuovi pezzi di questa collezione primaverile.

Vestitini bambini e lucciole

Oggi diamo il via ad una piccola serie di post dedicata a dei vestitini creati con una bellissima collezione di tessuti di cui mi sono innamorata a prima vista (Wee Wander by Sarah Jane).

I primi che desidero mostrarvi sono in assoluto i miei preferiti: sono ricavati da un tessuto sfumato che disegna un paesaggio fatto da bambini e bambine che rincorrono le lucciole in mezzo all’erba ed ai cespugli. Ce ne sono due versioni, una sul rosa-viola, una sul blu-verde acqua, entrambe di grande effetto. La parte superiore del vestito è poi cucita con il rispettivo coordinato, stampato con dei grandi pois che rappresentano lucciole e barattoli.

Li ho realizzati, in entrambi i colori, nelle taglie 4 e 5 anni; non è possibile realizzarli in taglie inferiori perché sarei costretta a tagliare il disegno, che è troppo bello così com’è, non trovate?

Fronte

Retro

Rosa o blu? Il rosa e bellissimo e sempre gradito alle bambine, il blu, se possibile (e per dirlo io…), è ancora più bello del suo gemello, facendo risaltare tantissimo il disegno…

Fronte

Retro

Restate sintonizzate per vedere come prosegue questa mini sfilata giraffica 😉

Borsa Country Kitty

Ho cucito una borsa! Vi sembrerà banale, per una che vive aggrappata come me alla macchina da cucire, ma ho uno strano rapporto con le borse di stoffa; è difficile che mi piacciano una volta finite e guardo sempre i cartamodelli con molta diffidenza, segretamente (ma neanche tanto) impaurita di non capirci molto. E così i libri e modelli comprati negli anni si accumulano pazienti nella mia libreria, mentre io li sfoglio a turno, scelgo stoffe e abbinamenti, ma non passo mai alla loro realizzazione.

Per questo non mi sono lasciata scappare un recente laboratorio dell’associazione La Corte di Artù (cercatela su FB!), che proponeva la realizzazione della bellissima Amelie Bag creata dalla Federica Country Kitty. Per questa borsa ho scovato nel mio armadio un tweed marrone con un filo di rosa che avevo da un po’ e ci ho abbinato una cotonina a pois; volevo che il primo tentativo si ispirasse un po’ allo stile di Federica, che a me piace molto.

Eccomi, dopo una full immersion di cucito, pronta a sfoggiare la mia Amelie Bag.

Avrei già la stoffa pronta per il secondo tentativo, pigrizia permettendo… 😉

Coperta Country Dolls: 8° blocco

Sempre lente ma inesorabili, ecco un altro piccolo passo verso il completamento della bellissima coperta Country Dolls: il blocco di ottobre, che per noi vuol dire che 8 su 12 sono fatti… Ci vorrà ancora un bel po’ d’impegno! In ogni caso, questa è la mia piastrella; la fa da padrona questa stoffa rossa a fiori/pois, che trovo vada benissimo per un cappottino autunnale.

Silvia, la mia compagno di viaggio in quest’avventura patchwork, ha completato il suo blocco di settembre (il mio l’avevo già pubblicato qui), con questa bellissima varietà di viola che io le ho copiato.

Ed ecco anche la piastrella di ottobre completata da Silvia; cappottini gemelli per le nostre dolls, l’abbinamento ci piaceva troppo 😉

Proprio in questi giorni sono al lavoro sulla piastrella di novembre, speriamo di mantenere il ritmo!

Le presine dell’amore

Qualche settimana fa Silvia ha riscoperto un acquisto comune fatto all’ultima fiera di Vicenza, una coppia di pannelli con le immagini degli animali dell’arca di Noè; mentre lei ha progetti ben più ambiziosi per il suo, io ho tagliato e cucito, a cavallo di San Valentino, un bel po’ di presine. E’ un oggetto che non cucio quasi mai e magari lo troverete banale ma… Non sono deliziose??

Qual è la vostra preferita? Di certo noi non possiamo avere dubbi, la coppia migliore è questa!

Buona domenica!

 

Bag organizer: macchine fotografiche vintage

Per questa nuova coppia di bag organizer ho scelto una cotonina stampata con una fantasia di macchine fotografiche vintage, abbinate a dei coordinati coloratissimi sui toni dell’arancio, marrone e verde acqua. Vi piacciono? Non sono esattamente i miei colori, ma le trovo talmente allegre ed originali che spero vi conquisteranno subito 😉

Le stoffe dell’esterno e dell’interno sono uguali, cambiano, fra le due, i colori delle tasche grandi e piccole, facendo prevalere nel primo caso l’arancione, nel secondo il marrone. Ecco la prima…

Questa è la seconda…

Trovate le due nuove bags sulla mia pagina etsy, insieme alle precedenti ancora disponibili 😉

Vestitini con le ballerine

Buongiorno amiche della Giraffa, oggi diamo il via alla stagione primavera estate della “moda bimbi”; lo so che siamo ancora in inverno, anche se non si direbbe, ma lo sapete meglio di me che nelle riviste di moda ammiriamo sempre le nuove collezioni nella stagione sbagliata 😉 Quindi via alla prima mini-sfilata giraffica!

Dopo il vestitino con le ballerine della scorsa estate, ecco una nuova coppia di vestitini con le ballerine… Ma questa volta si tratta di scarpette! Tantissime, colorate, con fiocchetti, pois, righine, io me ne sono innamorata a prima vista!

Ne ho cuciti due, entrambi taglia un anno, con il medesimo interno della pettorina, ma con due diversi coordinati per fiocco e volant finale. Li ho lasciati nelle mani del Giraffo, che me li ha riconsegnati insieme ad un super servizio fotografico!!

Mamme, nonne, zie, amiche, se volete iniziare a pensare a qualche regalino per le vostre cucciole… Li trovate su etsy 😉

Buona settimana!

Il corredino di Benedetta

Finito il corredino della piccola Vittoria, mi sono dedicata ad un’altra bambina, Benetta, a cui la mamma ha voluto regalare un set tutto nuovo per iniziare bene il nido.

Per il corredino della sua bimba, la mamma di Benedetta ha scelto tutte le stoffe più belle dello scorso anno: dinosauri rosa per la pochette…

…principesse e casette parigine per i bavaglini…

…ballerine per il sacchetto, coordinato con l’asciugamano con il diminutivo di Benedetta…

…ed infine un po’ di mostri lilla per il secondo sacchetto con il suo asciugamano.

Notate qualcosa di nuovo (e bellissimo!)? Il sacchetto è personalizzato con il nome, ricamato con la mia nuova “compagna di stanza”… Devo prenderci ancora un po’ mano, ma prima o poi ve la presento per bene 😉

Ancora una volta grazie mille per l’opportunità di creare per i più piccoli, mi piace un sacco! A presto, con nuove stoffe e nuove creazioni :)

Bag organizer: casette ed indirizzi

Se, dopo aver letto il titolo, vi state domandando “ma non sei stufa di queste borsette?” la mia risposta è…. No! Lo so che il progetto è sempre lo stesso, ma continuo a trovare stoffe nuove, collezioni perfette da mixare creando tasche, manici, fodere, ecc. ottenendo bags sempre diverse e sempre carine, almeno secondo me 😉

E poi… Non avevamo detto che le bag organizer sono l’accessorio dell’anno? In attesa di conferma, vi mostro le ultime quattro realizzate nelle scorse settimane.

Adoro questa collezione, che abbina file di casette ad alberelli stilizzati, ad indirizzi battuti a macchina fitti fitti, a cartine stradali e fiori stilizzati, alternando i colori panna, grigio, bordeaux ed una punta di verde chiaro.

La cosa che più mi diverte del creare queste bag è che quando le mostro alle amiche, di norma scelgono ognuna una borsa diversa; è proprio questa varietà di gusti che contraddistingue ognuno di noi che mi fa venir voglia di cercare abbinamenti sempre diversi, sperando di accontentare più persone possibili.

Se volete partecipare anche voi a questo sondaggio informale, lasciatemi un commento indicando la vostra preferita (o suggerendomi di cambiare genere 😉 ).

Per oggi è tutto ma siete avvisate… Ci sono già nuove stoffe in lavoro!

P.S. Se vi siete innamorate di una bag… La trovate su etsy 😉

Il corredino di Vittoria – seconda parte

Dopo il set di bavaglini – sacchettino – pochette coordinati, è ora di pensare alla cameretta che la piccola Vittoria condividerà con la sorellina Anna. Ecco quindi un cuscino personalizzato con l’iniziale di ogni bimba.

Non poteva mancare anche un metro, per misurare la crescita delle sorelline e decorare la cameretta; l’ho ricavato da uno degli ultimi pannelli di Nancy Halvorsen, arricchendolo con le applicazioni dei nomi.

Spero che il corredino giunga presto a destinazione e faccia felici bimbe e genitori; grazie a tu-sai-chi che mi ha proposto questa bella sfida 😉

La copertina con squali e pirati

Finalmente qualche giorno fa ho consegnato l’ultimo dei miei regali di Natale; si tratta della copertina per il mio piccolo figlioccio Lorenzo, detto anche l’Isolano, visto che la scorsa estate ha ben pensato di nascere, in anticipo, durante un viaggio in Sardegna dei suoi genitori.

In omaggio quindi a questo suo – evidente – amore per il mare, dopo la coppia di bavaglini a squaletti, è finalmente arrivata la copertina coordinata, tutta pirati e mappe del tesoro.

Lorenzo, spero che ti piaccia e ti faccia fare dei bei sogni avventurosi 😉

Bag organizer: ormai è mania!

Mi spiace per quelle a cui (ancora) non piacciono, ma non posso più fare a meno… Di cosa? Ma di creare nuove bag organizer! Complici delle nuove stoffe appena arrivate e delle fantasie meno nuove rispuntate al momento giusto, non faccio altro che provare accostamenti, tagliare e cucire. Ecco due delle nuove nate.

La prima è molto simile alla capostipite, quella che ho tenuto per me: le fantasie sono molto moderne ed accattivanti, quella che preferisco è certamente la stoffa con i grandi pois che ho utilizzato per le taschine laterali.

La seconda, grazie al tono quasi militare del verde, si mimetizzerà perfettamente nelle borse o si farà notare se portata da sola come una miniborsa.

Se anche voi siete state contagiate dalla mania delle bag organizer, fate una visita alla mia pagina etsy 😉

Buona giornata!

Il corredino di Vittoria – prima parte

Pronte per un post stucchevole?? Ok, io vi ho avvisate!

Un paio di mesi fa una cara amica mi ha investita di un compito meraviglioso: realizzare un ricco corredino per il bambino, o la bambina, di un collega. La proposta, già di per sé bellissima, si è ancora più allettante quando si è saputo che il fiocco sarebbe stato rosa. Nooooooooon che io abbia preferenze di colore, ma avendo delle nuovissime stoffe che non vedevo l’ora di utilizzare… Perfetto! Così, nelle ultime settimane ha preso forma questo corredino zuccheroso.

Bavaglini in quattro fantasie, una pochette ed un sacchetto di stoffa…

Una dolce ippopotamina ed un asciugamano con il nome della piccola…

Il tutto coordinato, ovviamente, con tutte queste fantasie è stato facile e divertente.

Il Giraffo si è sbizzarrito particolarmente con le foto, mi sa che regalargli il flash a Natale è stata un’idea azzeccata, che dite?

Il corredino non finisce qui; prossimamente la seconda parte. Nel frattempo, buona domenica a tutti!

Bag organizer: nuove fantasie!

Ebbene sì, la produzione compulsiva è ripartita 😉 Dopo aver esaurito le mie “scorte” in occasione del Natale, ho ricominciato a cucire le mie adorate bag organizer.

Tutto merito di queste magnifiche stoffe, acquistate un paio di mesi fa, che mi sono divertita a mescolare fra loro in tre modi diversi.

Fantasie molto diverse fra loro, ma comunque legate da un filo conduttore, attraverso vecchi caratteri di stampa, scritte a mano, dettagliate immagini di farfalle, numeri e misure che ricordano i vecchi metri di legno.

La funzione è sempre la stessa, ovvero permettere a noi donne di tenere in ordine gli oggetti che dobbiamo sempre avere con noi e trovare al volo. Se volete togliervi uno sfizio o provarle come regalo per l’amica del cuore, la mamma o la collega trendy le trovate sulla mia pagina etsy!

La produzione continua: ho un sacco di abbinamenti possibili in testa, ma il tempo ultimamente è particolarmente tiranno e la Bernina tira un po’ il fiato… Ma ci rifaremo!

Cuci e Vinci: l’epilogo

Siamo arrivate all’epilogo di questo primo “Cuci e Vinci”: amiche e amici di facebook hanno votato senza risparmiarsi i sei bellissimi quaderni in gara; quello che ha ottenuto più mi piace è stato quello di Barbara di Briciole di fantasia, un tripudio di sartine laboriose, passamanerie ed accessori vari.

E’ stato poi il momento di sorteggiare la vincitrice del premio dedicato alle votanti; trovate le foto dell’estrazione che ha visto vittoriosa la mia amica Anna sulla pagina facebook.

Congratulazioni alle due vincitrici ed un affettuoso grazie per aver accolto con entusiasmo questa nuova iniziativa giraffica; più persone mi hanno chiesto se ci sarà un bis e… Potrebbe esserci nei prossimi mesi! Voi intanto portatevi avanti con qualche quaderno, che male non fa 😉

A presto con nuove creazioni!

Tutorial grembiulino da bambino

Dopo aver accontentato le bambine con un grembiulino bordato da un romantico volant, oggi pensiamo ai maschietti con un grembiule ideale per incoraggiare i loro esperimenti in cucina. E’ adatto ai bambini dai 4 anni in su, che lo potranno usare per parecchio di tempo, giocando ai piccoli Masterchef.

Partiamo dalla lista dei materiali:

– 45 x 46 cm di tessuto per il davanti del grembiule;

– 10 x 28 cm di tessuto per il bordo superiore della pettorina;

– 4,5 x 45 cm di tessuto per ognuno dei 4 lacci (io ho utilizzato due fantasie diverse per renderlo ancora più movimentato);

– 3 rettangoli larghi 16,2 cm ed alti 17 cm per le 3 tasche (possono essere tutti diversi oppure, come ho fatto io, due uguali ed uno diverso);

– 54 x 46 cm di tessuto per il retro del grembiule;

– filo per cucire.

Ora prepariamo il cartamodello: scaricate il file cliccando qui, stampatelo (è il formato pdf, non dovreste avere problemi con le dimensioni; in ogni caso, controllate le misure del quadrato di verifica), ritagliate i 3 pezzi e congiungeteli fra loro con l’aiuto di un po’ di scotch, facendo combaciare a due a due le coppie di lettere.

Pronte? Si parte! Prendete la stoffa per il davanti del grembiule, piegatela a metà (ottenendo un rettangolo da 45 x 23 cm), stirate leggermente sulla piega; prendete il cartamodello, piegatelo sulla linea tratteggiata in modo da ridurlo e sovrapponetelo alla stoffa (seguite l’indicazione del lato in cui dev’esserci il tessuto piegato); spillate in modo da fissare il cartamodello alla stoffa e tagliate l’eccedenza.

Ottenuta così la prima parte del grembiule, togliete la carta, riaprite la stoffa e stirate per eliminare la piega. Sovrapponete, diritto contro diritto, il rettangolo di staffa di 10 x 28 cm al bordo superiore della sagoma del grembiulino appena ritagliata (attenzione se la stoffa ha un verso!), spillate e cucite a distanza piedino (io ho utilizzato il piedino da 0,6 cm).

Eliminate gli spilli e stirate bene, sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo la cucitura.

Piegate a metà la sagoma del grembiule, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello non piegato, fissate con gli spilli e tagliate via l’eccedenza.

Prepariamo le tasche: sovrapponete, diritto contro diritto 2 dei rettangoli e cuciteli lungo una delle altezze (17 cm).

Ripetete la stessa operazione per attaccare il terzo rettangolo, quindi stirate bene sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo le cuciture.

A questo punto piegate ora su se stesso il bordo superiore della vostra striscia per poco meno di 1 cm, stirate bene e piegate nuovamente per un cm, stirate per fermare la piega.

Cucite a distanza piedino lungo tutto il bordo superiore in modo da finire l’orlo.

Appoggiate la striscia delle tasche sopra la sagoma del grembiule, facendo coincidere i bordi inferiori dei due pezzi; spillate bene e cucite lungo le due cuciture delle tre tasche. Potete mimetizzare la cucitura ripassando sulla cucitura che univa i rettangoli fra loro oppure fare una cucitura evidente: io ho cucito a zig zag utilizzando un filo che risaltasse sulle stoffe. Fissate inoltre le tasche al grembiule cucendo i bordi laterali ed inferiore della striscia delle tasche. Utilizzate il piedino normale spostando l’ago al massimo in modo da ridurre il margine di cucitura.

Passiamo ai lacci: prendete le 4 strisce di tessuto (io ne ho fatte due un po’ più corte e due un po’ più lunghe per sfruttare dei pezzi di tessuto già tagliato, voi potete considerare una lunghezza media di 45 cm). Su ciascun laccio dovete eseguire i passaggi indicati nella foto seguente: piegate un lato corto per circa 1 cm e stirate; piegate uno dei lati lunghi per circa 1 cm (o meno) e stirate; ripetete la stessa cosa sull’altro lato lungo, sempre stirando bene; infine piegate tutto a metà nel senso della lunghezza e cucite la striscia ottenuta, tenendovi ad un paio di millimetri dai due lati lunghi che avete fatto combaciare. Notate che otterrete così un capo ben rifinito e uno no, non importa, perché il secondo capo verrà infilato in cucitura e non si vedrà.

Fissate i 4 lacci alla sagoma del grembiule con degli spilli; fate attenzione a lasciare liberi i capi rifiniti dei lacci. Tenetevi ad 1 cm circa dagli angoli.

Passiamo al retro: piegate la stoffa su sé stessa, ottenendo un rettangolo da 54 x 23 cm, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello, spillate e ritagliate l’eccedenza.

Togliete spilli e carta, aprite e stirate la carta in modo da eliminare la piega e sovrapponete, diritto contro diritto, la sagoma del retro al davanti del grembiule. Facendo attenzione a tenere “dentro” i lacci (ben distesi), spillate tutto intorno e cucite a distanza piedino, lasciando un tratto aperto su uno dei lati (io ho utilizzato il piedino da 0,7); così facendo dovreste essere sicure di coprire le cuciture fatte precedentemente per fissare le tasche.

Togliete gli spilli, tagliate gli angoli ed eseguite dei taglietti lungo tutti i margini curvi, vi aiuterà a rigirare più facilmente il grembiulino.

Rigirate il grembiulino, passando un bastoncino o una matita dall’interno per fare uscire bene le cuciture tutto intorno. Stirate bene e cucite lungo tutto il bordo tenendovi a circa 0,5 cm dal bordo, chiudendo così il tratto lasciato aperto per rigirare. Se vi piace, potete fare una o più cuciture lungo il bordo inferiore della striscia di tessuto coordinato della pettorina, magari con un filo di colore contrastante.

Il grembiulino è pronto per essere indossato da un piccolo aspirante chef!

Spero che questo tutorial possa tornarvi utile 😉

Se poi non avete voglia o tempo per cucire… Date un’occhiata al mio negozietto etsy, magari trovate qualche idea regalo che faccia il caso vostro!

Cuci e Vinci: via alle votazioni!

Questa notte è scaduto il termine per partecipare al “Cuci e Vinci”, il primo concorso dell’anno per questo blog; sono molto contenta perché l’idea è stata accolta con molta simpatia da un sacco di amiche, tanto che ci potrebbe essere un seguito nei prossimi mesi… Ma veniamo a noi. Le partecipanti che hanno postato una foto della loro creazione sulla pagina facebook della Giraffa sono ben sei (Lara, Silvia, Roberta, Laura, Anna e Barbara); tutti i lavori sono belli, molto diversi fra loro e tutti personalizzati, chi ci ha inserito un ricamo, chi l’ha ricoperto di cuori, chi ci ha applicato passamanerie e bottoncini… Insomma, avrete l’imbarazzo della scelta! Sì, perché adesso tocca a tutte voi scegliere il vostro progetto preferito, la cui autrice vincerà il premio promesso.

Ma, come promesso, c’è di più: fra tutte le votanti verrà sorteggiata una vincitrice che riceverà…

Un quaderno ad anelli rivestito, tanto per restare in tema!!

Poche regole per partecipare:

– andate sulla pagina facebook lagiraffa.me

– già che ci siete, se non l’avete ancora fatto, cliccate “mi piace” (grazie!!)

– guardate bene le foto delle nostre partecipanti, scegliete quella che vi piace di più e cliccate “mi piace”; per favore, cliccate solo sul vostro quaderno preferito

– avete tempo fino alle ore 20.00 di domenica 19 gennaio 2014

– tornate a trovarmi dopo il termine per scoprire quale fra le sei creative si sarà aggiudicata i fat quater in palio e chi avrà vinto il quaderno porta cartamodello targato La Giraffa.

In bocca al lupo a tutte!!

 

Tutorial grembiulino da bambina

Nuovo appuntamento con i tutorial della Giraffa; oggi vi mostro come realizzare un grembiulino per una bambina, molto simile a quelli che avete visto nei mesi scorsi sulle pagine di questo blog. E’ adatto alle bambine dai 4 anni in su, che lo potranno usare per un sacco di tempo, grazie a dei comodi lacci che permetteranno alle piccole cuoche di adeguare il grembiulino alla loro (crescente) altezza.

Partiamo dalla lista dei materiali:

– 45 x 46 cm di tessuto per il davanti del grembiule;

– 10 x 110 cm di tessuto per il bordo superiore della pettorina e per il volant;

– 9 x 110 cm di tessuto per i lacci (io ho utilizzato la medesima fantasia del punto precedente);

– 54 x 46 cm di tessuto per il retro del grembiule;

– filo per cucire e per imbastire.

Ora prepariamo il cartamodello: scaricate il file cliccando qui, stampatelo (è il formato pdf, non dovreste avere problemi con le dimensioni; in ogni caso, controllate le misure del quadrato di verifica), ritagliate i 3 pezzi e congiungeteli fra loro con l’aiuto di un po’ di scotch, facendo combaciare a due a due le coppie di lettere.

Pronte? Si parte! Prendete la stoffa per il davanti del grembiule, piegatela a metà (ottenendo un rettangolo da 45 x 23 cm), stirate leggermente sulla piega; prendete il cartamodello, piegatelo sulla linea tratteggiata in modo da ridurlo e sovrapponetelo alla stoffa (seguite l’indicazione del lato in cui dev’esserci il tessuto piegato); spillate in modo da fissare il cartamodello alla stoffa e tagliate l’eccedenza.

Ottenuta così la prima parte del grembiule, togliete la carta, riaprite la stoffa e stirate per eliminare la piega. Prendete la striscia di stoffa coordinata alta 10 cm, eliminate la cimosa e tagliate un pezzo da 28 cm. Sovrapponetelo, diritto contro diritto, al bordo superiore della sagoma del grembiulino appena ritagliata (attenzione se la stoffa ha un verso!), spillate e cucite a distanza piedino (io ho utilizzato il piedino da 0,6 cm).

Eliminate gli spilli e stirate bene, sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo la cucitura.

Piegate a metà la sagoma del grembiule, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello non piegato, fissate con gli spilli e tagliate via l’eccedenza.

Prepariamo il volant: piegate a metà nel senso della lunghezza (diritto contro diritto) quello che rimane della striscia di tessuto coordinato alta 10 cm.

Cucite a distanza piedino i due lati corti e tagliate l’angolo, come indicato nella foto.

Risvoltate la stoffa facendo particolare attenzione agli angoli, stirate la striscia ottenuta e fate una cucitura (a macchina, allungando il punto diritto) in modo da tenere insieme i due lati lunghi. Fate attenzione a tenervi il più possibile vicino al bordo della stoffa (io ho utilizzato il piedino base della macchina spostando al massimo l’ago a lato).

A questo punto bisogna arricciare la stoffa lungo il lato lungo sul quale avete appena fatto la cucitura; io utilizzo il piedino pieghettatore della Bernina (un oggetto meraviglioso, che se amate i volant quanto me dovete proprio farvi regalare alla prima occasione). Se non disponete di questo aiuto, nessun problema: con il filo da imbastitura fate un punto filza lungo il bordo, poi tirate un po’ alla volta facendo arricciare la stoffa in modo il più possibile omogeneo. L’obiettivo è di far combaciare la striscia arricciata al bordo inferiore della sagoma del grembiule (lasciate libero solo 1 cm della sagoma del grembiule per ogni lato); sovrapponete, diritto contro diritto (fate sempre attenzione se la fantasia del vostro volant ha un verso!), come indicato nella foto. Spillate e cucite; anche in questo caso, tenete l’ago un po’ spostato a lato, in modo da fare una cucitura più stretta rispetto alla normale “distanza piedino”).

Passiamo ai lacci: prendete il tessuto da 9 x 110 cm, eliminate la cimosa e tagliatelo a metà sia nel senso della lunghezza, che nel senso della larghezza, ottenendo così 4 strisce uguali da 4,5 x 54 cm circa.

Su ciascun laccio dovete eseguire i passaggi indicati nella foto seguente: piegate un lato corto per circa 1 cm e stirate; piegate uno dei lati lunghi per circa 1 cm (o meno) e stirate; ripetete la stessa cosa sull’altro lato lungo, sempre stirando bene; infine piegate tutto a metà nel senso della lunghezza e cucite la striscia ottenuta, tenendovi ad un paio di millimetri dai due lati lunghi che avete fatto combaciare. Notate che otterrete così un capo ben rifinito e uno no, non importa, perché il secondo capo verrà infilato in cucitura e non si vedrà.

Fissate i 4 lacci alla sagoma del grembiule con degli spilli; fate attenzione a lasciare liberi i capi rifiniti dei lacci. Tenetevi ad 1 cm circa dagli angoli.

Passiamo al retro: piegate la stoffa su sé stessa, ottenendo un rettangolo da 54 x 23 cm, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello, spillate e ritagliate l’eccedenza.

Togliete spilli e carta, aprite e stirate la carta in modo da eliminare la piega e sovrapponete, diritto contro diritto, la sagoma del retro al davanti del grembiule. Facendo attenzione a tenere “dentro” il volant ed i lacci (ben distesi), spillate tutto intorno e cucite a distanza piedino, lasciando un tratto aperto su uno dei lati (io ho utilizzato il piedino da 0,7); così facendo dovreste essere sicure di coprire le cuciture fatte precedentemente per fissare il volant.

Togliete gli spilli, tagliate gli angoli ed eseguite dei taglietti lungo tutti i margini curvi, vi aiuterà a rigirare più facilmente il grembiulino.

Rigirate il grembiulino, passando un bastoncino o una matita dall’interno per fare uscire bene le cuciture tutto intorno. Stirate bene e cucite lungo tutto il bordo tenendovi a circa 0,5 cm dal bordo, chiudendo così il tratto lasciato aperto per rigirare. Se vi piace, potete fare una o più cuciture lungo il bordo inferiore della striscia di tessuto coordinato della pettorina, magari con un filo di colore contrastante.

Il grembiulino è pronto per essere indossato da una piccola ed elegantissima pasticcera in erba!

Consapevole (ahimè) che la maggior parte dei più famosi chef sono uomini… Sto preparando anche la versione da maschietto, tornate presto a trovarmi!

Set da cucina parigino

Mentre iniziano ad arrivare sulla pagina facebook le prime foto per il “Cuci e Vinci” (grazie!! Continuate così!), vorrei dedicare un paio di post alle foto di alcune commissioni e regali realizzati per il Natale appena trascorso. Cominciamo da questo set per la cucina, composto da un grembiule ed una coppia di tovagliette all’americana, d’ispirazione parigina.

Vi sembra di ricordare la stoffa? E’ la versione non-rosa della fantasia di cui ci siamo innamorate quasi tutte la scorsa primavera 😉 Qui l’ho utilizzata in abbinata al coordinato con scritte francesi nere su bianco.

L’abbinamento mi è piaciuto, nonostante l’assenza del rosa, spero l’abbia gradito anche la destinataria 😉

Buon inizio (vero) di settimana!

Cuci e Vinci di inizio anno!

Buon anno a tutti!!

Pensavo a quale potesse essere il modo migliore per iniziare il 2014 e… Che ne dite di un concorso giraffico??

Ecco le regole: realizzate un copriquaderno ad anelli utilizzando uno dei tutorial che trovate su questo blog. Potete scegliere la versione capostipite con il cupcake, oppure la variante portacartamodelli con la macchina da cucire oppure la versione alternativa del ricettario; ma – attenzione – potete anche utilizzare altre immagini, inserire un ricamo al posto di alcune stoffe o personalizzarlo a vostro modo, basta che l’ispirazione per la vostra creazione vi sia arrivata da queste pagine.

Postate una foto della vostra creazione sulla pagina facebook della Giraffa entro il 15 gennaio 2014; successivamente condividerò tutte le foto ricevute e darò il via ai “mipiace!”. L’autrice del quaderno più votato vincerà un set di 5 fat quater coordinati; ci sarà inoltre un premio, che ancora non vi svelo, per tutte le amiche che parteciperanno alla votazione.

Che aspettate? Se non avete già realizzato un quaderno utilizzate questo bel week end lungo che abbiamo davanti per tagliare, cucire e… postare!

In bocca al lupo!

Tartan Coperta Natale 2013

Che Natale sarebbe senza la lotteria delle TartaNrughe??

Quest’anno si è fatta attendere un pochino di più, il progetto scelto era talmente impegnativo, oltre che bello, che siamo arrivate proprio a ridosso del Natale con la nostra tradizionale coperta; ma ora siamo pronte per tentare, insieme a voi, la fortuna, aiutando al tempo stesso un sacco di bambini.

Anche quest’anno il tema della coperta è natalizio, con tante belle immagini e scritte che ci ricordano, in questo periodo difficile un po’ per tutti, quali sono le cose belle ed importanti della vita: la pace, la famiglia, gli abbracci, una risata con un amico…

Trovate tutte le informazioni utili sul sito internet delle Tartanrughe; qui di seguito vi faccio solo un piccolo sunto. Se vorreste avere a casa vostra questa coperta, cucita a mano da molteplici “zampette”, potete comprare uno o più dei nostri biglietti; acquistando un biglietto date intanto 10 euro all’AGMEN FVG, che fa un sacco di belle cose a favore dei bambini più sfortunati. Avete poi la possibilità di vincere la coperta o uno dei premi di consolazione che trovate fotografati sul nostro sito; l’estrazione è basata sul gioco del lotto, quindi massima trasparenza per il controllo dei vincitori. Noi daremo l’intero ricavato dalla vendita dei biglietti all’AGMEN, senza trattenere alcuna spesa. Se il fortunato vincitore non abita a Trieste poco male, riceverà, a nostre spese, un bel pacco proprio a casa sua!

Per prenotare i biglietti potete scrivere a me oppure seguire le istruzioni sul Tartansito. In bocca al lupo!

Nuovi Ghastlies in cucina

Quest’ultima settimana è letteralmente volata ed il blog è rimasto indietro: qualche acciacco fisico (diventerò mica vecchia?!) e troppo lavoro ed impegni extra mi hanno tenuta lontano dalla mia Berni. Sperando di ritornare presto a realizzare almeno qualcuna delle idee che mi frullano in testa, oggi vi mostro l’ultimo tris di tovagliette all’americana realizzate con la stoffa dei Ghastlies, questa volta su sfondo bianco.

E già che avevo in mano queste stoffe… Come non cadere nella tentazione di provare uno degli ultimi grembiulini con loro?? Il risultato è adorabilmente lugubre, voi che dite?

Buon inizio di settimana e buona rincorsa al Natale 😉

Coperta Country Dolls: 7° blocco

Tanto abbiamo faticato per tenere il ritmo in estate, che sembrava la stagione più difficile… Ma arrivate a settembre il progetto comune di Silvia e mio si è arenato per bene dietro a mille impegni e cose da fare. Le bambine dei mesi targate Country Dolls però ci piacciono troppo, quindi la parola d’ordine ora è RECUPERARE!

Quindi, ignorando le ormai rigide temperature di dicembre, oggi vi mostro il blocco settembrino: un tripudio di viola e lilla, in tutti i toni e fantasie, con un meraviglioso verde scuro a pois a fare da cornice con la (lunghissima) scritta del mese.

Sono diventata a dir poco scema con il punto festone, credo sia uno dei blocchi peggiori per la quantità di pezzi e pezzettini da bordare. D’ora in poi andrà meglio, vero?? Ho già scelto i colori anche per ottobre (molto convinta) e novembre (speriamo bene); se qualcuna ha voglia di far pratica con il festone… Porte aperte!!

Buona settimana 😉

Piccoli mostri in cucina

Se il set del post precedente vi è sembrato troppo “zuccheroso”, ecco qualcosa che potrebbe piacervi: una coppia di grembiuli da cucina, adatti a bambini dai 4 anni in su, realizzati con le stoffe “mostruose” di questo autunno.

Per lui: paesaggio mostruoso su fondo verde acqua chiaro, abbinato a delle ragnatele nere e chiuso con tre tasche arancione e nero, su cui corrono veloci degli avventurosi ragnetti.

Per lei: paesaggio mostruoso su fondo lilla, coordinato con ragnatele lilla e viola e chiuso da un romantico ed immancabile volant.

Se vi possono essere utili per i vostri regali di Natale… Li trovate su etsy!

Piccole cuoche crescono

Il post di oggi è dedicato ad un set che mi ha dato particolare soddisfazione, studiato per due bambine (e la loro mamma 😉 ) amanti del rosa e del rosso e dedicato ai loro momenti in cucina. Ho recuperato un po’ di quelle bellissime stoffe con cuori ed alzatine, ho aggiunto un po’ di cotone grigio a pois e… Sotto a cucire!

Partiamo dalla colazione, che è sempre un buon inizio: due tovagliette coordinate, leggermente imbottite e quiltate con cuciture parallele verticali, una tasca per infilare le posate ed il tovagliolino coordinato.

Finita la colazione è ora di mettersi al lavoro; le piccole cuoche indossano i loro grembiulini, pieni zeppi di dolcetti e bellissime torte, speriamo che siano loro s’ispirazione…

Non possono mancare due presine, realizzate cucendo in stile “log cabin” ritagli di stoffe a cuoricini bianchi, rosa, rossi e verde acqua.

Ovviamente non ho resistito ed ho chiuso i grembiuli con una striscia doppia di volant, che rende tutto più elegante e femminile (come se ce ne fosse davvero bisogno, con queste stoffe!!).

Ed ora, che si cucina? Bisogna trovare una ricetta infallibile nel piccolo ricettario delle bambine… E se fossero dei cupcakes alla fragola?

Ecco qui il set in una foto d’insieme: che ne dite? A dir la verità, alla fine avrei voluto che fosse della mia taglia 😉

Ma se vi sembra troppo… zuccheroso, restate sintonizzate; ho in serbo per voi qualcosa di decisamente meno stucchevole!

Bag organizer: romantica Parigi

Ma avete notato quante belle stoffe fanno con Parigi? Secondo me è la città più gettonata dai disegnatori di stoffe… Oppure sono io che m’innamoro di ogni nuova collezione d’ispirazione parigina?! Questi sono gli ultimi acquisti trasformati in due bag organizer dai colori delicati…

Scritte a mano e vecchie stampe, rispettivamente su un azzurro polvere e su un panna, per l’esterno e per l’interno, fantasia a torri Eiffel sul marrone e sul rosa per le tasche.

Stesso abbinamento anche per la seconda versione, cambia solo la predominanza del rosa e del marrone nelle tasche interne ed esterne.

Come nelle precedenti versioni, ci sono nove tasche in cui sistema e ritrovare facilmente tutti i vostri accessori.

Se volete regalare o regalarvi un pensiero originale e handmade… Trovate le bag organizer ed altre proposte nel mio shop etsy!

Bag organizer: l’accessorio dell’anno

Mentre continuo a vedere sui cataloghi e nelle vetrine le più svariate proposte di bag organizer, io continuo a cucirne di mie, scegliendo nuovi abbinamenti di stoffe, che spero conquisteranno presto il cuore delle mie amiche e delle habituè di questo blog.

Cominciamo dalla nuova coppia di bag in bianco e nero: per chi non vuole sbagliare, per chi vuole l’accessorio sempre giusto, per chi non crede che il nero sia cupo ma solo trendy…

C’è anche una goccia di grigio in questo mix di fantasie “a murrine”, più scuro fuori, più chiaro dentro; sulle tasche si rincorrono ghirigori di biro e finestrelle stilizzate.

Nella seconda ho invertito solo la stoffa delle tasche, più nero fuori, bianco dentro.

Avete visto quanti oggetti potete sistemare? E c’è ancora spazio…

Se per questo inverno avete scelto dei colori più caldi, abbinando marrone, beige e grigio, ecco l’ultima versione della borsa con le borsette, abbinata a nuove fantasie per tasche e taschine.

E voi, di che colore sarete quest’inverno??

Se volete regalare o regalarvi una di queste bag, vi basta un clic qui per entrare nello shop giraffico su etsy :)

Nuovi ricettari per le vostre ricette

Oggi vi mostro gli ultimi quaderni – ricettari che ho cucito, continuando a sperimentare questa bellissima collezione di stoffe, con cui si riescono davvero ad accontentare tutti i gusti.

Pensateli come idea regalo natalizia per la mamma, o per l’amica pasticcera, oppure utilizzateli per cercare di strappare alla nonna le sue ricette migliori (la mia non le molla! Dice che fa tutto a occhio 😉 ) e conservarle gelosamente. Se vi va potete ordinarli, in queste o diverse combinazioni, mandandomi una mail, oppure tenere d’occhio il nuovo negozietto etsy dove li caricherò man mano che ne creo di nuovi.

Se invece volete provare a cucirli da voi, andate a scaricarvi i tutorial 😉 E non dimenticate di farmi vedere le vostre creazioni!

Nel caso voleste provarli proprio con queste stoffe, posso farvi avere dei comodi kit con tutto il necessario, basta mandarmi una mail (trovate l’indirizzo in fondo alla pagina).

A presto!

Bag organizer: e se la riempissimo di dolcetti?

Vi raccontavo nel post precedente che sono stata letteralmente stregata (mai termine fu più appropriato) da questa collezione di stoffe tutta mostri e ragnatele; dopo aver pensato alle più piccole, oggi proviamo a soddisfare la voglia di trasgressione di noi più grandicelle con una bag organizer (guai a chi dice “l’ennesima…”) nera e arancione.

Ragnatele nere per il corpo della borsa, pois per le tasche esterne, ragnetti su fili arancioni per le taschine laterali e per la tasca interna; di certo non passerà inosservata e se per un giorno vorrete usarla per accompagnare i bambini a fare “dolcetto o scherzetto”…. Sarete perfette!

Se non potete fare a meno di questa bag, o di qualche altra creazione giraffica, da oggi mi trovate anche su etsy; il negozietto è aperto da pochissimo ed ha tanta voglia di crescere… Con un po’ d’incoraggiamento da parte vostra sarà più facile 😉

Buon Halloween a tutti!

Vestitini mostruooooooooosi!

Buonasera amiche della Giraffa!

Questa settimana il blog si tinge di nero (per quanto possibile, non è ancora nata la festa che mi farà abbandonare il rosa 😉 ) in vista di Halloween… D’accordo, non è mai stata la mia ricorrenza preferita, ma in queste settimane ho delle stoffe pazzesche, che mi hanno fatto entrare perfettamente nel clima da “dolcetto o scherzetto?”; oggi vi mostro la prima parte della recentissima produzione a tema “mostri e streghette”, dedicata ai vestitini per bambine.

Cominciamo da questo top squadrato, con un folto gruppo di simpaticissimi fantasmi, mostri e streghe, incorniciati da grandi pois neri su sfondo arancione. E’ uno dei modelli usati in estate, è vero, ma nel caldo autunno che stiamo vivendo trovo starebbe benissimo sopra una maglietta nera a maniche lunghe ed abbinato a dei leggins neri, voi che dite?

Taglia 3 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Per il secondo son ricaduta nel modello “capostipite” delle mie creazioni per bimbe, il vestitino con fiocco e volant, reso questa volta un po’ meno romantico ed un po’ più simpatico dal paesaggio “mostruoso” della stoffa lilla e dai ragnetti e ragnateli che decorano i dettagli. Pensateci se volete fare un regalino “in crescere” o… Averlo pronto per la prossima primavera-estate!

Taglia 1 anno (taglie realizzabili dai 3 mesi agli 8 anni)

Nel prossimo post una creazione “dark” anche per noi bimbe cresciutelle… A presto!

Bag organizer: I love Paris

Per concludere in bellezza la settimana, mentre lavoro a qualcosa di nuovo da mostrarvi la prossima, concludiamo il terzetto di post dedicati alle nuove bag organizer; per quest’ultima ho utilizzato la stoffa parigina dei vestitini che tanto ci sono piaciuti la scorsa primavera, in modo che anche noi “grandi” potessimo andarci in giro (non sarà un vestito, ma è già qualcosa!).

Il modello è sempre lo stesso: piccola ma capiente, circondata di tasche di diverse dimensioni, due manici per tirarla dentro e fuori dalle nostre grandi (e spesso disordinatissime) borse.

Con questa ho finito l’ultima carrellata di borse fotografate… Spero che vi siano piaciute perché sono già al lavoro su stoffe ed abbinamenti nuovi 😉

Buona domenica!

Bag organizer: stile autunnale

Dopo l’esplosione di fantasie del post precedente, vi avevo promesso qualche organizer nei colori autunnali più classici… Ed eccomi qui, con le foto (sono rimaste solo quelle, le bags se le sono aggiudicate in anteprima due amiche) di due borsine nuove; le stoffe riproducono borsette che ci ricordano le nostre agognate Gucci o Vuitton, il tutto accompagnato da fantasie con occhiali e pois per le tasche. Che ne dite?

Questa è l’altra: interno ed esterno sono uguali, nei due modelli, quello che cambia è la stoffa usata per le tasche e le taschine, mantenendo sempre un contrasto fra chiaro e scuro.

Ed anche questa volta vi dico… Non è finita qui!

Bag organizer: autunno a colori

Nelle ultime settimane ho cucito diverse bag organizer; ormai le conoscete, sono delle borse in miniatura che possono essere usate autonomamente oppure, e sarebbe la morte loro, come organizzatrici di borse più grandi, riempendo le numerose tasche e taschine con portafogli, chiavi, penne, fazzolettini, specchietto e tutto quello che volete portare sempre con voi. Ogni volta che cambiate borsetta non dovete far altro che prelevare la vostra organizer e spostarla, con tutto il suo prezioso carico.

Oggi ve ne mostro due, realizzate con delle stoffe coloratissime, d’ispirazione provenzale, piene di casette, fiorellini e uccellini. Lo so, a prima vista sembrano decisamente fuori stagione, ma sono dedicate a chi non vuole rassegnarsi ai colori scuri dell’autunno e dell’inverno e vuole continuare a portare con sé dei toni allegri, quanto meno in borsetta. Se non appartenete a questa categoria… beh, potete sempre volervi preparare per tempo alla prossima primavera, no?

La prima ha la base esterna marrone, l’interno giallo-ocra e tutte le tasche grandi diverse fra loro; le stoffe utilizzate sono tante e si sposano tutte bene fra loro, in un tripudio di colore.

La seconda ha la base esterna di un azzurro intenso, l’interno bianco a casette; le tasche grandi esterne sono di due tonalità diverse, ma entrambe con queste fantasie verticali che adoro.

Se questi temi coloratissimi non vi hanno convinte fino in fondo e preferireste qualcosa che meglio si abbini al vostro nuovo look autunnale… Tornate a trovarmi fra qualche giorno, ci sono nuove borse e tante foto in arrivo 😉

Buon fine settimana!

SAL Jingles di Lizzie Kate: decima tappa

Ciao Salatine (=compagne di SAL, secondo Larry), come va con i vostri Jingles? Siete pronte per una nuova tappa?

Eccola qui!

Per chi sta ricamando i jingles su un’unica tela, secondo lo schema di Lizzie Kate: in questa tappa ricameremo anche la cornicetta sotto questo schema, in modo da avvantaggiarci quanto più possibile sui due schemi finali, che hanno qualche punto in più.

La mia tela oggi si presenta così…

…ma non vedo l’ora di aggiungere i ricami mancanti, ormai sono solo tre!

Ci risentiamo il 1° novembre per la penultima tappa.

Buone crocette a tutte :)

La Squinternata n. 2: Frangetta

Degna amica della capostipite Loretta, Frangetta ha un testone di capelli castani raccolti in due treccine, un muso buffo e sorridente, sul quale troneggiano degli occhiali grigi con due piccoli cuoricini rosa.

Il vestitino riesce ad essere sobrio e spiritoso allo stesso tempo, con queste macchie colorate su sfondo grigio perla.

Ma a farla da padrone sono calze e scarpette: le prime a rete fitta grigia con dei poi più scuri, le seconde color antracite, ma ravvivate da due grandi bottoni di due diverse sfumature di rosa.

La domanda ora è: ci fermiamo allo stadio di “segmento”, come dice Larry, o proviamo ad avventurarci in una vera e propria “linea” di bambole?? Io qualche idea già ce l’avrei, voi che dite??

Nel frattempo, se vi siete perse il post sulla storia di Loretta e Frangetta, potete recuperarlo cliccando qui.

La Squinternata n. 1: Loretta

Non paga di avervi lasciato 5 giorni con il post precedente e la vera storia delle Squinternate, per finire la settimana in bellezza ho pensato di pubblicare un paio di scatti delle protagoniste Loretta e Frangetta. Tanto lo so che eravate così prese a sbellicarvi per i fumetti di Larry che mica avete fatto caso ai dettagli delle bambole 😉

Ecco quindi la capostipite, Loretta, una bambolona con la testa grossa, i capelli arancioni con le treccine ed un paio di occhiali vistosi; un vestito multicolore, delle calze a coccinelle e delle scarpine con bottoncino a cuore concludono il look della nostra eroina.

Ispirazione e guida per realizzare queste bambole sono stati i cartamodelli di DollsandDaydreams.

Sapete qual è il problema ora? Riprendermi Frangetta!! Pare che le due siano inseparabili :)

Nuove bambole: nome in codice “Le Squinternate”

Ciao lettrici e (e lettori) della Giraffa, il post di oggi è scritto da me, Larry di Larrycette, nota anche come “l’amica squinternata” della nostra Francy.

È con grande onore che ho accolto la richiesta di scrivere questo contributo, poiché l’occasione è solenne: la Giraffa ha creato una nuova linea di bambole. … Oddio, “linea”… linea è una parola grossa, dato che per adesso sono solo due… ad ogni modo, sono più di una, quindi possiamo dire di avere almeno un segmento. Non è importante, però, la quantità delle nuove creature uscite dalla macchina da cucire della nostra sofisticata creativa maculata, bensì la loro bellezza e pregevole fattura.

Ancora una volta, la Giraffa si è superata e ha creato delle bambole tenere, ma non leziose, buffe eppure graziosissime, spiritose e al tempo stesso chic… insomma: non ci sono parole per dirvi quanto siano belle e quanto mi renda felice l’idea che ne riceverò una per il mio compleanno (la Giraffa ha imparato da me, in quanto a sorprese). Sul serio: sebbene io non sia una che fa fatica a parlare, queste bambole mi hanno dato parecchio filo da torcere e sono stata a lungo sulla tastiera a cercare di descriverle, raccontando la loro storia e la loro “personalità”, ma senza mai essere soddisfatta.

Poi, ho capito che la cosa migliore sarebbe stata lasciare che si raccontassero da sole. Ecco, dunque, di seguito

la vera storia delle

SQUINTERNATE

 

Tartan creazioni

Buon fine settimana a tutte le amiche della Giraffa!

Oggi vi aggiorno un po’ sui lavori fatti quest’anno in compagnia delle Tartanrughe: con un divertente lavoro a più mani, abbiamo assemblato gli splendidi ricami realizzati dalle amiche dell’Associazione Sogni d’Oro in questa coperta coloratissima.

Insieme alla coperta abbiamo consegnato all’Associazione anche due coprigambe, ricamati dalle Tartan e cuciti da Silvia, Paola e me.

Adoro questi pupazzi, spero che regalino un sacco di allegria a chi li riceverà.

Ma la produzione non si ferma: proprio in queste settimane siamo al lavoro sulla nuova coperta di Natale, basato su uno dei più bei progetti Art to Heart. Ecco il mio primo blocco!

Se volete seguire l’attività delle volenterose Tartanrughe, cliccate qui :)

A presto 😉

Bag organizer: nuove proposte

Oggi vi presento due nuovi versioni della bag organizer, comoda miniborsa piena di taschine in cui infilare tutti gli oggetti indispensabili per ogni donna, da trasferire giorno per giorno da una borsa all’altra, senza farvi dimenticare qualcosa di fondamentale.

La prima è piuttosto simile alla prima che ho realizzato, le stoffe vengono sempre da La Volpe Rossa.

Questa invece è un esperimento, a parer mio, riuscitissimo: ho utilizzato dei lini color grigio e azzurro polvere, acquistati uno o due anni fa a Vicenza e finora inutilizzati; è stato un po’ più laborioso che con i cotoni, a causa della maggiore rigidezza del lino, ma il risultato mi ha confermato che ne valeva la pena!

Ho appena scelto nuove stoffe ed abbinamenti per le prossime, ci vorrà un po’ di tempo, ma non vedo l’ora 😉

Tutorial: quaderno ad anelli ricettario – bis

Terzo ed ultimo appuntamento di questa settimana dedicata ai tutorial per rivestire e personalizzare dei quaderni ad anelli. Oggi condivido con voi la variante al ricettario con il dolcetto che abbiamo pensato il Giraffo ed io ispirati da questa bellissima collezione di stoffe con cui sto lavorando ultimamente; visto che il risultato ci è piaciuto molto, vi ripeto qui di seguito il procedimento aggiungendo il nuovo disegno. Spero vi sia utile!

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare la ciotola e la paletta;

un pezzettino di carta per adesivare;

un pezzetto di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto.

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il disegno in applichè sul pezzo di lino; potete scaricare il disegno cliccando qui (è già specchiato, quindi lo potete ricalcare direttamente sulla carta per adesivare).

Per rifinire ho usato il punto base tenendomi di circa un millimetro all’interno della sagoma adesivata; se vi piace di più potete usare il punto festone, con un filo a contrasto oppure tono su tono, come vi piace di più!

Da qui in poi il procedimento è uguale a quello descritto per il tutorial del ricettario, a cui vi rimando, ed in men che non si dica avrete il vostro bellissimo ricettario nuovo!

Ne ho subito fatto una seconda versione, con altri colori…

Infine, sperando di farvi venir voglia di cucire in questa prima domenica d’autunno, vi lascio con le immagini dei nuovi porta cartamodelli appena finiti…

A quanto pare non avrò pace finchè non avrò provato tutti gli abbinamenti di colore!

Ciao a tutte!

Tutorial: quaderno ad anelli porta cartamodelli

Continua la settimana dedicata ai tutorial per rivestire e personalizzare dei quaderni ad anelli; vi avevo promesso un’alternativa al ricettario e quindi… Eccomi qui! Questo progettino è dedicato alle amiche sartine, sempre piene zeppe di idee, cartamodelli  e tutorial da archiviare e conservare.

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare la macchina da cucire ed i cuori;

un pezzettino di carta per adesivare;

un pezzetto di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto (in questa versione ho usato solo due fantasie diverse ed ho sostituito una cotonina al lino sul retro; anche questa volta, via libera agli abbinamenti, scatenate fantasia&buon gusto!).

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il disegno in applichè sul pezzo di lino; potete scaricare il disegno cliccando qui  (è già specchiato, quindi lo potete ricalcare direttamente sulla carta per adesivare). Vi consiglio di fare due pezzi diversi per la base e per il pezzo superiore della macchina da cucire e poi di sovrapporli leggermente quando stirate per attaccarli. E abbondate pure con i cuori, anche disegnandoli di dimensioni leggermente diverse.

Per rifinire la macchina da cucire ed i cuori, invece del punto festone, ho usato il punto base tenendomi di circa un millimetro all’interno della sagoma adesivata; è una tecnica che rende molto ed inoltre un disegno così semplice è perfetto per cimentarsi. Provate!

Da qui in poi il procedimento è uguale a quello descritto per il tutorial del ricettario, a cui vi rimando, ed in men che non si dica avrete il vostro bellissimo raccoglitore porta cartamodelli nuovo!

Ed ecco il retro…

Buoni esperimenti! E ricordate… Non c’è due senza tre; a presto!

Tutorial quaderno ad anelli – ricettario

Oggi riprendiamo, dopo la pausa estiva, gli appuntamenti con i tutorial giraffici: progetti semplici, alla portata di tutte le sartine o aspiranti tali, spiegati passo passo.

Questa volta realizziamo insieme un ricettario rivestendo un quaderno ad anelli; avrete sicuramente un cassetto pieno di ricette da sistemare, o sbaglio? Non vi resta che procurarvi il materiale e… Cominciare a cucire!

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare il dolcetto;

un pezzettino di carta per adesivare

2 pezzetti di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto (io in questa versione ho usato fantasie diverse, ma siete libere di usare la stessa stoffa per i pezzi diversi dal lino… Se non vi va di usare il lino potete ottenere un risultato altrettanto buono sostituendolo con una cotonina. Create gli abbinamenti che più vi piacciono!)

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il dolcetto in applichè centrando il disegno sul pezzo di lino più piccolo; rifinite a punto festone con il colore che più vi piace (io do per scontato che sappiate fare l’applichè con la carta adesivata; se così non fosse, e voleste ricevere spiegazioni proprio dalla sottoscritta, scrivetemi!).

Per scaricare il bellissimo disegno del dolcetto disegnato dalla mia amica Rosi La Riccia apposta per me (voi), cliccate qui!

Riposizioniamo il taglio di lino con il dolcetto al suo posto ed iniziamo ad assemblare le diverse stoffe. Cominciamo dai due pezzi più piccoli (rossi) che abbiamo posizionato sopra e sotto il lino con il dolcetto: sovrapponiamoli diritto contro diritto (attente all’orientamento della stoffa!) e cuciamo a distanza piedino (o,6 cm!).

Stiriamo bene sia sul davanti che sul retro, aprendo bene le cuciture.

Ora cuciamo, sempre sovrapponendo i due pezzi di stoffa diritto contro diritto e mantenendo la distanza piedino, il pezzo appena ottenuto con il rettangolo verde che nella prima foto trovate tutto a destra.

Procediamo nello stesso modo con tutte le stoffe alla sinistra del dolcetto; una volta completata la nostra striscia stiriamola bene.

Misuriamo la lunghezza complessiva della striscia e tagliamo la fliselina (avevamo un taglio alto 33 cm) della stessa lunghezza meno 1 cm. Stiriamo la fliselina sul retro della striscia di stoffa, facendo attenzione a non formare delle pieghe.

Mentre lasciamo raffreddare la fliselina (meglio sarebbe farla riposare qualche ora, ma vedete voi se siete in grado di resistere), recuperiamo il pezzo (giallo) da 34 x 38 cm che abbiamo tenuto da parte e facciamo uno zig zag sui lati lunghi 34 cm (attenzione, nella foto la stoffa vi sembrerà quadrata, ma voi fidatevi delle dimensioni che vi ho scritto, quindi 34 x 38 cm).

Riprendiamo la nostra striscia: pieghiamo ciascun lato corto per circa un cm e stiriamolo bene.

Facciamo una cucitura sul fronte, a distanza piedino, lungo tutta l’altezza; stessa cosa sul lato opposto.

Attenzione ora: posizioniamo la striscia sull’asse da stiro, con il lato diritto verso di noi. Appoggiamoci sopra il quaderno ad anelli aperto e ripieghiamoci sopra i due lati corti della striscia. Dobbiamo fare in modo che i due pezzi indicati dalle frecce siano larghi uguali, quindi facciamo scorrere leggermente il quaderno sulla stoffa e misuriamo finchè non siamo soddisfatte.

A questo punto stiriamo leggermente per segnare la piega, sfiliamo il quaderno e sovrapponiamo il pezzo di stoffa gialla con il diritto verso il basso ed il retro verso di noi. Spilliamo generosamente e cuciamo a distanza piedino entrambi i lati lunghi, senza interruzioni.

Togliamo gli spilli e tagliamo i 4 angoli a filo della cucitura.

Risvoltiamo, prestando particolare attenzione a far uscire bene gli angoli e stiriamo sia il fronte…

che l’interno.

Non ci resta che infilare il quaderno, con cautela, un po’ per lato… Ed ecco pronto il nostro ricettario!

Buon cucito a tutte e se proprio non vi piace cucinare e non avete ricette da riordinare… tornate a trovarmi fra un paio di giorni per una nuova versione del copriquaderno 😉

 

Tovagliette all’americana con i Ghastlies

Nuvoloni scurissimi, pioggia, vento, lampi e tuoni: sarà anche ancora estate, ma a me il clima di oggi fa pensare tanto ai miei personaggi preferiti… I Ghastlies! Quindi oggi è il giorno perfetto per mostrarvi le ultime tovagliette all’americane create con queste bellissime stoffe; se vi sono piaciute sui toni del rosa antico, forse vi piaceranno ancora di più in questa combinazione di grigi, che fanno risaltare le guance e gli altri particolari rosa…

I disegni sono grandi e vanno sfruttati tutti; il risultato è un tris di tovagliette belle grandi, che potrebbero essere utilizzate anche come centrotavola, tanto sono imponenti… Certo, non bisogna essere fifoni, ma questo già lo sappiamo 😉

Ora voglio provarle anche nella versione sfondo bianco, poi decideremo quali rifare per casa nostra (il nostro grande tavolo grigio e nero già le adora!) 😉

 

Bag Organizer: Black & White & Paris

Vi ricordate la mia nuova bag organizer? Le nostre uscite pubbliche insieme hanno suscitato molti commenti positivi, così ho deciso – prima di dimenticarmi come si fanno – di metterne in cantiere qualche altra.

Per le prime ho scelto questa bellissima collezione in bianco e nero, che ben si abbinerà con i colori delle borse autunno-inverno; la stampa dell’esterno e dell’interno riproduce le più note località parigine, mentre le tasche contrastano con ghirigori sul nero e finestrelle stilizzate su fondo bianco.

Una ha all’esterno la fantasia più scura e la tasca chiara, all’interno l’opposto; più difficile a spiegare che a guardare 😉

Ed ecco l’immancabile collage riassuntivo del Giraffo!

Vi piacciono? Allora a presto per nuove combinazioni di colore 😉

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio

Le mie stoffe