shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

la giraffa

informazioni da compilare

Con il primo freddo spunta una Giraffa

Non pensavo sarebbe stato così difficile ritornare a scrivere dopo qualche mese di assenza da queste pagine; probabilmente, in questo periodo di totale mancanza di tempo, mi sento quasi in colpa a coltivare una passione “solo mia” e cerco di fare cose più “utili”… Anche se meno soddisfacenti!

Ma devo fare un passo indietro e raccontarvi il mio bizzarro 2016: l’anno si era aperto pieno di entusiasmo, per l’emozione di veder crescere la mia piccola Beatrice, per l’adrenalina che mi dava l’aver iniziato la nuova avventura di Patchworkvictim, per i buoni propositi su come far crescere il laboratorio di cucito creativo che iniziava a regalare belle soddisfazioni. Al culmine dell’euforia mi ero persino iscritta al progetto 365 challenge quilt block (pensando assurdamente di poter cucire un miniblocco patchwork al giorno)… E poi…

E poi mi è venuta la nausea. Mi dicevo che era impossibile, ma la sensazione era proprio quella terribilmente familiare provata esattamente due anni prima… Insomma, facciamola breve: come nel più trito dei clichè, dopo aver cercato per anni la nostra Beatrice, il nuovo membro della famiglia si è insinuato con velocità ed estrema determinazione, ha preso in ostaggio la mamma per 9 mesi ed ora è qui con me e mi lancia dei sorrisetti meravigliosi.

family

La Famiglia Giraffica in versione allargata

Ovviamente l’organizzazione familiare e lavorativa ha subito un bel po’ di cambiamenti, io non tocco la macchina da cucire da troppo tempo e come si può vedere queste pagine ne hanno risentito. Però la mia testolina è piena di progetti per questo 2017, il laboratorio è pieno di stoffe nuove e ci sono abili manine che si impegnano per realizzare un sacco di creazioni, per grandi e piccini.

Quindi continuate a seguire le orme giraffiche, spero di ritornare presto con un post più creativo 😉

Nuove letture: L’ABC del cioccolato

Qualche settimana fa mi sono imbattuta in questo libro ed ho dato per scontato che fosse fresco di stampa, dato che non ricordavo di averlo mai visto; io adoro i libri di cucina e per quelli di pasticceria (purchè abbiano almeno una foto per ogni ricetta) ho una vera e propria ossessione. I libri della Guido Tommasi Editore poi andrebbero comprati anche al di là delle ricette che contengono, tanto sono belli da vedere. Il libro, in realtà, è uscito nel 2010 e-non-so-come io non ne ho saputo nulla fino ad ora! Dovendo recuperare in fretta, l’ho sfogliato velocemente e mi sono buttata su un grande classico per il quale però io non avevo ancora una ricetta infallibile: il plumcake con pezzi di cioccolato.

Ricetta facile da realizzare ed ottimo risultato, il dolce rimane morbidissimo per giorni, anche se sarebbe più corretto dire “parecchie ore”, dato che non è durato molto e la cosa più complicata è stato fotografarlo prima che Beatrice si aggiudicasse l’ultima fetta.

Nel complesso il libro è bello, ha un sacco di spunti interessanti, ma anche due pecche: tende a non indicare la misura degli stampi da utilizzare (omissione molto diffusa fra autori e foodblogger, che mi fa impazzire, ma che vi costa??) e su alcune ricette propone un modo di procedere per amalgamare gli ingredienti che non mi trova d’accordo, ma siamo libere di fare a modo nostro, no?

Per non lasciarvi a bocca completamente asciutta, ecco in breve la ricetta per “Il mio savana”, come lo definisce l’autrice.

Lavorate con le fruste 100 g. di burro morbido e 220 g. di zucchero, unite 3 tuorli, 2 cucchiaini di estratto di vaniglia, 100 ml di latte e 220 g. di farina setacciata con una bustina di lievito; montare 3 albumi a neve ed aggiungerli all’impasto, unire infine 60 g. di cioccolato (70% cacao) tritato. Trasferire tutto in uno stampo da plumcake rivestito con carta da forno e cuocere in forno preriscaldato a 150°C per un’ora (a me sono bastati 50 minuti!).

Fatemi sapere se vi piace :)

Presentazione collezione autunno 2016 da Belle et Beau

Amiche triestine (e non), siete tutte affettuosamente invitate al nuovo evento che celebra la fortunata collaborazione con Belle et Beau, la profumeria artistica di Costanza ed Emanuele a Trieste in via XXX Ottobre 6/B.

locandina_revDef

Sabato 15 ottobre, fra le 15.00 e le 19.00, vi accoglieremo con the e pasticcini e vi presenteremo le nuove proposte per questo autunno: vestitini per bambini, accessori coloratissimi dedicati ai più piccoli e nuove idee regalo pensate per i più grandi.

Inoltre, fra il 15 ed il 31 ottobre, chi acquisterà da Belle et Beau un articolo “giraffico” riceverà un simpatico omaggio.

Vi aspettiamo!!

Sacco nanna per una principessa

L’autunno si fa sentire stamattina, almeno qui a Trieste; per me quest’anno è particolarmente piacevole iniziare a vestirmi di più, stendere una copertina sul letto ed abbozzare un cambio di stagione nell’armadio. Con lo stesso atteggiamento un po’ freddoloso vado ad aggiornare il blog, mostrandovi un sacco nanna cucito ancora lo scorso inverno per una deliziosa principessina.

La stoffa scelta dalla mamma è un tripudio di rosa, di reginette, unicorni e carrozze; spero che questa fantasia da favola abbia cullato la piccola Sara nella sua nanna per molte notti.

I sacchi nanna si possono realizzare su ordinazione, utilizzando una o più delle molte stoffe da bambini presenti nel nostro negozio di tessuti americani on-line Patchworkvictim; scrivetemi e vi aiuterò nella scelta!

Pantaloncini da bambina

Mi sono distratta un attimo ed è autunno, la temperatura è leggermente scesa e siamo alle prese, come in ogni mezza-stagione, con la difficoltà di vestirci in modo adeguato anche quando il termometro gioca a fare lo yo-yo. Da mamma l’impresa è ancora più ardua, specie con i bimbi piccoli che non sono ancora in grado di spiegarci se hanno caldo o freddo.

Oggi vi propongo un capo di abbigliamento comodo ed adeguato a questa stagione, dei pantaloncini da bambina in jersey di cotone leggermente elasticizzato: originali, grazie alla fantasia della stoffa ed al piccolo volant in vita ma allo stesso modo portabili e facilmente abbinabili con magliette e felpe.

Si possono ordinare con una mail e ricevere in pochi giorni: ovviamente si possono realizzare anche in versione maschile come questi. Per vedere tutte le fantasie disponibili potete cliccare su Patchworkvictim e scegliere la collezione “jersey“.

A presto!

La coperta con le ballerine di Beatrice

Questo è un post che attendeva di essere scritto da tanto, tanto tempo; perchè sia rimasto in sospeso così a lungo non lo so, a parte la difficoltà di fare delle foto all’altezza, probabilmente ero, e sono, in difficoltà nel trovare le parole adatte per descrivere uno dei regali più belli che ha ricevuto Beatrice nella sua vita. La prenderò alla larga: io mi sono accostata al mondo del punto croce da adulta, passati i 20 anni, andavo all’università, fra manuali e codici, ed avevo voglia di creatività, di usare le mani e di imparare qualcosa di nuovo. La scoperta più inaspettata del mondo del punto croce è stato il lato umano, la quantità di donne e ragazze che condividono, in Italia ed all’estero, la stessa passione; negli anni si sono consolidate delle amicizie speciali, che si sono fatte beffe della distanza che ci separava e che continuano ancora oggi. Abbiamo imparato a conoscerci, abbiamo condiviso esperienze, sogni e momenti speciali; un “classico”, per le ragazze giovani come me, era fantasticare su quello che avremo ricamato per i nostri bambini, quando li avremmo avuti. E così, conoscere bene una crocettina voleva dire anche sapere quali fossero i suoi soggetti preferiti per maschietti e femminucce. Nel mio caso, appena abbiamo saputo che il fiocco sarebbe stato rosa, ero certo a parenti ed amici che si sarebbe chiamata Beatrice; e le mie care amiche crocette non hanno avuto dubbi su cosa mettersi a ricamare, delle meravigliose, simpatiche e buffe ballerine di danza classica.

Le mie adorate Wonder ed un gruppo di care amiche si sono unite per fare a Beatrice (ed a me) un regalo unico, speciale e prezioso: una coperta che unisce tante ballerine ricamate grazie ad un elegante lavoro di patchwork e quiltatura.

Una coperta realizzata a mano, con l’apporto di tante persone diverse, in un’occasione speciale come la nascita di un bambino, è qualcosa di molto di più di una pregevole creazione: è un gesto di amore, è dedicare un po’ del proprio tempo e della propria manualità ad un regalo che rimarrà per sempre unico e che – speriamo – aiuterà Beatrice a comprendere ed amare il mondo del fai-da-te, la bellezza dell’originalità, il piacere di non conformarsi alle mode dei grandi marchi ma di scegliere come vestirsi, arredare, personalizzare le proprie cose.

Ringrazio quindi una volta di più, e non sarà mai abbastanza, tutte le meravigliose mani che hanno realizzato questa splendida coperta, che insieme a due bellissimi cuscini ed ad una utilissima sacca arreda la cameretta della mia principessa. Mi commuovo un po’ ogni volta che la riprendo in mano, è davvero fantastica e noi vi siamo tanto riconoscenti!

Note: Le foto risalgono alla primavera del 2015, dopo il battesimo di Beatrice, quando le abbiamo fatto “esplorare” il suo nuovo regalo: tanti capelli ed un po’ di ciccetta in meno rispetto ad ora 😉

Nel caso i soggetti vi siano sconosciuti, sappiate che sono della Heritage Series.

Mostri e gufetti per i nuovi corredini

Che bello quando arriva una nuova collezione di stoffe tutta da cucire… E questa mi piace particolarmente! L’avete forse già vista nel post dedicata al look da spiaggia per i maschietti, non è strepitosa? Gufetti insieme ad ogni genere di mostriciattolo, un po’ di ragnatele colorate e qualche fila di occhietti che scruta nell’oscurità: originali e divertenti in un colpo solo! Ed alcune fantasie sono pure fosforescenti, si vedono anche al buio!

Non potevamo mancare di sbizzarrirci subito con i due elementi base del set corredino: bavaglini e sacchetti portacambi.

Le fantasie sono tantissime e spaziano dall’arancione al viola passando per il grigio chiaro ed il lime: se la scelta si fa troppo ardua beh… Basta sceglierli tutti!

Come sempre a questi elementi base si possono accostare ulteriori oggetti in coordinato: bavaglini per i più grandi, asciugamani, bustine portabavaglia o portatovagliolo, il tutto personalizzato con il nome del piccolo (o grande, perchè porre dei limiti?) destinatario o destinataria.

Per saperne di più basta mandare una mail all’indirizzo che trovate in fondo alla pagina.

Io torno a cucire, a presto!!

Look da spiaggia per maschietti

E’ agosto, fa caldo e finalmente per molti di voi è arrivato il momento di concedersi un po’ di ferie con la famiglia; se per voi mamme avete scelto uno splendido pareo nuovo, al marito bastano i soliti boxer comodi, la bimba ha già il suo corredo rosa-zuccheroso ma al maschietto manca il look giusto… Guardate le foto che seguono e fatemi un fischio!

Con una nuova strepitosa collezione di tessuti tutta mostri buffi, gufetti, ragni ed occhietti misteriosi abbiamo realizzato cappellini double face in tutte le taglie e – novità!! – delle mutandine copripannolino da maschietto.

Fino ad ora erano un oggetto di culto solo per le bimbe, a causa del surplus di volants con cui “farcivamo” i culetti, ma adesso abbiamo una linea tutta maschile, con tanto di patta sul davanti e di taschina sul culetto. Irresistibili!

Ve li immaginate già così, tutti nudi a parte cappellino e mutandina? Anch’io! I modelli delle foto sono immediatamente disponibili da Belle et Beau, ma possiamo realizzarne di personalizzati proprio per i vostri ometti; scrivetemi!

Nuovi corredini per l’asilo

Estate, tempo di vacanze e di gite al mare o in montagna, ma anche di preparativi per le nuove avventure che attendono i più piccoli a settembre; l’inizio dell’asilo nido o della scuola materna è sempre vissuto (e stavolta parlo per esperienza!) con emozione da parte dei genitori.

Oggi mi permetto di darvi qualche piccolo suggerimento se dovete preparare il set asilo per i vostri pargoletti o se desiderate fare un regalo veramente utile ai nuovi nati oppure ai bimbi che stanno per iniziare un nuovo percorso “scolastico”. Noi siamo già al lavoro per preparare piccoli e grandi kit, sempre personalizzati in base alle esigenze ed ai gusti dei bambini e dei loro genitori.

Per il piccolo Valerio abbiamo preparato il nostro classico sacchetto con il nome ricamato, un bavaglino coordinato, un cappellino double-face da inaugurare subito ed un asciugamano personalizzato con nome e applicazioni: un regalo da parte di zii lontani ma pieni d’affetto per il nuovo nato.

La scelta dei tessuti da cui attingere per i corredini è sempre più ampia e la potete vedere su www.patchworkvictim.it, oppure potete mandarmi una mail per avere informazioni, preventivi e proposte. Non esitate 😉

Nuova collezione: jersey con piratesse

Sottotitolo del post di oggi: nonsoloprincipesse!

Perchè va bene che il rosa è il mio colore preferito, ma adoro le bimbe grintose, intraprendenti, che non si arenano sugli stereotipi classici ma, al contrario, strizzano l’occhio a personaggi originali. Da qui il colpo di fulmine con questo morbidissimo tessuto in jersey, a cui non ho resistito un secondo!

Cosa ne abbiamo fatto? Una maglietta con le maniche corte, svasata, comoda da indossare con un pantaloncino corto o un leggins. Ovviamente può essere prenotata anche in versione più lunga, in stile miniabito.

In alternativa, o per completare un total look piratesco, dei pantaloni comodi ma con un tocco frivolo dato dal giro di volant. Irresistibili…

https://farm9.staticflickr.com/8754/27918300133_405399b68f_o_d.jpg

Il tessuto è leggero, leggermente elastico, e permette d’indossare questi capi in estate ma anche nelle mezze stagioni.

Vi piacciono? Scrivetemi oppure passate a toccarli con mano da Belle et Beau 😉

A presto!

Bustine per tutti i gusti

Era uno dei miei pallini per quest’anno ed ora posso dire che l’obiettivo è stato pienamente raggiunto: abbiamo finalmente un vastissimo assortimento di bustine, di tutti i colori e di tutte le taglie. Come dite? Non è esattamente il prodotto più originale nella storia degli accessori cuciti? Concordo con voi, ma è un oggetto sempre utile, che a seconda delle dimensioni si presta a tanti utilizzi diversi e che può rappresentare un regalino low-cost dal sicuro apprezzamento.

E poi, con tutte le stoffe che abbiamo in casa e con il super rifornimento di cerniere colorate fatto qualche mese fa… Non potevamo non sbizzarrirci!

Eccole qua, grandi e piccole, coloratissime o sobrie, buffe o eleganti, in laminato oppure in chicchisimi tessuti black&white, provate a scegliere la vostra in questa confusionaria presentazione allestita per voi dalla Giraffina (che le adora tutte, giuro!).

Le troverete tutte, insieme a molte altre, ai nostri mercatini oppure da Belle et Beau.

Alla prossima!

Bioest 2016

Siamo ormai agli sgoccioli del conto alla rovescia che ci porterà all’edizione 2016 di Bioest; noi Giraffi abbiamo un legame particolare con questa manifestazione, che nel 2013 è stata il nostro primo “mercatino” e ci ha dato le conferme di cui avevamo bisogno per metterci a lavorare seriamente.

Per prepararci a questa due giorni abbiamo lavorato un sacco, sia sul fronte della produzione che su quello dell’allestimento, grazie anche all’instancabile supporto di parenti ed amici. Al momento non so bene se dedicarmi a preparare gli scatoloni o fare gli scongiuri sul meteo (che come ogni edizione a cui partecipiamo non promette benissimo…); nel frattempo la Giraffina ha ben pensato di battere il suo personale record di febbre… Qualcuno le spieghi che questo weekend il ruolo di bimba-immagine non glielo toglie nessuno!

Vado a mettere ordine nella super-produzione di bavaglini (mai avuta una scelta così variegata) e vi lascio con locandina ufficiale e programma della manifestazione.

Manifesto-2016-140-x-20013329418_1066534803382348_6724130411000371566_o

Non mancate!

Palloncini zuccherosi

Il post di oggi è dedicato ad una nuova mini-collezione di abiti per bambine; perché li ho definiti zuccherosi? Perché sono realizzati con tre tessuti giapponesi (100% cotone) con delle fantasie che riproducono tantissimi piccoli e deliziosi dessert: ciambelline, rollate, cupcake, bignè, macaron e sorbetti, senza tralasciare lecca-lecca e caramelle, il tutto alternato a fiocchetti e piccoli pois.

Adoro queste fantasie, mi piacciono tutte e tre le basi; abbiamo cucito i palloncini nelle taglie più piccole, 12, 18 e 24 mesi, ma possiamo accontentare bimbe di tutte le età, scrivetemi!

Come sempre, tutti i tessuti che utilizzo li potete trovare in vendita su Patchworkvictim (questi sono della collezione Kokka).

A presto!

Teli mare e piscina

Una delle novità giraffiche di questa primavera-estate sono i teli per il mare e la piscina: dimensioni ampie, morbida spugna bianca e delle buffe nuotatrici, armate di bizzarre cuffiette, maschera e boccaglio che spuntano dal bordo. Li abbiamo proposti in due versioni, una con stoffe più femminili, l’altra in versione “unisex”, che ne dite?

Chi è venuto a trovarci ai primi mercatini estivi li ha visti dal vivo (e se li è portato a casa), ora li stiamo rifacendo e li troverete a breve da Belle et Beau e ai nostri prossimi appuntamenti “di piazza” (clicca qui per le date).

Vi aspettiamo!

Pantaloni in jersey per maschietti scatenati

Quante volte mi avete rimproverato di pendere, con le mie creazioni (e non solo), dalla parte delle bambine? Tante e sempre a ragione, ma fra fiocchi, volant e stoffe eleganti o zuccherose c’è ben poco da fare, è quasi impossibile trattenersi!!

Il post di oggi invece lo dedichiamo alle quote azzurre: finalmente una nuova creazione pensata per loro, grazie anche a delle nuove bellissime stoffe in jersey (95% cotone), morbidissime, leggere ma più consistenti del cotone americano, facilmente lavorabile.

E’ nata così la nostra nuova linea di pantaloncini da maschietto, realizzabili in taglie da 1 a 6 anni, in queste due versioni di fantasie: grigio con tv e consolle oppure in azzurro-verde acqua con stelle e volpacchiotte. Sono comodi e perfetti per l’asilo, per una gita, per correre al parco, per giocare a casa ed ovviamente per dormire.

Li trovate da Belle et Beau a Trieste, oppure nei mercatini a cui parteciperemo questa primavera; in alternativa potete ordinarli via mail, trovate l’indirizzo in fondo alla pagina.

Se invece desiderate cimentarvi voi stesse alla macchina da cucire con i nostri nuovi jersey, scoprite queste ed altre fantasie su Patchworkvictim.

A presto!

Trench impermeabili da bambina

Questo progetto parte da lontano, da una gita fra amiche a Vicenza, da un piccolo impermeabilino da bimba che ci aveva colpito, da un cartamodello che non ci aveva convinto, da una lunga ricerca della stoffa giusta… Ma finalmente tutto è andato a posto: una volta trovata la stoffa perfetta (decisamente rosa ma non “da bambini”, piuttosto da fashion-victim!) e messo a punto il nostro cartamodello, ecco pronto il nostro primo trench impermeabile da bambina.

Elegante, grazie a questa strepitosa fantasia ed alla forma del colletto, ma anche utile e leggero, perfetto per la primavera che sappiamo bene porta con sé i primi caldi ma anche parecchi acquazzoni; può completare un look elegante o da cerimonia oppure dare un tocco chic all’abbigliamento di ogni giorno.

Li trovate in esclusiva da Belle et Beau, ma se abitate lontano e non potete raggiungere i nostri amici Costanza ed Emanuele scriveteci pure e faremo in modo di accontentarvi.

Se invece siete rimaste folgorate dalla stoffa e la vorreste per realizzare qualche progetto, basta un clic su Patchworkvictim.it.

A presto!!

Coperta Country Dolls: 11° blocco

Se già prima non ero un asso nei SAL, negli ultimi due anni le varie tappe si sono allungate sempre più, con una pericolosa tendenza all’infinito; per riprendere in mano un blocco della coperta con le bamboline dei mesi delle Country Dolls ho dovuto beccarmi la sinusite, rimanere a casa, rifiutarmi di stare a letto e – soprattutto – ricordarmi dov’ero arrivata qualche mese fa quando avevo iniziato il blocco di gennaio!

Ma chi la dura la vince, ecco qui finito il blocco del mio mese, che però disconosco per l’eccessivo utilizzo dell’azzurro :p

Silvia invece aveva già completato gennaio (potete vedere la sua versione, che mi piace decisamente più della mia, nel precedente post di questo SAL) e ora si è portata avanti con febbraio.

A conti fatti, a me manca solo il mese di San Valentino, mentre la mia compagna di viaggio dovrà recuperare dicembre e poi… Avremo finito i blocchi!!! Ma resteranno da assemblare, ricamare qua e là, perfezionare con i bottoni, disegnare i visetti, per non parlare della quiltatura… Capaci insomma che ci perdiamo qualche altro anno!

Alla prossima!

Palloncini da principessa

Le vostre bimbe vi chiedono un abito da principessa e non sapete come accontentarle? Le vostre nipoti desiderano un vestitino da favola e voi non volete cedere alla Frozen mania? Le vostre amichette bramano per uno strascico importabile e non sapete come uscire vive dalla prossima festa di compleanno? Ecco la soluzione!

Tre vestitini a palloncino, eleganti ma portabili, perfetti per una cerimonia o un’occasione importante, ma utilizzabili anche in giornate meno impegnative, rappresentano nella stoffa quanto di più principesco ci sia: tantissimi abitini da ballo, in colori pastello, che sembrano usciti dal gran ballo di Cenerentola o dalle nozze di Aurora. Io credo che ne andranno pazze, e voi?

La terza versione è realizzata con una stoffa con tante reginette buffe, con le codine, delle belle guancette rosa ed un’immancabile coroncina: per sognare di vivere in una favola…

Per vederli dal vivo potete venirci a trovare in uno degli appuntamenti che vi ho segnalato nell’ultimo post; se invece siete lontane ma desiderate regalare uno di questi vestitini scrivetemi e lo farò arrivare comodamente a casa vostra.

A presto!

La Giraffa on tour

Mi aveva fatto così ridere un post scritto su FB dalla mia amica Larry per segnalare la mia presenza a dei mercatini in regione lo scorso autunno che ho ripreso il suo motto per il titolo di questo articolo; scherzi a parte, la primavera si apre con una serie di appuntamenti che porteranno il clan giraffico in giro per Trieste e non solo a presentare quanto di meglio abbiamo cucito in questi mesi invernali. Provo a riassumere qui di seguito luoghi e date, che vi ricorderò man mano nei prossimi post.

Domenica 3 aprile 2016: la stagione si apre con il ritorno della manifestazione Barban Produce, giunta alla sua sesta edizione; nella cornice suggestiva di piazzetta Barbacan e dell’Arco di Riccardo (a Trieste) 35 espositori, giovani designer e creativi, vi accoglieranno dalle 10.30 alle 17.00. Molto più di un semplice mercatino, grazie agli eventi artistici, musicali e gastronomici organizzati per l’occasione. Felici di ritornarci!

barbacan produce 6

Sabato 9 aprile 2016: doppio appuntamento! La mattina saremo ospiti dell’associazione culturale Corima di Cervignano, mentre il pomeriggio a partire dalle 16.00 prenderemo parte alla Piccola fiera dell’abbigliamento di primavera organizzata dal Go Gas Tartaruga presso la Sala Delbianco della Biblioteca di Staranzano. Passate a trovarci!

Sabato 16 aprile 2016: presenteremo la nuova collezione primavera – estate insieme a Costanza ed Emanuele nel loro meraviglioso Belle et Beau; la location è raffinata ed accogliente, già piena di tantissimi oggetti di buon gusto e di prodotti per la cura del corpo e dello spirito, ed è sempre un piacere per noi aggiungere il nostro tocco di colore e di originalità al loro assortimento. Quest’anno l’esposizione permanente si arricchisce di nuovi prodotti, venite a scoprirli con noi!

Domenica 17 aprile 2016: di nuovo in piazza, questa volta a Trieste, dietro il Municipio, per il mercatino dell’antiquariato della terza domenica del mese; è la prima volta per noi in questa location, ma contiamo di accogliere con entusiasmo triestini e turisti per presentare il meglio delle nostre creazioni per la primavera-estate.

Sabato 4 e domenica 5 giugno 2016: si ritorna a Bioest, nella meravigliosa cornice del Parco di San Giovanni, sperando di incontrare, almeno quest’anno, la clemenza del meteo e tantissimi vecchi e nuovi amici.

Domenica 19 giugno 2016: seconda partecipazione al mercatino dell’antiquariato dietro piazza dell’Unità; se non ce l’avete fatta ad aprile, non potete perdere questa occasione! Vi aspettiamo!

Questo per il momento è il calendario: a noi non resta che cucire a tutto spiano, a voi di scegliere le date che preferite per venirci a trovare 😉

Un amore di vestitino

Ritorniamo a parlare di una collezione di stoffe che mi ha letteralmente stregato (ma non sono la sola a quanto vedo su Patchworkvictim.it!); le Lovebugs sono solo allegre, colorate, con dei contrasti belli forti, sembrano dedicate ai bambini ma incontrano facilmente i gusti di noi ragazze cresciute. Non poteva mancare, in vista della prossima primavera – estate, una collezione di vestitini che utilizzasse tutte le fantasie di questa collezione.

Come modello abbiamo scelto il nostro capostipite, lo scamiciato con il fiocco, che abbiamo declinato nei diversi toni, dal più delicato al più acceso.

Negli appuntamenti primaverili (fiere e mercatini) di cui vi darò presto le date li troverete nelle taglie piccole, da 3 mesi a 2 anni, ma possiamo realizzarli a richiesta anche in taglie più grandi, mentre le medesime stoffe possono essere utilizzate anche per modelli diversi; in pratica, voi desiderate, noi realizziamo :)

E dato che impazziamo per i coordinati… Sono in arrivo anche le mutandine copripannolino e le bandane!

A presto, con una nuova puntata della collezione primavera – estate 2016.

Tovagliette all’americana in stile “modern”

In una domenica piovosa, mentre Giraffina e Giraffone schiacciavano un pisolino, ho fatto qualche esperimento con delle stoffe che ho da qualche mese, che mi piacciono tantissimo, ma che non ero ancora riuscita ad utilizzare. Grazie ad uno spunto d’ispirazione “modern” trovato sul web ed a un po’ di sana improvvisazione ho realizzato due coppie di tovagliette all’americana: tanti mattoncini colorati impilati in modo precario uno sull’altro su uno sfondo bianco e nero con una trama irregolare.

Le prime puntano sui toni del grigio abbinato ad un bellissimo color petrolio.

La seconda coppia invece abbina al grigio chiaro e scuro un vivace tocco di senape.

Da utilizzare abbinate per colore oppure spaiate, a seconda dei gusti e dell’arredamento. Le troverete ai mercatini di questa primavera (prossimamente il calendario con le date, ma se siete troppo distanti scrivetemi e farò di tutto per accontentarvi); se invece vi ho fatto venir voglia di provare queste stoffe cliccate qui per scoprire la collezione completa.

Alla prossima 😉

Nuovo SAL: Frosty Forest

Ferme lì crocettiste DOC, non protestate, lo so che questo lavoro non può essere definito una novità, l’aggettivo “nuovo” è riferito solo a me, anzi, a me e Silvia, che mi farà compagnia anche in questo SAL “autogestito”; incapaci, per ragioni di tempo, di stare dietro ai SAL ufficiali, quelli che partono quando lo schema non è neanche arrivato nelle vetrine degli shop on-line e che si concludono nei tempi stimati, ma desiderose di portare comunque a termine un lavoro che ci piace (o quanto meno provarci!).

In realtà già la partenza, per me, è stata una finta partenza: ho una foto delle prime crocette di questo schema con Beatrice neonata addormentata accanto a me, prima che il tempo per le crocette venisse risucchiato dalla Giraffina stessa, dai suoi progressi e dalle mille cose da fare. Di recente però, in una pausa da un altro lavoro per cui ero rimasta senza fili, l’ho ripreso e finito; mi piace molto, ha pochi colori ed è scorrevole, un pochino ripetitivo, il che non guasta quando si ha la testa un po’ cotta.

Devo precisare che la foto è autogestita, mi pareva ci fosse una bella luce e che non servisse aspettare il Giraffo… Le prossime le faccio fare a lui, promesso! Anche perché così la tela sembra grigia (colore del cielo quando nevica in effetti), ma in realtà è molto più bella!

La prima tappa è andata (sembra anche a voi che il mio gattino stia strabico? Odio i punti nodino!!) e la seconda è già iniziata, spero di completarla prima che scemi l’entusiasmo :p

Per chi ancora non lo conoscesse, lo schema è il Frosty Forest di Country Cottage Needleworks e si compone di 9 quadrati da 65×65 punti (come dire, la strada è ancora lunga!).

Alla prossima tappa!

I palloncini della primavera 2016

Mentre il meteo di questi giorni pare ancora sintonizzato sulle frequenze invernali, nel laboratorio giraffico fervono i preparativi per la primavera – estate 2016; mai come quest’anno abbiamo potuto scegliere fra così tante stoffe diverse, colorate, fantasiose, romantiche, buffe o principesche, speriamo davvero di poter accontentare i gusti di tutti. Personalmente non sto più nella pelle e visto, oltrettutto, che ci vorrà un bel po’ per riuscire a mostrarvi tutto quello che le abilissime manine di Ambra stanno cucendo, ho deciso di iniziare subito. I vestitini che vi mostro oggi rappresentano una scommessa riuscita, almeno secondo noi: abbiamo scelto delle stoffe non “da bambini”, con delle fantasie moderne dai colori delicati e le abbiamo declinate in uno dei modelli che più amiamo.

Il risultato sono questi due palloncini, eleganti e delicati, per chi desidera vestire le proprie bimbe in maniera originale senza ricorrere necessariamente a temi baby (che però, state tranquille, non mancheranno nei prossimi post!).

Speriamo vi piacciano! Mentre ci pensate noi proviamo nuovi abbinamenti nell’ambito di questa collezione… Credo che presto Beatrice avrà bisogno di un armadio più grande… 😉

La coperta Gorjuss

Non è la prima volta che utilizzo le stoffe con questa deliziosa bambina, ma questo è decisamente un progetto veloce ed alla portata anche delle meno esperte: una copertina realizzata grazie ad un pannello della prima collezione di stoffe a marchio Gorjuss, che ho circondato con una cornice bordeux a pois tono su tono, per poi accostare un bordo più ampio con tanti cuori che riprendono i colori del pannello e del bordino turchese.

Il risultato è di grande effetto e può diventare un gradito regalo per una bimba (o per la sua mamma! Credetemi, queste stoffe incontrano i gusti di tantissime amiche) oppure il vostro compagno di divano preferito (o magari entrambe le cose, perché fermarsi ad uno ora che ci avete preso mano?!).

Dove trovare queste stoffe al prezzo più competitivo sul mercato? Ma su Patchworkvictim ovviamente!

Aiuto, siamo stati gnappettizzati!!

Qualche settimana fa ho festeggiato il mio… ehm… secondo compleanno da mamma; per festeggiare la felice ricorrenza, la mia amica squinternata, nonchè Zia Pazza di mia figlia, ha ben pensato di gnappettizzare tutta la mia famiglia. Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeehhhhhhhhhhhhhhhhhhh? Diranno quelli di voi che ancora non conoscono le Gnappette; “fortunata te!” diranno tutti gli altri 😉

Le Gnappette sono una scoperta recente, anzi, più che di scoperta parlerei di folgorazione! In parole poverissime, si tratta di caricature disegnate da una talentuosa ragazza, che le utilizza per personalizzare quaderni, agende, cuscinetti, spille, borse, quadretti, ecc. Ma il processo di gnappettizzazione è qualcosa di più, come si legge nel certificato allegato al quadro ricevuto: è la trasformazione in dei personaggi fantastici, allegri e fantasiosi, caratterizzati, grazie all’indicazioni della persona che ha richiesto la gnappettizzazione, dai tratti somatici e dalle passioni proprie del soggetto originale.

Noi tre siamo stati gnappettizzati in blocco, io con il mio vestitino in stile patchwork e l’ago in mano, Beatrice con i suoi radi capelli chiari, un simpatico vestitino ed il soprannome per cui il nonno finirà in casa di riposo molto presto (per averlo inventato) e la Zia Pazza al manicomio (per aver continuato insistentemente ad usarlo), il Giraffo con il suo sguardo attento (ehm…) e lo smartphone sempre in mano, il tutto su un bel paesaggio che ricorda tanto “la nostra casa di campagna” (e in parte una coperta patchwork, ma la mia è deformazione personale!).

Se dopo aver letto questo post il vostro unico desiderio è quelo di gnappettizzare voi stessi o i vostri cari, cliccate senza indugio qui per conoscere meglio il mondo delle Gnappette o qui per vedere tutti gli oggetti che possono riprodurre la vostra trasformazione. Buona scelta!

Lovebugs: un amore di corredino

Completo la carrellata di questa settimana sui nuovi corredini per bambine con una collezione incentrata sull’amore: siamo o non siamo a San Valentino? Ed infatti il tema di questa collezione ruota proprio intorno ai messaggi d’amore, le “valentine” tanto desiderate dai miei adorati personaggi dei Peanuts: ci sono degli inediti postini (ranocchie, coccinelle e farfalline) tutti presi dalla consegna di importantissime bustine, una fantasia tutta fiori e cuori e dei coordinati zeppi di romantiche bustine e di scritte “love” che si attorcigliano come i fili del telefono.

Abbiamo cucito bavaglini e sacchettini nelle varie combinazioni di fantasia e di colore… Ci piacciono un sacco!

E dato che queste stoffe sono troppo belle, le abbiamo utilizzate anche i vestitini della collezione primavera estate… Presto su queste pagine! (Il fotografo è un po’ indietro, ma il reparto sartoria sta cucendo alla grande!)

Questa collezione è più versatile di quanto non sembri a prima vista: se l’avete giudicata come “roba da bambini”, ricredetevi! Guardate questo bellissimo abbinamento di grigio e rosso e ditemi se questa sacca non è perfetta per voi o per la vostra amica del cuore, come portabiancheria o come contenitore da utilizzare in bagno, oppure ancora nella borsa della palestra.

Se desiderate una delle mie creazioni potete andare sulla pagina Etsy oppure mandarmi una mail; se invece siete state, e vi capisco, folgorate dai colori e dalle fantasie della collezione Lovebugs, la trovate su Patchworkvictim!

Unicorni e principesse per i nuovi corredini

Ve ne avevo promessi una serie e rieccomi qui, continuo con il giro di presentazione dei nuovi coordinati per festeggiare l’arrivo delle vostre splendide principesse. Oggi vi mostro due nuove stoffe, stucchevoli al punto giusto, che abbiamo usato per rinnovare la sezione corredini, ma che presto vedrete anche in altre declinazioni.

Protagonisti di questa serie sono gli unicorni, disegnati nei toni del rosa e del lilla; fanno tanto mio-mini-pony, molto amati dalle bambine della mia generazione, che scopro essere ancora di gran moda (evviva!).

La collezione ritrae anche delle simpatiche principesse, che abbiamo utilizzato per i bavaglini; non poteva mancare un degno coordinato, pieno di coroncine.

Per la serie… Più principesco di così non si può! Come sempre, se desiderate prenotare un corredino per una piccola principessa, scrivetemi! Se invece le vostre principesse nel frattempo sono diventate delle reginette, non disperate, nella collezione primavera estate ci saranno degli abitini cuciti con queste fantasie… Rimanete connesse!

Nuove fantasie per corredini da bambina

Buongiorno! Se il tempo mi assiste, avrei in programma una serie di brevi post di presentazione dei nuovi corredini per bambina; nelle ultime settimane sono infatti arrivate tantissime nuove stoffe e ci siamo scatenate nel cucire bavaglini e sacchetti, curiose di provare le fantasie e gli abbinamenti.

Ve lo dico subito, pendiamo spudoratamente dalla parte delle bambine, ma non è tutta colpa nostra! Delle tante stoffe ordinate quelle rosa erano subito disponibili, mentre per quelle da maschietto ci toccherà aspettare ancora un po’… Ma ci rifaremo, promesso!

Oggi iniziamo con un classico, ovvero la nuova serie delle bambine di Ann Kelle, famosa disegnatrice di stoffe per Robert Kaufman. Dopo ballerine, principesse, fatine e sirenette, questo è l’anno del “cosa farò da grande?”; le bambine giocano ai mestieri dei grandi, travestendosi in tanti modi diversi.

Per la fascia del sacchetto l’abbinamento è stato facile, con questi pois bianchi su fondo fucsia che richiama i colori della stoffa principale.

A questi articoli base è possibile come sempre aggiungere ulteriori accessori per arricchire il corredino, come gli accappatoi, i sacchi nanna, o gli asciugamani personalizzati. Potete esprimere i vostri desideri o chiedere maggiori informazioni utilizzando la mail che trovate in fondo alla pagina.

Se invece vi piacciono da pazzi queste stoffe e vi piacerebbe utilizzarle al più presto, vi consiglio un giro di shopping su www.patchworkvictim.it.

A presto!

Il primo quaderno di Beatrice

Si dice che il figlio del calzolaio ha le scarpe rotte, vero? E’ proprio così! Alla richiesta del nido di avere un quaderno ad anelli per i disegni della Giraffina ho risposto con convinzione “certo”… Circa due mesi fa, ok, facciamo due mesi e mezzo. Non potevo mica portare un qualsiasi quaderno banalmente comprato in cartoleria, dopo aver sfornato tutorial su tutorial su come rivestire con la stoffa un quaderno ad anelli! Solo che prima ho deciso di aspettare quelle stoffe meravigliose che dovevano arrivare a breve e che sarebbero state perfette per questo progetto… Poi c’era la frenesia del Natale… Poi la prima influenza di Beatrice… Seguita abbastanza velocemente dalla seconda…

Al terzo richiamo del nido (hanno cercato di attribuirle un quaderno triste di qualcun altro, orrore!) ho mollato tutto e mi son messa a cucire!

Mane valeva la pena, che dite? Sarà che queste stoffe sono bellissime o che solo all’idea di riuscire finalmente a cucire qualcosa per la mia cucciola mi intenerisco, ma a me piace un sacco!

P.S. Se le stoffe vi sembrano fantastiche e volete vederle meglio, cliccate qui 😉

Completino in stile Gorjuss

Lo scorso dicembre abbiamo risposto ad una richiesta molto particolare, ma che ci è piaciuta tantissimo: vestire una bambina piccola in occasione del suo battesimo. Fin qui nulla di speciale, direte voi, basta sbizzarrirsi con pizzi e volant ed il gioco è fatto. Invece no, avevamo un desiderio molto preciso: un abito in stile Gorjuss, questo qui per la precisione.

Si sa che noi per queste bimbe abbiamo una passione sfrenata, ci siamo comprate le stoffe già lo scorso anno per sfornare dei vestitini.

Ambra è partita alla ricerca della stoffa giusta ed ha rischiato d’impazzire a far prove su prove con i pois, ma il risultato è stato davvero strepitoso!

Velluto rosso, velluto bianco per i pois, festonati uno ad uno, un piccolo pizzetto per chiudere collo, manichette e bordare la gonna.

Non potevano mancare le mutandine copripannolino abbinate ed un bavaglino a tema.

Se siete anche voi appassionate di questi personaggi vi ricordo che su Patchworkvictim trovate pannelli e coordinati della prima collezione, mentre nei prossimi mesi arriveranno le collezioni successive; per essere aggiornati e non fatevele sfuggire cliccate mi piace sulla pagina FB!

A presto!

365 Challenge Quilt Blocks

Buongiorno amiche, oggi vi rendo partecipi di una nuova avventura in cui mi sono buttata; si tratta di una sorta di SAL (stitching a long) mondiale, che ha per oggetto la realizzazione di un quilt patchwork bellissimo e – a prima vista – molto complicato.

Non sono già abbastanza incasinata di mio? Ho bisogno di un nuovo progetto da trasformare in poco tempo in un UFO più o meno ingombrante per i miei armadi??

La cosa che mi ha convinto subito è il fatto che il progetto sia diviso in 365 piccoli blocchi, anche molto facili (i primi, illusa…); ogni giorno si ricevono le istruzioni per cucire, appunto, il blocco del giorno, lavoro che di per sé porta via davvero poco tempo.

Così ho pensato di potercela fare e poi ho voglia di un progetto tutto mio, che prescinda da mercatini ed altre attività, ora si tratta di vedere se riuscirò a recuperare il ritardo con cui sono partita e poi tenere il passo. Intanto sabato ho scelto un po’ di stoffe: il progetto originale è sui toni del blu scuro e del beige, io ho optato per una scala di grigio scuro, con qualche pizzico di rosso.

Sono partita con ottimismo e voglia di recuperare in breve tempo, le prime piastrelle sono davvero veloci da fare, si sta quasi più tempo a scegliere i colori che non a cucire; purtroppo però ne ho fatte solo quattro prima che la Giraffina si svegliasse dal sonnellino di sabato pomeriggio e poi non ho più avuto tempo per dedicarmici… Speriamo bene!

Se vi ho fatto venir voglia di cucire, cliccate sul sito del progetto (è australiano); potete scaricare le prime piastrelle ed iscrivervi per ricevere gli invii successivi. Su facebook poi trovate sia un gruppo internazionale, dove postando i vostri blocchi con regolarità potete anche partecipare alle estrazioni di premi offerti dai negozi sponsor, ed un gruppo italiano, utile per seguire i progressi delle nostre “colleghe” ed interessante per vedere gli abbinamenti di stoffe scelti in giro per il mondo (pare che al momento ci siano 12.000 iscritte!!).

Buoni quilt a tutti!

Coccolarsi con un dolcetto

Adoro i libri, mi piace leggerli, comprarli, regalarli ed avere una bella libreria a casa; però bisogna essere realisti, da quando è nata la Giraffina non ho più letto un libro e probabilmente ci vorrà qualche anno prima di dare soddisfazione agli ultimi romanzi che giacciono ancora intonsi… Così per lo scorso Natale ho bandito ufficialmente i libri “da leggere” a favore di manuali e libri di ricette (per questi ultimi ho una vera e propria passione), che hanno il grande vantaggio di poter esser letti anche solo per 3 minuti, saltando da una pagina all’altra, e poi sono belli, anche solo da sfogliare quando non hai nemmeno due neuroni che facciano contatto fra loro.

L’ultimo arrivo nella mia biblioteca culinaria è questo

Ricette coccolose, di Chiara Pallotti e Silvia Luppi, Guido Tommasi Editore

Sull’onda dell’entusiasmo, dovuto al nuovo arrivo e/o alla ripresa di Masterchef, ho già provato un paio di ricette; la prima è sparita prima che avessi il tempo per fare una foto, il secondo esperimento si è salvato in corner poso prima dell’ultimo morso.

Ma come fanno le foodblogger? Cucinano i loro manicaretti e poi hanno subito la luce giusta, la location carina ed il tempo per fare delle bellissime foto! Vi invidio! Io invece devo supplicare il Giraffo, che però con le cose cucite se la cava, con il cibo meno, probabilmente per l’irresistibile tentazione di mangiare, invece di fotografare, quello che c’è nel piatto.

In ogni caso, questo dolce morbido di cioccolato ai lamponi e buonissimo e anche le ricette sembrano semplici ed appetitose. Inoltre è un libro bellissimo, una bella grafica e delle belle foto che vi fanno venir voglia di cucinare per la vostra famiglia, di organizzare un pranzo con gli amici o un picnic non appena ritorneranno le belle giornate primaverili.

Se lo avete anche voi ed avete provato qualche ricetta fatemelo sapere 😉

Buon fine settimana a tutti!

Un vestitino da Regina dei ghiacci

Ve li ricordate i vestitini “J. Kennedy”? A dicembre, per accontentare una bambina davvero speciale, lo abbiamo realizzato con una stoffa diversa, un vellutino a costine morbido, color azzurro ghiaccio, a cui abbiamo accostato l’elegante colletto bianco asimmetrico. La scelta del colore voleva strizzare l’occhio alla sfrenata passione delle bambine per il film Frozen e mi sa che ci siamo riuscite!

Che dite? Può andare per un’Elsa in versione “corto”? A volte lo strascico stanca… E poi con questa gonna si può fare una ruota… Da far girare la testa!

Se volete prenotarne uno, disponibile anche in versione rosa chiarissimo (sempre vellutino a costine), mandatemi una mail all’indirizzo che trovate in fondo alla pagina.

Alla prossima 😉

Ciao 2015 e grazie di tutto!

Si è appena chiuso il 2015 ed io mi sono riproposta di non fare uno di quei post pieno di buoni propositi per i prossimi 12 mesi perché tanto so che ci infilerei troppi obiettivi senza speranza. Però un saluto all’anno appena concluso lo voglio fare, perché per noi è stato bellissimo; se è vero che la più grande gioia in assoluto ce l’ha portata il 2014 con la nascita della Giraffina, quello successivo è stato l’anno della sua crescita, delle piccole grandi conquiste quotidiane, lo svezzamento, i dentini, gattonare, dire ma-ma-ma-ma-ma, scoprire la piscina ed il mare, il nido pieno di bimbi, la prima candelina, le prime gite in tre… Si fa fatica a credere che possa stare tutto in un anno!

Anche dal punto di vista creativo è stato un anno meraviglioso; può sembrare paradossale, visto che la crescita della cucciola ha relegato la Bernina al ruolo di soprammobile acchiappa-polvere, e spesso mi prudevano le mani tanto avrei voluto cucire con qualche bella stoffa nuova. Invece ho cambiato prospettiva, ho lavorato ad un progetto creativo più ampio e più importante, ho incontrato una sartina bravissima, Ambra, a cui sono riuscita ad affidare con serenità tutto quello che avrei voluto, ma non avrei mai potuto, fare io. E mentre lei cuciva km e km di punti e la Giraffina schiacciava qualche pisolino io sceglievo stoffe e lavoravo dietro le quinte a piccoli e grandi progetti che ci hanno dato soddisfazione. A fine anno poi, come vi ho annunciato recentemente, siamo anche riusciti a “chiudere il cerchio” facendo debuttare la nostra creatura virtuale, Patchworkvictim, che non smetto di riempire con nuove bellissime stoffe (forza, compratene un po’ prima che mi venga l’orticaria per non poterle cucire!).

Delle tante creazioni di questo 2015 quella a cui forse sono più affezionata sono queste maxi-maglie con il disegno in applichè, pezzo forte della prima collezione autunno-inverno della Giraffa.

Deliziose ma non troppo eleganti, uniche per i diversi accostamenti di stoffe americane con cui è realizzato l’applichè e realizzate al 100% da noi, perché anche il disegno è di Ambra.

Questa è l’edizione limitata su jersey rosa che abbiamo cucito per i nostri amici di Belle et Beau, con due varianti che ci sono piaciute tantissimo: la bambina occhialuta e la bimba con la pelle scura.

Non mi resta che dare il benvenuto a questo 2016, augurando a tutti salute, pace e creatività.

Ci sentiamo presto!

Patchworkvictim.it: il nostro regalo per il Natale 2015

Buongiorno amiche, arrivo in ritardo per augurarvi buon Natale, rimedierò con un buone feste che ci sta bene almeno fino all’Epifania; questo dicembre è stato un mese super concitato, per il lavoro, per il Giraffo che non la smetteva di ammalarsi, per la Giraffina (che invece è stata bravissima e non finisce di stupirci, giorno dopo giorno, per tutte le cose nuove che impara e per l’affetto che ci dimostra), per l’organizzazione di alcuni mercatini pre-natatalizi (che non sono riuscita nemmeno a pubblicizzare su queste pagine, ma che ci hanno ripagato della fatica) e per il solito tour de force pre-natalizio.

Ma la novità di cui vi voglio parlare oggi, che ci ha preso tanto tempo e tante energie, ma di cui siamo anche tanto orgogliosi, è il debutto del nostro sito internet per la vendita di tessuti americani (e non solo! Datemi tempo…). Si chiama

patchworkvictim_ultra ori

La presentazione ufficiale la potete leggere sul blog collegato al sito, scritto – poteva essere altrimenti? – dalla geniale penna, ops, tastiera della mia amica Larry, che è anche autrice delle descrizioni che accompagnano le foto delle stoffe sul sito, capaci di darvi utili suggerimenti facendovi sorridere al tempo stesso (dove altro le trovate??).

Il Giraffo ed io siamo molto contenti di questa nostra creatura; è un sogno tenuto a lungo nel cassetto, che permette in un certo modo di chiudere il cerchio fra la nostra passione per le stoffe e la creazione di abiti ed accessori per bambini (ma il 2016 porterà parecchie novità anche per gli adulti).

Ora però abbiamo bisogno del vostro aiuto: se in tutti questi anni di blog avete apprezzato le stoffe che utilizzavo e gli abbinamenti proposti, ora troverete su Patchworkvictim tanti tessuti, sempre accompagnati da fantasie coordinate per completare e valorizzare le vostre creazioni. Dateci una mano a farci conoscere, fateci sapere le vostre opinioni, cosa vi piace e cosa potrebbe essere migliorato, quali prodotti vorreste trovare, sia come stoffe che come attrezzature.

E per non perdere nemmeno un aggiornamento sulle promozioni, giveaway, progetti e sui nuovi prodotti, mettete un bel “mipiace” sulla pagina facebook, iscrivetevi alla newsletter e seguite il blog.

Un augurio affettuoso a tutti per un 2016 pieno di serenità e creatività!

Travel kit in bianco e nero

A dicembre finisce sempre così, che non riesco a tenere il passo con le cose da fare, già fatte e da mostrare, che penso di fare ma poi non ho tempo; quest’anno, com’è facile da immaginare con una trottolina schiocca-baci che gira per casa e ci fa girare la testa, è peggio degli altri. Non posso però non farvi vedere questi nuovissimi travel kit, sia mai che vi sistemino i regali di Natale 😉

L’assortimento è lo stesso dei travel kit rosa e bianchi presentati nel post precedente: un portapassaporto, una bustina con la zip e due scomparti piatti aperti ed una busta con porta-biglietti da visita, card, ecc. Quello che cambia sono le stoffe: queste sono tratte dalla collezione Cotton+Steell Black and White e sono super-chic!

Una versione in nero a macchioline bianche, talmente sobria che potremmo regalarla anche ad un uomo, non trovate?

Trovate i travel kit nel mio negozietto Etsy; se desiderate uno solo dei pezzi che compongono questi set mandatemi una mail o una richiesta attraverso Etsy, farò in modo di accontentarvi.

A presto, con una novità davvero super!

Novità: i travel kit in bianco e rosa

Non vedevo l’ora di mostrarvi questa novità: un set da viaggio composto da tre elementi per proteggere e tenere a portata di mano tutti le piccole cose di cui avete bisogno quando siete in aereo o in treno.

I tre pezzi sono: un portapassaporto, un portadocumenti e portacard con tantissimi scomparti (infilateci la cartafreccia delle Ferrovie o la tessera millemiglia, utilizzate gli altri scomparti per conservare i biglietti da visita raccolti in viaggio che altrimenti stazionerebbero mesi sul fondo di qualche borsa) e una bustina a più scomparti, in cui infilare la stampa dei biglietti, il cruciverba o la guida tascabile da leggere in viaggio. Abbiamo creato tasche e scoparti di diverse dimensioni pensando a quello che poteva servire ad una viaggiatrice seriale o occasionale, ora sta a voi riempirli al meglio!

Ne abbiamo realizzati in diverse versione di colori e fantasie: per quelli che vi mostro oggi abbiamo utilizzato due romantiche stoffe rosa con i simboli di Parigi; cucite prima dei drammatici avvenimenti di qualche settimana fa, speriamo ora possano essere un piccolo stimolo in più per andare, o ritornare, a visitare una delle città più amate al mondo.

Fra qualche giorno ve ne mostrerò altri due, più sobri, con stoffe bianche/nere; nel frattempo fatemi sapere se vi piace l’idea 😉

P.S. Ho creato una sezione “idee regalo per Natale” nel mio negozietto Etsy, che spero possa essere utile per il vostro shopping natalizio!

Idea regalo: sacchetti portabiancheria

Buongiorno e buon inizio di settimana! Oggi riprendiamo un filone che ci accompagnerà fino alle prossime festività: la presentazione di tante idee regalo utili e carine che potrebbero essere utili per arrivare preparate al Natale (ma anche a compleanni, onomastici ed anniversari). Nelle foto che seguono trovate i nostri sacchetti portabiancheria, comodi per portare in viaggio la biancheria pulita e per riportare a casa quella usata, sono 100% cotone e si lavano in lavatrice. In alternativa potete pensare di appenderli in bagno e riporvi struccanti e dischetti di cotone, saponette e bagnoschiuma di riserva o gli altri generi di prima necessità femminili di cui non possiamo fare a meno ma che non ci piace lasciare troppo in vista.

Li abbiamo realizzati in tre tonalità diverse: reggiseni rosa e bianchi su fondo rosa, grigio oppure panna. Potrebbero essere il regalo di cui avete bisogno per l’amica del cuore, la mamma o la collega; una signora recentemente ne ha comprato uno da regalare alla nipote adolescente insieme ai primi completini intimi, anche questa un’idea carina!

Se avete tempo e voglia potete anche realizzarli da voi: trovate le istruzioni passo passo in questo tutorial (io ho utilizzato delle dimensioni un po’ più grandi… Vedete voi 😉 ), mentre le stoffe le potete trovare nella sezione stoffe del mio negozio Etsy.

Se invece il tempo stringe e di cucire non se ne parla, con pochi clic potete acquistarli nello shop!

A presto, con nuovissime idee regalo “non-solo-bimbi” 😉

Buonanotte bimbi, sono arrivati i sacchi nanna

Ve l’avevo anticipato, ho più novità che tempo per raccontarle, quindi bando ai convenevoli (non ne avevo di meritevoli :p) e passiamo all’ultima creatura nata in Casa Giraffi: il sacco nanna.

Come risolvere l’eterna lotta fra genitori e pargoletti sul dormire coperti, evitando così l’ennesimo raffreddore della stagione? “Vestite” il vostro piccolo con un sacco nanna, che gli terrà il corpicino bello caldo lasciandogli le manine libere (sfido chiunque a tenerle coperte!).

Prima di realizzare il nostro prototipo ho fatto un’indagine di mercato, quello che vi propongo è il modello che va per la maggiore: si apre su uno dei lati (fianchi) con una cerniera, sopra le spalle invece i due pezzi si congiungono con un bottone a pressione.

L’esterno è ovviamente fatto di cotone americano, l’interno è in cotone bianco, in mezzo abbiamo inserito un’imbottitura di medio spessore, non troppo leggera e non eccessivamente pesante ed ingombrante.

Sono disponibili in due taglie 70 oppure 90 cm (altezza dalla spalla al fondo del sacco); le fantasie che si possono utilizzare sono tutte quelle che abbiamo in casa, la scelta è vostra. Per vederle basta mandare una mail all’indirizzo che trovate in fondo alla pagina specificando i vostri desideri.

Se invece vi piacciono i sacchi di questo post correte su Etsy: siete in tempo per un caldo regalo di Natale!

Attenzione, Natale in arrivo!

Sono settimane che ve lo ripeto, il calendario quest’anno corre veloce come non mai, ancora qualche giorno ed il Natale ci travolgerà; se siete delle creative sarete già all’opera per preparare i regalini natalizi, oppure, sarete come me, con le mani nei capelli perché vorreste fare mille cose già sapendo che sarà impossibile. In questo post vi mostro un po’ delle cose che ho realizzato con le stoffe della collezione “Santa Express” (ovvero il “Natale buffo”, come lo chiamiamo Ambra ed io).

Cominciamo da una novità, le calze di Natale: sono una tradizione più anglosassone che nostrana, ma, se ci piacciono, perché non adottarla? I più restii le potranno utilizzare per S. Nicolò o S. Lucia, oppure ancora per la Befana, io per non sbagliare le terrò fuori dall’8 dicembre all’Epifania 😉

Di questa collezione non riesco a scegliere la mia preferita: renne innamorate, simpatici Babbi oppure scritte fitte fitte che si alternano ai personaggi del Natale? C’è perfino Mamma Natale… Adorabile! A fare da contrasto una fantasia di pois multicolore e dei fiocchi di neve su fondo verde.

Vi dirò di più, mi piace l’idea di personalizzare le calze con il nome del fortunato proprietario ricamato sulla fascia superiore… Queste erano per un mercatino, ma le prossime saranno nostre!

Non potevano mancare i bavaglini natalizi, per vestire a festa i bimbi con un piccolo gesto. Li abbiamo declinati in quattro fantasie diverse.

Infine, per celebrare il primo Natale dei vostri bimbi, ecco la nostra versione del classico bavaglino “il mio primo Natale”.

Se vi ho fatto venir voglia di lavorare su queste stoffe fatevi un giretto nel mio shop Etsy, le troverete insieme ad altri pacchetti di stoffe natalizie e non; se invece non avete tempo o voglia, ma ci tenete a regalare qualcosa di “handmade”, nello stesso negozio troverete anche gli articoli illustrati in questo post. Alla prossima!

La prima candelina di Beatrice

Rieccomi, di nuovo dietro alla tastiera di casa dopo un paio di settimane super intense, fra lo stress del rientro lavorativo a tempo pieno (quante scartoffie, aiuto!!) ed un tour de force di festeggiamenti familiari. L’evento clou è stato senza ombra di dubbio il festeggiamento del primo compleanno della Giraffina, celebrato alla fine di ottobre; per me è stata un’emozione grandissima, vedere quanto è cresciuta, pensare a tutti i progressi che ha fatto in così poco tempo, com’è cambiata e come cambia ogni giorno… Poi ci si è messa anche lei, a darmi il colpo di grazia, decidendo di alzarsi e camminare spedita (ben più dei 3 passetti fatti di slancio nelle settimane precedenti) proprio nel giorno della sua festa!

Un evento così emozionato andava festeggiato alla grande e noi genitori giraffici ce l’abbiamo messa tutta: personalmente adoro i compleanni, sarà per le feste bellissime che mi ha regalato il Generale da bambina e da adolescente, ma è di certo la festa che preferisco; il Giraffo, diamogli atto, mi ha assecondato in tutto e per tutto, senza mai darmi della folle, anche quando – forse – l’avrei meritato.

Aver desiderato a lungo un bambino non ti rende un genitore migliore degli altri, ma di certo ti dà più tempo per fantasticare: dopo che per anni hai pensato a cosa avresti fatto per la festa di compleanno di tuo figlio, quando finalmente arriva quel momento tanto sognato e tu sei vagamente stordita dalla mancanza di sonno e tutto il resto ti dici eh, no, mica posso mollare adesso! E via coi preparativi…

In queste foto vi mostriamo un po’ dell’allestimento che abbiamo scelto per la festa: la grafica è di Stockberry Studio, sito che sta nei miei preferiti da almeno 5 anni 😉 Il tema scelto è quello con i dinosauri rosa e viola (ho deciso di lasciare ballerine e principesse per quando Beatrice ne sarà più consapevole :p)

Ho passato una settimana a ritagliare di sera carta e cartoncino, poi ho coinvolto il Giraffo nell’assemblaggio; devo dire che non si è ammutinato nemmeno quando gli ho proposto di rivestire le gelatine di frutta con le fascette a tema… E’ anche lui cotto della nostra cucciola! Non è mancato un ricco buffet, grazie anche all’apporto delle super polpette della bisnonna, alla superfrittata della nonna ed ai cupcake con i dinosauri fatti dal mio amico Andrea (ve lo ricordate il fotografo?? Ebbene sì, è l’uomo dai due talenti!). Di mio ci ho messo panini, sfogliatine (con la pasta sfoglia handmade!!), muffin a volontà ed i biscotti alla cannella personalizzati, che mi sono serviti anche per i sacchetti – dono per gli ospiti.

Volevo fare un buffet salutista (c’erano anche i succhi bio fatti in casa), ma ho dovuto fare un piccolo strappo per i popcorn, solo per utilizzare questi cestini a tema 😉

Infine, il pezzo forte, la torta! Avrei voluto farla io, ma temevo non mi rimanesse tempo per tutto il resto, così l’ho affidata alle abili mani di Andrea (Pasticceria Cecchi, una garanzia, provare per credere!); oltre che buona era semplicemente bellissima!

La Giraffina si è goduta la festa, la compagnia ed i regali, senza disdegnare il buffet (quanto ti è piaciuto il tuo primo muffin, Bea??); non ha dato il meglio di sé nelle foto-torta, ma ci rifaremo il prossimo anno. Dopo tutto, questo era solo un (bellissimo) inizio!

A presto, con un sacco di novità che non ho mani per fotografare e descrivere!

Nuovi originalissimi grembiulini per l’asilo

Io le adoro le mie piccoli clienti; non me ne vogliano i genitori, ma quando i bambini sono liberi di scegliere colori ed abbinamenti ci stupiscono con dei gusti molto più particolari di quelli che ci aspetteremmo (fatta eccezione per la passione collettiva per Frozen e le principesse Disney, ma sul tema non posso che allinearmi e desiderare di avere di nuovo 6 anni!).

La meravigliosa Noemi ha scelto le stoffe insieme alla sua mamma ed ecco gli abbinamenti che ne sono usciti: un delizioso coordinato fra queste delicate farfalline su un elegante grigio antracite e dei piccoli disegni tono su tono in verde acqua.

La seconda versione è decisamente più aggressiva: intricate ragnatele sparpagliano ragnetti per tutto il grembiulino, interrotte solo da tasche e colletto pieni di dolcetti e zucche. Sicuramente unico!

Desiderate anche voi un grembiulino originale per il vostro piccolo o la vostra piccola? Scrivetemi (trovate la mail in fondo alla pagina) e vi manderò le immagini di tutte le stoffe disponibili al momento, starà poi a voi fare una bella riunione di famiglia per scegliere le vostre preferite!

Alla prossima 😉

Babbo Natale in arrivo: collezione Santa Express

Vi ricordate che qualche settimana fa parlavamo già di stoffe di Natale, perché – si sa – non è mai troppo presto per pensare al Natale e, soprattutto, perché se si vogliono avere le creazioni natalizie pronte a tempo debito, bisogna pensare alle stoffe con congruo anticipo?
Se non vi ricordate, ora lo sapete (e qui c’è il post sulla collezione Holiday Magic).
Se vi ricordate, possiamo passare all’altra collezione di stoffe da patchwork (quindi – lo ripeto per i neofiti – che non stingono e non si restringono lavandole) dedicata al Natale, decisamente più buffa e vivace.

La collezione si chiama Santa Express e si compone di stoffe dai colori chiari e insolitamente squillanti, per dei soggetti natalizi, tonalità che siamo abituati a vedere soprattutto su fantasie estive: rosso (beh, ovvio, è pur sempre Natale), rosa corallo, turchese, verde e verde acido, su un chiaro sfondo bianco che dà al tutto un’aria allegra e rende la grafica “pulita”, con i disegni essenziali e ben distinguibili.

I soggetti, invece, sono quelli più classici: Babbi, abeti, pupazzi di neve, trenini (non si chiama Santa Express per caso), bastoncini di zucchero ghirlande, pacchetti e renne dal naso rosso – oh, quanto ci piacciono le renne dal naso rosso!

Della collezione fanno parte una fantasia con tutti questi soggetti intervallati da scritte colorate, in caratteri diversi e colori coordinati, con le parole del Natale; una fantasia con i medesimi soggetti sparpagliati; una fantasia coordinata a pois colorati, e fantasie coordinate, con un unico colore principale, dedicate ai soggetti più rappresentativi: babbetti rossi su sfondo corallo, cristalli di neve bianchi su sfondo verde chiaro e – dulcis in fundo – renne innamorate su sfondo bianco.

Queste della collezione Santa Express sono stoffe da patchwork nella più classica delle accezioni: pensate per essere fatte a pezzi e accostate selvaggiamente, senza sbagliare mai. I disegni sono grandi, al massimo, un pollice/un pollice e mezzo, che in centimetri significa, a esagerare, quattro. Ciò rende le stoffe adatte anche a progetti “da esperte”, composti, magari, da tanti dettagli piccoli, perché bastano anche ritagli non molto grandi per apprezzare il motivo.

Ovviamente, i disegnini sono così buffi e le stoffe sono così belle e simpatiche che si prestano benissimo anche ad altri lavori, perché bastano da sole a valorizzare anche progetti semplici… insomma, io ho cercato di non comprarle, ma non sono riuscita a trovare un buon motivo per trattenermi!

Ormai lo sapete, ma ve lo ripeto: nella sezione stoffe dello shop Etsy trovate un paio di set composti da quattro fantasie ciascuno, ma se desiderate abbinamenti o quantità diverse non avete che da chiedere!

Collezione autunno 2015: scamiciato cupcake e streghette

Premesso che secondo me le stoffe con simpatici mostriciattoli, ragnetti e streghette possono essere utilizzati tutto l’anno, non posso esimermi nella settimana che precede Halloween dal mostrarvi qualcosa di tematico. Ecco quindi i nostri nuovi scamiciati di jeans e cotone americano declinati in versione “stregata”. Il modello è lo stesso che vi avevo presentato ricoperto di gufetti, ma le stoffe abbinate gli cambiano lo stile.

I tessuti scelti per la fodera interna (non amate anche voi gli abiti – da adulti soprattutto – che rivelano una fodera a sorpresa?) è un tripudio di zucche e cupcake mischiate a piccoli teschietti: dolci sì, ma con una punta di mistero ed un pizzico di paura!

All’esterno attraverso bolle di diversa dimensione si vedono piccoli scorci di paesaggi mostruosi: casette, alberi solitari, un gatto nero che spia una dolce streghetta, un fantasmino sperduto, due zucche furbette ed un tenero Frankenstein…

Il progetto è declinato in tre versioni in base ai colori di fondo delle stoffe: lilla, bianco e verde acqua. Anche le taglie sono diverse, 2, 3 e 4 anni, ma a richiesta possiamo arrivare fino agli 8 anni.

Abbinare dolcevita e leggings sarà un gioco da ragazzi, potete utilizzare i toni più scuri, blu, grigio o nero, oppure osare un arancione, un lilla o un viola acceso, ci sa bene tutto!

Passate a vederli nella meravigliosa cornice di Belle et Beau, oppure scrivetemi per un progetto personalizzato.

Buon “dolcetto o scherzetto” a tutti!

Collezione autunno 2015: lo scamiciato con i gufi

Nuova puntata della sfilata autunno 2015: sempre nell’ottica di proporre vestitini originali, ma al tempo stesso comodi e portabili, oggi vi presento un nuovo modello, uno scamiciato realizzato abbinando un jeans ad uno dei nostri amati tessuti americani.

Portabile non solo per la linea non troppo elegante ma anche per la possibilità di declinare diversi abbinamenti a seconda del clima: a fine estate o primavera inoltrata basterà una maglietta leggera sotto, con i primi freddi si potrà passare ad una dolcevita con calzamaglia o leggins, magari aggiungendo un cardigan nelle giornate più rigide. Per gli abbinamenti di colore avete ampia scelta!

Questo è un pezzo unico, come lo scampolino di tessuto a gufetti che abbiamo utilizzato per la fodera interna e per la decorazione su petto e tutto intorno al vestito. Se vi piace ed avete cinque anni precipitatevi da Belle et Beau 😉

Se vi piace il modello ma non amate troppo i gufi non disperate e rimanete sintonizzati: a presto le foto delle ulteriori declinazioni sul tema!

Infine… Avete notato che i vestitini della Giraffa stanno bene proprio a tutti? Grazie Stefano, che ci teneva a sottolineare come il vestitino sia double-face 😉

A presto con tantissime novità!

Collezione autunno 2015: miniabito con applicazioni

Ritorniamo a parlare della collezione autunnale di vestitini per bambini; quelli che vi presento oggi sono i miei preferiti. Sarò sincera, ho adorato la salopette da maschietto ed ho desiderato di avere quattro anni per mettere il vestitino “Kennedy” con la gonna a ruota, ma il modello che vedete nelle foto qui sotto coniuga in modo unico eleganza, comodità e sportività; come se non bastasse, il disegno della bambina che abbiamo applicato è proprio “nostro”, la realizzato la bravissima Ambra, sartina e disegnatrice (l’avete conosciuta nel post “chi siamo”).

Per la base abbiamo utilizzato un jersey elastico grigio chiaro, che si abbina facilmente pressoché con tutto; non ha bottoni né cerniere, si indossa grazie all’incrocio fra collo e spalle. Potete considerarla un mini-abito o una maxi-maglia: noi l’abbiamo pensata con una dolcevita sotto e dei leggins, pratica e sportiva, ideale per la stagione autunnale.

Ma il di più che caratterizza questa proposta è sicuramente l’applicazione della bambina, realizzata con la nostra migliore selezione di tessuti americani; ogni pezzo è unico, gli abbinamenti proposti sono (quasi) irripetibili. Pronte per scegliere il vostro preferito?

Io vi mostro subito il mio! Vi ricordate la collezione con i dinosauri? Fa sempre il suo effetto ed ha dei colori meravigliosi…

Questa è grintosissima: non sono meravigliosi questi riccioli arancioni con le ragnatele? E che mi dite del vestitino con cupcake, zucche e piccoli teschietti? E poi ci sono anche le tasche coordinate 😉

Questa è la versione più dolce e delicata: un po’ di scozzese rosa per il vestitino e tanti pois multicolore per i ricci… Uno zuccherino!

Un’altra versione “mostruosa” ma nei toni più soft del lilla e verde acqua; streghetta sì, ma con dolcezza!

Copriamo tutte le taglie dai 2 agli 8 anni, sono morbidi e comodi, verranno utilizzati facilmente per due stagioni.

Siete innamorati anche voi delle mie modelle? Io le adoro…

Vi sono piaciuti? Questi li trovate già da Belle et Beau, ma presto in arrivo nuove versioni; ci risentiamo su queste pagine!

Set nascita per bambino: collezione piccoli aviatori

Sarà a causa della mia proverbiale passione per il rosa, ma trovare stoffe per maschietti degne di nota è sempre un’impresa; così, appena ho visto questa collezione, ho cliccato subito su acquista! Diversa dai classici animaletti e simboli baby sull’azzurro, queste stoffe rappresentano con disegni di diversa dimensione e colore un gruppo di animaletti aviatori. Si, si, avete capito bene, sono degli aviatori: topi, cani e persino dei procioni, bardati con caschetto ed occhialoni, sfidano il cielo sui loro aeroplani colorati, fra una nuvoletta ed un fumetto, compiendo traiettorie bizzarre.

Le più attente avranno notato alcune di queste nuove fantasie nei dettagli delle salopette, ma per farle apprezzare al meglio abbiamo realizzato un set nascita.

Immancabili i bavaglini, come al solito doppiati con una morbida spugna bianca, in grado di assorbire la bavetta più ostinata…

In abbinata il comodo sacchetto foderato, ideale per portare con sé i primi cambi del bambino ed utilissimo al momento di andare al nido o all’asilo; s’infila nella borsa della mamma o si porta “in esterna” legato al passeggino. Chi ci mette la merenda da mangiare al parco, chi i giochi da portare sempre con sé, il sacchettone ha tanti possibili utilizzi ed è  un regalo sempre utile per le neo-mamme.

La novità di questo set giraffico è l’accappatoio: da usare fin dai primi bagnetti e fino – almeno – ai dodici mesi, ha le dimensioni degli accappatoi delle marche commerciali, ma in più è doppiato con le nostre stoffe, anche sul cappuccio. Come coniugare praticità ed originalità in un colpo solo!

Volete regalarvi o regalare un set nascita con gli aviatori? Lo trovate nel mio negozietto Etsy 😉 Ovviamente è realizzabile anche con altre stoffe, esprimete pure i vostri desideri, faremo in modo di esaudirli!

Infine, se vi piacciono queste stoffe e volete cucirle voi stesse, mandatemi una mail con fantasie e metrature desiderate; trovate l’indirizzo in fondo alla pagina.

Per scoprire le altre novità (e sono tante!) di questo autunno… Restate connessi 😉

Abilmente autunno 2015

Dopo tre edizioni saltate per covare prima, prendermi cura poi dell’amata Giraffina, ieri sono ritornata ad Abilmente in compagnia della migliore compagna di viaggio e di shopping, mia cugina Silvia. Avevamo aspettative molto alte, volevamo vedere stand belli, stoffe originali e progetti accattivanti proposti con schemi o kit. Probabilmente, dopo anni di questa fiera e dopo tutti gli acquisti e le ricerche di stoffe fatte oltreoceano, siamo diventate troppo selettive; nell’insieme abilmente non ci ha entusiasmate, abbiamo visto troppi stand con proposte trite e ritrite e parecchi negozi (ma questo ovviamente non è colpa di nessuno) con materiali che proprio non ci interessano. Ci siamo fermate in almeno 5 o 6 stand di stoffe, colpite dal cromatismo delle pezze o dei fat-quater, ma poi… Che ci facciamo? O li compri tutti o li lasci lì, senza un progetto in testa.

Ma veniamo alle recensioni positive. Non è la prima volta che li vediamo, ma è di certo la prima volta che ci conquistano: patchworld.eu ci ha stupito con dei kit davvero interessanti e delle bellissime stoffe per realizzare semplici sciarpe. Bravi! E’ stata la nostra spesa più generosa.

Li volevo da settimane e finalmente sono miei: i nuovi asciugapiatti F.lli Graziano frutto della collaborazione con Madame Chantilly. Speriamo solo di trovare il tempo per ricamarli… In caso contrario però abbiamo già concordato a chi devolverli fra qualche anno. Nota a margine: da diversi anni mi sono autoimposta di non comprare più ricamabili perché finiva che non li ricamavo mai; non so se è per gli anni arretrati o si sono scatenati tutti nel 2015, ma ieri ne ho visti di meravigliosi, che ovviamente non ho potuto comprare (già con 3 sono ridicola, dove vado con 10 asciughini??).

La conferma: da molti anni sono le nostre preferite ed anche in questa edizione non si sono smentite. Uno stand originale, elegante, con colori insoliti e pieno di proposte molto carine: le Country Dools si impegnano sempre un sacco per le fiere e noi non possiamo tornare a casa senza un tris di schemi. C’era anche una coperta molto bella, ma dobbiamo ancora finire quella delle bamboline dei mesi, così ci siamo fatte coraggio e ci siamo accontentate di questi tre. Menzione speciale per le borse: io sono molto scettica verso le borse di stoffa, ma loro ne avevano di bellissime, frutto soprattutto di un’intelligente accostamento di tessuti. Brave ragazze!

La conversazione più interessante (anche se è stata in inglese e io ne ho capito la metà :p) è stata con Liesl Gibson, una deliziosa stilista newyorkese che a Vicenza presentava i suoi cartamodelli per abbigliamento da donna e da bambini. Non sapevamo da che parte iniziare per provare i suoi modelli ed alla fine abbiamo scelto questa maglia/tunica: conto di aggiornarvi presto sui risultati!

Infine, una gradita sorpresa: saranno 10 anni che mi struggo per degli schemi koreani (credo) con dei bambini disegnati un po’ come un cartone animato giapponese, molto colorati, con gli occhi grandi e le guancette rosa. Ora, che ovviamente non ho tempo per ricamare niente, sono finalmente arrivati in Europa per le vie legali e si possono acquistare facilmente. Come regalo per un’amica di crocette abbiamo quindi scelto le due serie di principi e principesse, spettacolari! Lista di cose da fare per Beatrice: come minimo Biancaneve ed il Principe, possibilmente prima che lei inizi l’università. Forza Francy!

Conclusioni: una gira a Vicenza in buona compagnia è sempre un toccasana per l’anima, che sia più o meno bella! Girare per gli stand, osservare, ammirare, criticare, acquistare, porsi degli obiettivi creativi, pensare ai regali per le amiche… E’ proprio bello! Grazie ancora alla mia compagna di viaggio :)

P.S.: scusate per le foto orribili, ma sono in chiusa in studio mentre Giraffo e Giraffina fatto il riposino pomeridiano!

Collezione Imprint

Oggi finalmente vi mostro una collezione di stoffe che mi ha entusiasmata subito e che mi ha dato già delle soddisfazioni, essendo piaciuta a tutti quelli cui l’ho mostrata, prima fra tutti la mia amica squinternata (che, diciamocelo, non è generosissima di complimenti sulle mere pezze di stoffa).

La collezione si chiama Imprint e si compone di fantasie diverse fra loro, ma che – ovviamente! – si abbinano benissimo e c’è solo l’imbarazzo della scelta (ma, in fondo, perché scegliere?).

Lo dico per inciso in caso qualcuno si sia sintonizzato solo adesso: sono tutte stoffe da patchwork, cioè hanno un trattamento speciale per cui, anche se è cotone al 100%, non si restringono quando vengono lavate e, come se non bastasse, non stingono, così possiamo sbizzarrirci negli abbinamenti senza temere di ritrovarci, dopo il primo lavaggio, con un capo camouflage striminzito, che andrebbe bene a Barbie reginetta del Battaglione San Marco.

Ma veniamo alla collezione di stoffe. Di Imprint mi sono piaciuti i colori, che sono eleganti e sobri senza essere smorti, e le fantasie, astratte, sofisticate e insolite, tanto che, più che nel patchwork, la vocazione di queste stoffe è l’impiego nell’abbigliamento e nella realizzazione di (invidiatissime) borse.

Le tonalità, manco a dirlo, sono pazzescamente giraffiche: grigi intensi ma non tetri e blu profondi “mossi” da motivi di griglie e croci greche, da abbinare a rosa sfacciati. Ah, sì, anche a un po’ di ottanio e di senape, che – detti così – possono apparire eccessivi, e invece si bilanciano alla grande con i toni delle fantasie di base, perché emergono senza stonare.

Io trovo che sia davvero strepitosa, è stilosissima, moderna e al tempo stesso sofisticata. Pensavo di farci un classico tubino blu e una cappetta di ispirazione orientale, magari da mettere sopra a uno smanicato fatto con la fantasia dei revers… voi avete altre idee? A me, più guardo questa collezione, ne vengono a milioni.

Vi ho convinte? Nella sezione stoffe del mio shop Etsy trovate i tre set di stoffe che avete visto in questo post, ma posso prepararne di diversi, sia come fantasie che come metratura, apposta per voi!

Collezione autunno 2015: i vestitini “Jacqueline Kennedy”

Abbiamo iniziato la sfilata virtuale della collezione autunnale dai maschietti e dalle loro salopette tutte toppe e tasche, ma ora è tempo di passare a quello che sicuramente vi aspettate da me: un vestitino rosa! Ebbene… Come avrei potuto deludervi?

La storia di questo vestitino prende il via da un cartamodello bellissimo rimasto per lungo tempo nel cassetto in attesa della stoffa giusta e da un pomeriggio di shopping nel principale negozio di stoffe della nostra città, quando Ambra ed io, già soddisfatte delle nostre scelte, rovistavamo in mezzo a pezze mediamente tristi in offerta speciale (che poi, molti di questi scampoli non sono affatto tristi come appaiono, basta saperli interpretare); all’improvviso vediamo questo rotolo bianco e rosa, lo peschiamo dal tavolo ed io esclamo “posso farmi un vestito in stile Jacqueline Kennedy?”. Per fortuna sono rinsavita in breve tempo (non che l’idea fosse tanto assurda, ma avrebbe condannato buona parte di quella pezza a rimanere sepolta nei meandri del mio armadio delle incompiute… Chi ha tempo per cucire per me stessa??) e, consegnato la stoffa ad Ambra, abbiamo concordato che valesse la pena di sperimentare il vestitino dall’originale colletto… Ed eccolo qui!

Durante il nostro servizio fotografico ha fatto la gioia di tutte le bimbe presenti, merito del colletto asimmetrico? Dell’elegante manichetta? Ma no, è la gonna a ruota che le ha fatte capitolare!

Da amante del genere quale sono, non ho resistito ed ho fatto indossare alla Giraffina la taglia più piccola, comunque troppo grande per lei… Vabbè come modella può migliorare (aspettate che diventi cappellona…), ma quel giorno è stata bravissima, letteralmente stregata da questi bambini grandi che impazzavano per casa nostra!

Come avrete capito dai preamboli, si tratta di un’edizione limitata per cause di forza maggiore (la stoffa quella era e quella abbiamo usato); le taglie disponibili sono 2, 3 e 4 anni e le trovate tutte da Belle et Beau. Esiste anche una taglia 5 anni, ma dovreste scipparla alla mia modella Margherita (e credetemi, non sarebbe per niente semplice!) oppure aspettare che cresca e non le vada più bene (indietro, c’era prima Beatrice!).

A presto, con le altre novità autunnali!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio

Le mie stoffe