shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

Sono arrivati i dinosauri!

Ormai si sa che prediligo il rosa e le stoffe femminili, ma per non fare un torto ai maschietti sono sempre in cerca di fantasie accattivanti anche per il lato azzurro del mondo; di conseguenza, qualche settimana fa un bel branco di dinosauri ha invaso Casa Giraffi.

Un po’ di dinosauri piccoli sull’esterno, gli animali più grandi sulla fodera interna, il giusto coordinato per chiudere il tutto ed ecco i nuovi sacchetti per maschietti (o per bimbe avventurose, noi siamo per la parità di genere!).

Neanche a farlo apposta, avevamo a casa una stoffa con uova di dinosauro e dinosauri neonati, perfetta per completare un tris di bavaglini.

Vi dovessero servire per fare un regalo, li trovate nel mio shop etsy; se invece volete cucire un progetto con queste fantasie, potete fare scorta di stoffe sempre nello shop, scegliendo fra i set proposti o chiedendone uno personalizzato ;)

Buona giornata!

CAL settima tappa: frutta secca

Nuova golosissima tappa per il nostro Cooking a long, questo mese dedicata alla frutta secca.

Logo CAL

Vediamo allora cosa fra noci, nocciole, mandorle e pistacchi hanno scelto le mie amiche per deliziare i palati di familiari e parenti, cominciando da…

La crostata di pistacchi e mandorle di Valentina

Valentina si gioca in questa tappa il suo cavallo di battaglia: una ricetta del Cucchiaio d’Argento per una torta facile da fare, scenografica, insolita e soprattutto buonissima! Unica precisazione: con la quantità di pasta della ricetta non si riesce a ricoprirla interamente, ma si possono realizzare delle elengatissime strisce, guardate la foto, non è meravigliosa? Questa la voglio provare!

La Lipizzer Torte (Linzer senza burro né glutine) di Larry

Originale, salutista e spiritosa come sempre, Larry propone una rivisitazione della Linzer torte senza burro; se vi chiedete come faccia a stare insieme, andate su Larrycette a scoprire l’ingrediente segreto (oltre al perché del nome storpiato); se poi non ve la sentite di osare tanto… Continuate a leggere questo post e verrete ricompensati ;)

I chifeletti alla vaniglia (Kipferl viennesi) di Eleonora

Eleonora questo mese non ce l’ha fatta a mettersi ai fornelli per il nostro CAL, ma ci teneva a dare il suo contributo (apprezzatissimo!) alla nostra piccola antologia dolce con una delle sue ricette più collaudate, che vi riporto qui di seguito.

Ingredienti: 150 gr. burro, 250 gr. farina, 100 gr. zucchero, 100 gr. mandorle, 1 uovo, 1 bustina vanillina, 70 gr. zucchero al velo (quanto basta, io ne metto meno, serve per spolverizzare dopo pronti….).

Procedimento: scottare le mandorle in acqua bollente e togliere loro la buccia. Tritarle finemente. Versare la farina un una ciotola, aggiungere le mandorle tritate, lo zucchero e gradatemente tutti gli altri ingredienti. Impastare la farina con lo zucchero, il burro, l’uovo e la vanillina, amalgamando bene il tutto. Quando l’impasto sarà sufficientemente compatto, dargli la forma di un panetto e avvolgerlo nella pellicola trasparente: farlo riposare in frigorifero per almeno due ore. Passate le due ore, togliere da frigo e fare dei rotolini con la pasta come per gli gnocchi, poi tagliarli e dar loro la forma di ferro di cavallo. Disporli sulla placca del forno (con la carta forno) e mettere tutto in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 15 minuti (io li tolgo appena cominciano a dorarsi, ma  dipende se ti piacciono più o meno cotti…). Spolverizzare con lo zucchero a velo. NB: con l’impastatrice vengono benissimo, mettendo prima burro fuso e uovo e poi tutti gli altri ingredienti…

I biscottini pasquali di Michelangela

Michelangela per il nostro CAL ha pensato di fare dei biscottini pasquali, utilizzando la ricetta dei biscotti al gianduia del libro “I dolci il gusto di una tradizione nelle Dolomiti”, senza farcirli con la nutella, ma optando per una glassatura con il cioccolato al latte. Risultato? Da leccarsi le dita!

La torta caprese di Carmen

Carmen sfodera una ricetta appresa anni addietro ad un corso di pasticceria a tema cioccolato: sembra deliziosa! Ecco la ricetta.

Ingredienti: 120 g. cioccolato fondente, 125 g. burro, 150 g. uova, 125 g. zucchero semolato, 185 g. mandorle tostate, 1 arancia grattugiata, 80 g. di albumi, 6 g. rhum.

Procedimento: far sciogliere il cioccolato a bagnomaria; lavorare il burro ammorbidito a crema ed aggiungermi il cioccolato sciolto. Sbattere le uova con metà dello zucchero ed aggiungerle al composto di burro, quindi unire le mandorle tostate e frullate con la buccia d’arancia grattugiata. Montare gli albumi con lo zucchero rimanente ed unirli al composto facendo attenzione a non smontarli; infine aggiungere il rhum. Cuocere in forno a 180° per 35 minuti circa.

 La torta di mele e albicocche secche di Francesca

A Francesca abbiamo consentito una libera interpretazione del tema del mese; essendo sua figlia allergica alla frutta a guscio, ha scelto un dolce con la frutta disidratata. La ricetta è del sito Dolci ricette ed il risultato è stato ottimo! Secondo me il successo è tutto merito delle abili manine della bimba che l’ha impastato :)

 Le ciambelline al limone e pistacchi di Anna

…che in effetti son diventate praline! Mica tutti possono andar d’accordo con la saccapoche ;) La ricetta è tratta dal sito Sagra del pistacchio, il risultato però non è entrato nella hit parade dei migliori dolci di Anna. Avete dei consigli per migliorare la ricetta?

La torta pere, cioccolata e mandorle di Sara

Sara tenta di adempiere a due tappe con un solo dolce, mette in gioco le mandorle e recupera gli agrumi; a me sembra un’ottima idea, sentite le recensioni molto positive di questa torta. Se avete voglia di provarla, segue la ricetta.

Ingredienti: 3 pere, 270 g di farina, 180 g di zucchero, 180 g di burro, 1 arancia (succo e scorza), 2 uova, 40 g di granella di mandorle, 30 g di cacao amaro, 2 cucchiai di grappa, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 1 cucchiaino di cannella, 1 bustina di lievito.
Procedimento: sbucciare le pere, tagliarle a cubetti e metterle ad insaporire con la grappa. In una padellina unire la granella di mandorle, 15 g di burro, la scorza dell’arancia e la cannella, far tostare qualche minuto e mettere da parte. Spremere l’arancia per ottenerne il succo. In una ciotola montare: uova, zucchero, burro ammorbidito, aggiungere il cacao amaro, il succo di arancia, le pere a cubetti infine la farina e lievito fino a rendere l’impasto omogeneo. Versare il composto nella teglia antiaderente e distribuire sulla superficie la granella di mandorle aromatizzata e tostata e poi un cucchiaio di zucchero di canna. Cottura 30 minuti circa 190°.
.
La crostata di ricotta e grannella di mandorle e nocciole aromatizzata all’arancia di Laila
Una nuova amica si aggiunge al team delle pasticcere del Cooking a long: benvenuta Laila. Se le sue ricette sono buone quanto le foto… Sarà il caso di provarle al più presto! Ecco la prima.
Ingredienti. Per la pasta frolla: 1 uovo intero, 80 gr zucchero a velo, 125 gr burro, 250 gr farina 00. Per il ripieno: 50 gr nocciole sgusciate, 50 gr mandorle sgusciate, 2 cucchiai di zucchero di canna, 2 uova, 250 gr ricotta, buccia di arancia a piacere.
Procedimento x pasta frolla: tagliare il burro freddo in una teglia da impasto. Lavorare con la mano il burro assieme allo zucchero fino ad ottenere una crema ben amalgamata. Aggiungere l’uovo e continuare a lavorare. Aggiungere la farina e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare una palla, coprirla con la pellicola trasparente e lasciare in frigo almeno 10 minuti. Nel frattempo iniziare la preparazione del ripieno: tritare nocciole, mandorle e buccia d’ arancia. Separare i 2 tuorli dagli albumi. Montare i 2 tuorli con 2 cucchiai di zucchero, aggiungere la grannella e mescolare bene. Alla fine aggiungere gli albumi montati a neve avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto x non smontare la crema ottenuta. Prendere la frolla e stenderla con il mattarello.  Adagiarla su una tortiera da 24cm già imburrata. Buccherellare il fondo e versare il composto. Decorare a piacere. Cottura: 40-45 minuti a 180º con ventilazione.
I dolcetti di noci (o nocciole) di Silvia
Silvia ha recuperato una vecchia ricetta a noi molto cara, che ci ha fatto fare quattro risate ripensando al passato. Scusandomi per la foto pessima (fatta io), passo a proporvi la ricetta!
Ingredienti. Per la pasta: 1e 1/2 hg di burro, 3 etti di farina, 3 rossi d’uovo, sale e rhum q.b., 1 bustina zucchero vanigliato, 30 gr lievito di birra (io ho usato quello in bustina), 1 bicchiere tiepido di latte. Per il ripieno: 3 etti di noci (nocciole, mandorle ecc.) macinate, 3 etti di zucchero, 3 albumi montati a neve.
Preparazione: mettere farina sulla spianatoia, sale, rossi d’uovo, rhum e il burro a pezzetti. Nel frattempo mettere il lievito in una ciotola e sciogliere con un po’ di latte tiepido,  lasciar lievitare e infine aggiungerlo al resto degli ingredienti (io nn avevo tempo ed ho usato il lievito di birra on bustina che è istantaneo). Lavorare assieme tutti gli ingredienti e stendere la pasta, poi tagliare a quadrati e mettere il ripieno, piegare i due angoli opposti ed infornare a 180-200 gradi per 20 minuti circa. Distanziate tra loro i dolcetti perché tendono a lievitare un po’ in forno!
.
La Linzer torte della Giraffa
Se la versione di Larry non vi ha convinto fino in fondo (però io, fossi in voi, un tentativo lo farei) e non avete paura di esagerare con il burro, potete provare questa ricetta, decisamente più tradizionale, tratta dal mio primo (e quindi ormai vintage) libro di ricette “Dolci Dolomiti” di Rosmarie Pescosta (che ancora ringrazio per avermi fatto amare la pasticceria ed avermi regalato una ricetta della Sachertorte infallibile).
Ingredienti: 300 g. farina, 300 g. burro, 250 g. nocciole, 200 g. zucchero, 2 uova, 1 tuorlo, 2 cucchiaini di lievito in polvere, 1 cucchiaino di cannella, la buccia grattugiata di un limone non trattato, 1 presa di sale, 250 g. marmellata di mirtilli rossi.
Procedimento: impastare la farina setacciata con il lievito con il burro, aggiungere uova, zucchero, cannella, limone, sale ed infine le nocciole tritate. Foderare uno stampo con la carta da forno, stendere un terzo dell’impasto sul fondo dello stampo ed utilizzare la parte rimanente per creare un bordo e le strisce, che stenderete dopo aver spalmato la marmellata di mirtilli. La ricetta originale consiglia di spennellare la torta con un tuorlo d’uovo prima di cuocerla, io non l’ho fatto perché non amo tanto quella crosticina che si crea. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.
.
La prossima tappa
Largo alla frutta di stagione, il tema della prossima tappa è fragole! Di gran lunga il mio frutto preferito, le mangio più che volentieri da sole; da qualche anno però si fatica a trovare fragole davvero buone, quindi “confonderle” con un po’ di uova, zucchero e farina (burro no, l’ho messo tutto nella Linzer!) mi sembra un’idea valida. Forza allora, infornate i vostri cavalli di battaglia, o sperimentate ricette nuove, deliziose crostate o morbide bavaresi; aspetto le vostre foto, ricette e consigli entro la fine di aprile. Buoni dolci!

Bag organizer: nuova collezione primavera 2015

In attesa di scoprire quali delizie hanno preparato le mie amiche per la tappa del Cooking a long appena scaduta, è tempo di rinnovare il nostro parco borse e borsette con qualche nuovo accessorio giusto per questa meravigliosa primavera. Se non avete ancora provveduto, ecco un’idea targata Giraffa, le mie nuove bag!

Come al solito, è stato amore a prima vista con queste stoffe…

Acquistate in un lampo e poi mischiate accuratamente per ottenere 4 bag (oggi vi mostro le prime due, dato che il Giraffo si è a dir poco sbizzarrito con le fotografie, mi sa che piacevano anche a lui).

Ogni borsa è diversa dall’altra, le fantasie si mescolano e si richiamano l’un l’altra in questo bellissimo mix di grigi, panna, azzurri e fiorati.

Potreste tenere una per voi e regalare l’altra all’amica del cuore, che ne dite?

Trovate entrambe le bag in un luogo estremamente chic e quindi perfetto per loro… Belle et Beau a Trieste; altre a breve in arrivo nel mio shop etsy. Ritornate a trovarmi!

Bavaglini per tutti i gusti

Nei mesi scorsi una valanga di stoffe coloratissime ha invaso Casa Giraffi; piccoli tagli di piccole fantasie, tutte dedicate ai cuccioli d’uomo. Ecco alcuni dei nuovi bavaglini; se vi piacciono, siete avvisate, sono “a tiratura limitata” ;)

Serie Snoopy: sommerso dalle valentine o in cerca d’avventure con l’amichetto Woodstoock, Snoopy rimane un mito per ogni generazione!

Serie trendy: smalti, occhiali da sole, scarpe e borsette, perché le fashion victim si riconoscono già dalla culla!

Serie pesciolini: non vorremmo trovarci impreparati all’estate!

Serie dolcetti: anche se non possiamo ancora mangiarli… Chi ci vieta di averli sul bavaglino??

Tutti i bavaglini sono in cotone americano (fronte) e spugna (retro), chiusi da un bottone automatico; se vi piacciono, li trovate nello shop!

Bag organizer: romantiche in bianco e nero

E’ tempo di una nuova tornata di bag organizer: anche queste fanno parte del “filone romantico” grazie ai cuori della stoffa esterna, ma i colori questa volta sono più classici, bianco, nero e panna; per le tasche e l’interno ho utilizzato le fantasie coordinate a base prevalentemente scura.

Per le nuove amiche che mi seguono da poco: a cosa serve una bag organizer? La riempite con tutte le cose indispensabili che portate sempre con voi, portafoglio, chiavi, trucchi, fazzoletti, ecc. e poi la spostate di borsa in borsa, in modo da rendere il cambio del vostro accessorio più amato particolarmente veloce e senza il rischio di dimenticare nulla.

Trovate una di queste bag nel mio shop, l’altra nel meraviglioso Belle et Beau; non fatevele scappare!

Nuove bag in lavorazione… A presto!

Doppio corredino micioso

Lavori in corso in Casa Giraffi: avete notato che ha riaperto la nostra pagina etsy? Dopo qualche mese di stand-by dovuto all’arrivo della piccolina siamo di nuovo operativi, fra l’altro con una grande novità: le stoffe! Troverete una selezione di stoffe patchwork, ciascuna inserzione è composta da due o più fantasie, tutte facenti parte della stessa collezione; alcune stoffe le conoscerete già, se seguite questo blog, altre sono nuovissime. I tagli proposti sono di 20 o 30 cm per fantasia, per permettervi di portarvi a casa più fantasie possibili senza fare un mutuo, ma se avete esigenze diverse contattatemi, abbinamenti e metrature possono essere modificati in base ai vostri desideri.

Inoltre stanno tornando disponibili tanti corredini per i più piccoli, composti da uno o più bavaglini abbinati al sacchetto per i primi cambi, per l’asilo nido e la scuola materna. Può essere un regalo utile ma al tempo stesso originale per una nascita o per un battesimo.

Oggi vi presento gli ultimi nati, due corredini miciosi, composti dal sacchetto con bavaglino coordinato.

Non ho saputo resistere a questa piccola collezione di stoffe, fatta di gattoni arruffati, zampette nere, scritte e graffiti gattosi… Se la versione rosa è perfetta per le bimbe…

I dettagli rossi rendono questa versione unisex!

 Davvero non so quale mi piace di più fra le due ;)

A presto con nuovi aggiornamenti!

CAL sesta tappa: cioccolato

Finalmente è arrivato il momento di uno dei temi più goduriosi, al quale abbiamo dedicato la sesta tappa del nostro Cooking a long.

Logo CAL

Delizia delle delizie, è stato il cioccolato a tenere banco fra i nostri fornelli questo mese; vediamo quindi cos’abbiamo cucinato nelle ultime settimane e quali sono le ricette da copiare.

La torta noci e cioccolato di Caterina

Caterina ha preso spunto da una ricetta del sito Dolce senza zucchero ed ha sostituito lo zucchero di cocco con lo zucchero di canna; inoltre ha omesso la glassa ed ha ricoperto i suoi dolcetti con una spolverata di zucchero a velo. Risultato delizioso!

La ciambella marmorizzata di Silvia

Per la sua torta Silvia ha rivisitato la ricetta “ciambella morbidissima” della famigerata Parodi. Lei l’ha realizzata così.

Ingredienti: 150 g di burro (Silvia ne ha messi 120), 300 g zucchero, 3 uova, 180 ml latte, 300 g farina, 1 bustina lievito per dolci, sale ed un po’ di cacao in polvere da aggiungere a metà impasto. Procedimento: gli ingredienti si possono mettere nel mixer senza un ordine preciso. Trenta minuti in forno circa ed il risultato è assicurato!

Gli american brownies di Eleonora

Eleonora ci propone una ricetta molto amata dalle quilters… E non solo, aggiungerei io! Provare per credere.

Ingredienti:  125 gr burro, 100 gr cioccolato fondente, 2 uova intere, 200 gr zucchero, 100 gr farina, 20 gr cacao amaro in polvere, 1 bustina essenza vaniglia. Procedimento: preriscaldare il forno a 175/180° e intanto ungere una bassa teglia quadrata (piccola) con poco olio e foderarla di carta forno. Fondere a bagnomaria burro e cioccolato e lasciar intiepidire. Lavorare con una frusta elettrica uova, zucchero e vaniglia; aggiungere il composto di burro e cioccolato mescolando bene. Unire da ultimo la farina mescolata con il cacao evitando di lavorare troppo il composto. Versare nella teglia e cuocere per circa 25 minuti (l’interno del dolce deve rimanere umido). Una volta freddo, tagliare a quadretti e spolverizzare con lo zucchero al velo.
.
La torta cocco e cioccolato al latte di Anna
Anna per questa tappa ha provato una ricetta tratta dalla collana voglia di cucinare, volume cioccolato; la torta è stata apprezzata ed è sparita molto velocemente, ma la nostra cuochina non ne è rimasta entusiasta… Pare sapesse più di burro che di cioccolato! Volete provare e vedere chi ha ragione? Ecco la ricetta!
Ingredienti: 230 gr farina, 80 gr farina di cocco, 2 cucchiai di zucchero, 200 gr zucchero a velo, 4 uova, 250 gr burro, 70 gr cioccolato al latte, scorza grattugiata di 1/2 arancia, 1 bustina di lievito, 1 pizzico di sale. Procedimento: lavorare il burro con lo zucchero, incorporare una alla volta le uova, unire poco alla volta la farina setacciata con il lievito il sale, quindi il cioccolato grattugiato, la farina di cocco e la scorza d’arancia. Versare il uno stampo da 22 cm di diametro, infornare a 180°C e cuocere per 45 minuti.
.
La torta ciliegie e panna di Larry
Più che una torta, un’opera titanica; noi però siamo avvantaggiate, perché possiamo leggere passo passo tutte le fasi realizzative con commenti e consigli direttamente sul blog di Larry. Non ci resta che aspettare le prime ciliegie…
.
Il salame di cioccolato di Carmen
Cosa c’è di più cioccolatoso del salame di cioccolato? Non poteva mancare nel nostro CAL, per fortuna che ci ha pensato Carmen, utilizzando la ricetta di Giallo Zafferano.
.
I brownie di Michelangela
Anche Michelangela ci propone dei brownie per questa tappa; la ricetta è tratta dal blog Back to bake e secondo lei è la migliore fra quelle usate sinora. Non vi viene voglia di provarla??
.
La mousse al cioccolato di Faby
Faby ci propone qualcosa di altamente godurioso… Una morbida mousse al cioccolato! La ricetta la trovate nel suo blog Fabbricette :)
.
I pangoccioli di Francesca
Francesca ha fatto i pangoccioli seguendo la ricetta di Giallo Zafferano. Un consiglio per chi vorrà cimentarsi: aggiungete le gocce di cioccolato dopo e non prima della lievitazione, altrimenti si sciolgono ;)
.
La ciambella al cioccolato light di Rosi
Colta da un’inspiegabile voglia di leggerezza (:p) Rosi ha sperimentato la ricetta del blog salutista Mangia senza pancia; aspetto e profumo ottimi ma gusto… Discutibile!
.
I tortini al cioccolato con cuore fondente di Debora
Un altro classico cioccolatoso sono i tortini dal cuore morbido… Debora ha realizzato i suoi basandosi sulla ricetta di Giallo zafferano; uniche modifiche per ricoprire gli stampini ha utilizzato il Nesquik invece del cacao amaro e non li ha cosparsi di zucchero a velo. Come accompagnamento provate del gelato al fiordilatte ;)
La torta al cioccolato della Giraffa
Ho “sfruttato” il nostro CAL per provare finalmente una ricetta tratta da un bellissimo libro “In cucina con Katie”, che ho da più di un anno e che non avevo mai sperimentato. Il dolce è una specie di caprese ed è venuta proprio bene, una vera goduria… Volete provarla? Ve la consiglio!
Ingredienti: 6 savoiardi, 300 gr cioccolato fondente, 150 gr burro, 165 gr zucchero extrafine, 4 uova, 155 gr farina di mandorle, 150 gr mascarpone, 3 cucchiai di frangelico (gli astemi li sostituiscono con il latte), zucchero a velo e panna per servire. Procedimento: Foderare uno stampo da 22 e distribuire sul fondo un cucchiaio di savoiardi sbriciolati. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere un uovo alla volta, poi i savoiardi sbriciolati, la farina di mandorle, il cioccolato fuso, il mascarpone ed il frangelico. Versare l’impasto nello stampo ed infornare per 55-65 minuti. La torta formerà una leggera crosticina ma conserverà un interno un po’ umido.
.
La prossima tappa
Il tema che ho in mente di proporvi già da un po’ è la frutta secca: largo a mandorle, noci, nocciole e quant’altro vorrete inserire nei vostri deliziosi dolci casalinghi. Spero che l’argomento vi piaccia e stuzzichi la vostra voglia di mettervi ai fornelli; dal canto mio, non vedo l’ora di rispolverare una ricetta provata tantissimi anni fa e purtroppo mai più riproposta.
Cucinate le vostre torte e mandatemi foto, ricette ed opinioni entro sabato 28 marzo; vi aspetto numerose!
.

Be my Valentine

Forse non tutte le mie amiche sanno che sono cresciuta a pane e Peanuts, intesi come, non me ne vogliano le noccioline, i personaggi creati dal mitico Schulz; da piccolissima ho divorato i vecchi libretti di mamma e papà, poi non mi sono persa un numero del mensile Snoopy, ora faccio incetta delle varie edizioni e raccolte di strisce che, anche se le ho lette un sacco di volte, non smettono di farmi sorridere. Come unire questa passione con l’amore per il cucito? Semplice, realizzando una minicollezione dedicata ai più piccoli con un paio di stoffe ispirate ai Peanuts ed al giorno di San Valentino, croce e delizia di Charlie Brown e compagni.

Ecco quindi i miei classici bavaglini, declinati in rosa ed azzurro, per i nostri piccoli amori.

Non poteva mancare qualche pochette, per piccole e grandi esigenze…

Beatrice sfoggia già il suo bavaglino rosa, se ne volete qualcuno anche voi potete andare da Belle et Beau oppure scrivermi.

A presto!

Collezione “Lettere d’amore” – seconda parte

Conclusa la parentesi dedicata alla tappa mensile del Cooking a long, rieccomi per la seconda e conclusiva parte della mini collezione fatta di cuori e macchina da cucire. Dopo le bag organizer del primo post, ecco una doppia coppia di tovagliette all’americana.

Non potevano mancare una coppia di piccole pochette, anche loro nei toni del panna e del rosa salmone, per tenere in borsetta penne e matite ma anche pennelli e trucchi, spazzolino e dentifricio…

Per concludere, non poteva mancare un vestitino, modello scamiciato con una fantasia con scritte tono su tono in verde acqua e tanti cuori.

Potete trovare tutti questi oggetti da Belle et Beau, insieme ad un’altra piccola e romantica novità, che vi mostrerò nel prossimo post ;)

Buona settimana!

CAL quinta tappa: gli agrumi

E’ con grande piacere che apro un nuovo capitolo della nostra saga del Cooking a long, ringraziando tutte le amiche che stanno contribuendo a creare questa nostra piccola antologia di ricette sperimentate ed approvate.

Logo CAL

Il tema scelto, vista la stagione, era “gli agrumi”; alcune amiche hanno approfittato dei compleanni dei mariti per cimentarsi in qualche dolce a tema, qualcuna ha colto l’occasione per provare qualcosa di nuovo, altre hanno rispolverato collaudati cavalli di battaglia. Ecco la nostra produzione!

La torta di arance della Vale

Iniziamo da una new entry del nostro gruppo e mia vecchia conoscenza giramondo, che accolgo con grandissimo affetto; Vale sono proprio contenta di averti con noi! Valentina ha seguito una ricetta pubblicata sul blog rossolampone, che ha proposto una ricetta di Donna Hay. Il risultato non è stato esattamente all’altezza delle aspettative, la consistenza era un po’ troppo pesante: qualcuna ha voglia di cimentarsi e di darci la sua opinione?

I biscotti al limone di Eleonora

Per questa tappa Eleonora ha ripescato una ricetta tratta dal libretto torte e pasticcini della f.lli Fabbri Editori. Il risultato? Dei biscotti buoni, leggeri e profumati. Cosa volere di più? La ricetta è la seguente.

Ingredienti: 250 gr.farina, 150 gr. zucchero, due uova intere e due tuorli, un limone (succo e buccia).
Procedimento: sbattere in una terrina le uova intere e i tuorli con il succo di limone (loro aggiungevano anche un cucchiaio di acqua di rose, ma Eleonora ha soprasseduto). Mescolare lo zucchero (meno un cucchiaio) con la farina e incorporarlo alle uova un po’ alla volta, aggiungere la scorza grattugiata del limone (solo il giallo!). Mettere a cucchiaiate sulla placca del forno foderata di carta forno e cospargere con il rimanente zucchero. Cuocere a calore medio per circa 15′ finché saranno dorati.

La torta all’arancia di Carmen

Per partecipare a questa tappa del CAL Carmen ha scelto di utilizzare una vecchia ricetta dal risultato garantito; avete voglia di provarla?

Ingredienti: 3 uova, 300 gr. zucchero, 300 gr. farina, 2 arance, una bustina di lievito.

Procedimento: amalgamare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere il succo delle arance, poco alla volta la farina e gli albumi montati a neve. Unire infine il lievito e mescolare per dieci minuti. Versare in una tortiera e cuocere in formo moderato per 45 minuti circa.

 La torta all’arancia di Michelangela

Per festeggiare il compleanno del marito e partecipare al nostro CAL Michelangela ha realizzato questa torta alle arance, seguendo una ricetta del blog giallozafferano. Vogliamo sapere se il marito ha apprezzato… ;)

La torta soffice all’arancia di Anna

Anna ha provato una ricetta tratta dal blog la cucina di Loredana; Anna consiglia di montare molto bene uova e zucchero e, se siete particolarmente golose, di aggiungere all’impasto un po’ di gocce di cioccolato, che pare siano state molto apprezzate. A preposito, la foto non c’è perché la torta è sparita subito… Buon segno!

La marmellata alle arance all’inglese di Rosi

Non solo torte e crostate per questa tappa del Cooking a long; Rosi si è cimentata con una marmellata aromatica di cui è rimasta molto soddisfatta. La ricetta, che trovate qui, prevede l’utilizzo del bimby, ma nulla vieta di realizzarla in modo tradizionale.

La torta al limone di Ilaria

Ilaria ha provato una ricetta di Giallozafferano ed è rimasta molto soddisfatta: 8+ per una torta molto morbida e delicatamente profumata al limone.

Il plumcake agli agrumi di Sabrina

Sabrina ha utilizzato una ricetta della mamma ed ha sfornato un plumcake buono ma… Che sa poco di agrumi! Il consiglio è quindi di aggiungere alla ricetta che riporto di seguito buccia grattugiata e/o succo di arancia o mandarino, per dare una carica di sapore maggiore.

Ingredienti: farina 250 gr., zucchero 100-120 gr., fecola di patate 2/3 cucchiaini, bustina lievito per dolci 1, uova 2, burro 50 gr., yogurt agrumi 125 gr.
Preparazione: lavorare le uova con lo zucchero; aggiungere la farina setacciata insieme alla fecola, quindi lo yogurt ed il burro (sciolto), infine il lievito. Infornare a 180° per 20/30 minuti.

La crema di mele ed arance di Caterina

Un’altra idea interessante sul tema agrumi è la crema dolce realizzata da Caterina; la ricetta è tratta dal blog vegolosi.it. Sembra molto appetitosa!

La crostata di arance di Silvia

Per festeggiare i 40 anni del marito ed “adempiere” al nostro CAL Silvia e la sua piccola Margherita hanno cucinato una crostata alla marmellata. Ingredienti per la frolla: 100 gr. zucchero, 200 gr. burro, 300 gr. farina, 1 tuorli, 1 bustina di lievito, la buccia grattugiata di un limone. La marmellata scelta non poteva che essere d’arancia. Auguri!

Le tortine al succo d’arancia e cioccolato di Faby

Faby ha attinto ad un ricettario Bimby per questi tortini di cui si dichiara abbastanza soddisfatta; la ricetta con le modifiche apportate da Faby è la seguente (attenzione, le dosi sono abbondanti!).

Ingredienti: 400 gr. farina, 180 gr. zucchero, 150 gr. burro, 170 ml latte, 20 gr. fecola di patate, 4 uova, succo e scorza di un’arancia biologica grande, 1 bustina di lievito, gocce di cioccolato.

Procedimento: amalgamare gli ingredienti (nell’ordine burro, zucchero, uova, latte, succo e buccia d’arancia, farina+fecola+lievito, gocce di cioccolato), cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti.

La crostata alle arance caramellate di Debora

Debora si è basata sulla ricetta di Giallozafferano utilizzando però le proprie ricette per pasta frolla e crema pasticcera. Visto che si è dichiarata soddisfatta del risultato, sarà meglio appuntarci le dosi.

Pasta frolla: 300 gr. farina, 150 gr. burro, 130 gr. zucchero, 2 tuorli, 1/2 fialetta di aroma all’arancia, un pizzico di sale.

Crema pasticcera: 4 tuorli, 100 gr. di zucchero, 50 gr. farina, 500 ml latte.

Il ciambellone agrumi e cioccolato di Francesca

Senza burro, senza olio e senza uova: vuoi vedere che riusciamo a sbafarci un dolce al cioccolato senza sensi di colpa? Ecco la ricetta di Francesca!

Ingredienti: 200 grammi di farina, 250 grammi di zucchero, 100 grammi di cacao amaro, 1 arancia, buccia grattugiata e succo, 2 grammi di cannella, 250 grammi di latte, 1 bustina di lievito. Cuocere 30 minuti a 200 gradi, in forno statico preriscaldato.

Francesca l’accompagna con una marmellata di arance e zucca, che si prepara con 1 kg di arance sbucciate e pelate a vivo, ½ kg di polpa di zucca fatta a pezzettini, ½ kg di zucchero e tanta pazienza, perché non si addensa mai (non vorrete mica rovinate tutto con l’addensante?).

La torta all’arancia della Giraffa

Per il bene del nostro CAL, allo scopo di sperimentare ricette per me nuove tratte dal web, ho superato la mia proverbiale ritrosia verso la Parodi cuoca e mi sono cimentata con questa sua ricetta, che ho trovato sul sito di la7. Unici cambiamenti: non ho usato la mezza fialetta di aroma (volevo un dolce il più possibile “naturale”) ed ho utilizzato una sola (ma molto grossa) arancia non trattata. L’ho cotta in uno stampo da plumcake e devo dichiararmi soddisfatta del risultato: un dolce semplice, ma morbido e profumato, l’ideale per una colazione casalinga. Provatelo!

P.S. Qualche giorno dopo ho rifatto lo stesso impasto, ma vi ho aggiunto una dose generosa di gocce di cioccolato e l’ho cotto negli stampini da muffin: sono stati apprezzatissimi!!

La prossima tappa

Il tema della prossima tappa è un super classico che fa tanto bene allo spirito: il cioccolato! Forza ragazze, San Valentino si avvicina, stupite compagni, mariti e fidanzati con un delizioso dolcetto casalingo a base di cioccolato (o fatelo per voi stesse e mangiatelo dalla prima all’ultima briciola!), poi mandatemi foto, ricette ed opinioni (dei fortunati destinatari!) entro il 22 febbraio 2015.

Buoni dolci a tutte!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio