shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

Il vestitino a palloncino

Vi avevo promesso un inizio estate pieno di novità ed in effetti ho una cartella piena di foto da pubblicare, anche se come al solito il tempo è tiranno… Bando quindi agli indugi, oggi vi presento un nuovo modello di vestitino che si aggiunto a quelli già sperimentati lo scorso anno.

Le sue caratteristiche sono un elegante colletto ed un’ampia gonna a palloncino; la taglia piccola ed i colori della fantasia lo rendono simile ad una morbida nuvoletta…

Ho esaurito la stoffa, quindi si tratta di un pezzo unico (taglia un anno); se vi piace, non fatevelo scappare, lo trovate da Belle et Beau.

Prometto che torno presto… Nel frattempo… Buona domenica!

Le novità dell’estate 2015

Oggi è una giornata speciale, i nostri amici Costanza ed Emanuele di Belle et Beau ospitano la nostra collezione estate 2015: tanti coloratissimi vestitini, nuove fantasie, nuovi modelli ed accessori mai visti su queste pagine. Sono mesi che cuciamo ed organizziamo il tutto, sperando come sempre di incontrare il gusto dei più piccoli oltre a quelli di mamme, zie, nonne, amiche, ecc.

Per chi avesse piacere di vedere dal vivo le nostre creazioni, oggi o nelle prossime settimane, trova qui tutti i dettagli; per le amiche che invece fanno il tifo per noi a distanza inizio oggi la carrellata delle foto, sperando di soddisfare la vostra curiosità.

Partiamo da uno dei nuovi accessori, che speriamo diventi un must di questa stagione: il cappellino double-face!

Ripara dal sole, è elegante e si abbina alla perfezione ai nuovi vestitini.

L’abbiamo declinato in tre diverse fantasie, ma altri abbinamenti sono già in lavoro…

Vi aspettiamo all’evento di oggi… Oppure su queste pagine ;)

Buon fine settimana!

 

CAL ottava tappa: fragole

E’ primavera, le giornate sono lunghe e piene di sole, il che vuol dire più energie per tutte noi e… Più tempo per mettersi ai fornelli e realizzare qualche buona torta. L’ottava tappa del nostro Cooking a long è dedicata al mio frutto preferito, la fragola.

Logo CAL

Vediamo allora cos’hanno realizzato di goloso le amiche della Giraffa per questa tappa.

La rollata di fragole di Larry

Iniziamo da questo perché è un classico della primavera e poi è un’ottima occasione per fare una capatina su Larrycette: troverete la ricetta spiegata passo passo con tante foto (e commenti sarcastici), nonché, alla fine, un breve video sulla realizzazione del dolce con una protagonista d’eccezione. Non posso dire altro, a parte lamentarmi che è l’ennesimo dolce che Larry non mi fa assaggiare!

La bavarese con le fragole di Carmen

Se è buona anche solo la metà di quanto è bella, abbiamo già un valido motivo per provarla subito, non siete d’accordo con me? Di nuovo complimenti a Carmen; per noi tutte, ecco la video-ricetta.

Il cuore rosso alle fragole di Faby

Faby ci consiglia una ricetta facile e molto buona (cosa volere di più?), che si può utilizzare anche con frutta diversa (giammai!); trovate la ricetta sul suo blog Profumo di gelsomino.

I muffin alle fragole e yoghurt di Rosi

Rosi si è scatenata nella preparazione di un buffet da favola, in cui non potevano mancare dei muffin; pensando al nostro CAL, li ha fatti alle fragole. La ricetta è del blog Ho voglia di dolce; sono certa che i dolcetti saranno andati a ruba! P.S.: se abitate dalle parti da Teramo e desiderate catering ed addobbi da favola, sapete a chi rivolgervi!

La torta Cinzia al formaggio Philadelphia di Eleonora

Eleonora ci propone la storica ricetta della sua collega Cinzia, fresca e colorata, perfetta per l’estate. La proviamo subito?

Ingredienti: 2 vaschette grandi di formaggio Philadelphia, 2 hg zucchero al velo, 5 uova, 6-8 biscotti tipo oro saiwa, frutta per guarnizione (io ho messo…le fragole!), una bustina gelatina trasparente.
Procedimento: mettere in una terrina il formaggio con lo zucchero ed amalgamare bene. Aggiungere uno alla volta i rossi d’uovo lasciando i bianchi a parte ed utilizzando, di preferenza, le fruste. Montare i bianchi a neve ben ferma ed aggiungere all’impasto, che assumerà un bel colore giallo arancio. Imburrare una teglia e cospargerla con i biscotti sbriciolati. Versare l’impasto e passarlo in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti (fare prova stecchino!). Lasciar raffreddare per un quarto d’ora (non spaventarsi se si affloscia un pochino) poi decorare con la frutta e preparare la gelativa come da istruzioni sulla bustina. Versare la gelatina sulla torta, lasciar raffreddare e passare in frigorifero perchè è buona fredda.
Speciale – La crema alle fragole di Eleonora
Oltre alla torta Eleonora mi ha scritto anche il suo modo preferito di gustare le fragole: fai una semplice crema (2 rossi d’uovo, 3 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina, 1/2 litro di latte….porti ad ebollizione lentamente…pronta!) e prepari a parte le fragole tagliate a pezzi con un po’ di zucchero ed una spruzzatina di limone. Metti sul fondo del bicchiere leun po’ di fragole, poi la crema, poi altre fragole… Che bontà, è la morte sua!!!!

La millefoglie con crema di mascarpone e fragole di Michelangela

Michelangela è stata per un po’ senza forno, così per partecipare al nostro CAL ha optato per un dolce al cucchiaio. Eccovi la ricetta:

Ingredienti: 1 confezione di sfoglie per la pasta crema, 500 gr mascarpone, 2 tuorli, 2 albumi a neve, zucchero a piacere ( io di solito metto 100gr su questa quantità di mascarpone), 400 gr fragole.
Preparazione: preparate una classica crema di mascarpone, montate tutti gli ingredienti assieme potete farlo a mano oppure con lo sbattitore elettrico, io preferisco nel primo modo perchè viene meno montata. Unite gli albumi a neve e mescolate delicatamente, pulite le fragole e tagliatele a pezzetti piccoli, lasciatene un pochine da parte per la decorazione. Posizionate la prima sfoglia su un piatto da portata disponete sopra uno strato di crema di mascarpone e un strato di fragole fate così fino ad esaurimento degli ingredienti. Decorate la torta con le fragole rimaste. Se non vi piace la versione con la crema di mascarpone è ottima anche quella con la crema chantilly!
I muffin alle fragole di Caterina
Caterina ha preso spunto da una torta al limone e l’ha trasformata in dei muffin alle fragole: siete curiose di sapere come? Vediamo!
Ingredienti: 150 gr di zucchero, 100 gr di olio di semi, 150 gr di acqua, 200 gr di farina, 16 gr di lievito per dolci, 3 albumi, buccia di limone grattugiato, zucchero a velo (facoltativo), frutta a piacere (facoltativo).
Procedimento: mescolare olio, zucchero e acqua insieme e poi aggiungere la farina, il lievito e la buccia di limone. Montare gli albumi a neve e incorporarli in 3 volte all’impasto con la spatola facendo un movimento dal basso all’alto. Cuocere a 180 gradi per 30 minuti (15 minuti per i muffin).
Le varianti di Caterina: ho usato zucchero di canna, olio EVO, farina di farro o mista farro e riso (con quella di riso sono più leggeri) ed in questa versione ho aggiunto anche le fragole.
.
La crema al limone con le fragoline di Sabrina
Anche Sabrina ha scelto un dolce al cucchiaio per questa tappa; ecco la sua gustosissima ricetta.
Ingredienti per la crema (le dosi si riferiscono ad 1 uovo e le dosi variano in base al numero di uova che si usano, quindi se si mettono 3 uova si metteranno 3 cucchiai di zucchero, 3 di farina ecc.): 1 tuorlo, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio di farina, 1 bicchiere di latte, fragole q.b.
Preparazione: tuorlo+zucchero, unire farina, riscaldare poco il latte e aggiungere poi 1 cucchiaio alla volta all’impasto per sciogliere i grumi e poi versare il latte che rimane, mettere tutto in un pentolino sul fuoco e girare lentamente, aggiungere buccia di limone. Versare la crema nei contenitori, ricordarsi di togliere la buccia di limone prima di mettere la crema nei contenitori. Se volete la crema più liquida mettete più latte, se la volete più densa mettere più farina. Appena la crema è pronta, inserire in contenitori monoporzione ed ornare con le fragole. Io le ho messe semplicemente lavate, sono però ben accetti i consigli per unire meglio il sapore della fragola con la crema.
.
La crostata di fragole e ricotta del Generale
E’ un gradito ritorno su queste pagine, dopo il famigerato mapazzone alla ricotta ed uva della seconda tappa, quello del Generale (alias mia madre); questa volta ha provato per noi e ci consiglia una ricetta della sua amica Ari (grazie ad entrambe!).
Ingredienti: 300 gr farina 0, 160 gr burro, 150 gr zucchero più 4 cucchiai, 1 uovo intero più 1 tuorlo, mezza bustina lievito, 1 pizzico di sale, 250 gr ricotta
1/2 kg fragole da lavare, asciugare e tagliare a piccoli pezzi.
Procedimento: mettere a cucinare metà delle fragole in un pentolino con due cucchiai di zucchero x circa 20′, far raffreddare, unire alle rimanenti fragole e tenere da parte. Mettere in una ciotola la farina, i 150 gr di zucchero, 1/2 bustina lievito, le uova, pizzico sale e x ultimo il burro a pezzetti, impastare velocemente per ottenere la frolla di cui stenderò 2/3 nel solito stampo a cerniera apribile ricoperto con carta da forno, facendo anche il bordo con la pasta frolla e bucherellando la base. Mescolo la ricotta con gli ultimi 2 cucchiai di zucchero e la stendo sulla frolla, sopra ancora mettere il mix di fragole e grattugiare con una grattugia a fori larghi il restante impasto di frolla sopra le fragole, infornare nel forno già caldo a 180 gradi per circa 25′.
.
I muffin al cioccolato bianco e fragole della Giraffa
Confesso che non avevo nessun cavallo di battaglia “di famiglia” per questa tappa, quindi mi sono divertita a gironzolare un po’ per i blog di cucina alla ricerca di una ricetta stuzzicante… Ed ho scelto bene! Questi muffin sono venuti molto buoni, vi consiglio di divorarli appena tiepidi; se volete cimentarvi, la ricetta è di Giallo Zafferano.
La prossima tappa
Spero con la prossima tappa di stuzzicare la vostra voglia di sperimentare qualche ricetta nuova: il tela è le farine. Per me che, per pigrizia o tradizione, utilizzo sempre la farina 00 sarà un modo per provare qualcosa di nuovo: integrale? Grano saraceno? Riso? Mais? Farro? Altre che non mi vengono in mente? A voi la scelta!
Vi ricordo che per partecipare al Cooking a long basta inviarmi entro la data prestabilita una mail (indirizzo in fondo alla pagina) con foto, ricetta ed opinioni; potete iscrivervi al gruppo o contribuire alle nostre antologie anche una volta sola, se il tema vi stuzzica.
Aspetto le vostre ricette ed i vostri consigli entro la fine del mese. Buoni dolci a tutte!
.

Collezione estate 2015

Continua anche per la prossima estate la collaborazione con Belle et Beau, che ospiterà la collezione estiva di vestitini ed accessori per bambini targati La Giraffa. Per farvi scoprire in anteprima tutte le novità di quest’anno, abbiamo organizzato l’evento di sabato 16 maggio 2015: una giornata dedicata allo shopping per i più piccoli, in cui Costanza, Emanuele ed io vi accoglieremo per presentarvi le nuove creazioni.

Venite a trovarci, dalle 10.00 alle 17.00, per scoprire i nuovi modelli ed accessori, le stoffe più originali ed il rinnovato assortimento di bavaglini e sacchetti per l’asilo. Se lo scorso anno li abbiamo un po’ trascurati, quest’anno pensiamo anche ai maschietti con una linea di camicette pensata apposta per loro. Siete curiosi? Vi aspettiamo!

P.S. Se proprio non ce la fate sabato… Le creazioni giraffiche saranno ospiti di Belle et Beau per tutta l’estate. Le amiche più lontane potranno invece scoprire i nuovi vestitini attraverso le pagine di questo blog; fra pochi giorni comincerò a pubblicare le foto di tutto quello che abbiamo cucito. A presto!

Bag organizer: nuova collezione primavera 2015 – seconda parte

Vi avevo già mostrato qui le prime bag primaverili, oggi completo la collezione con le foto di altre due organizer.

Le fantasie sono le stesse, ma sono mischiate diversamente in modo da far prevalere le scritte, piuttosto che i fiori, i colori più tenui o le tonalità di grigio, nel tentativo di accontentare tutti i gusti.

Anche in questo caso si può pensare ad un regalo abbinato… Due sorelle? Madre e figlia? Così non litigheranno e potranno scambiarsele a seconda del look ;)

Se vi piacciono come idea regalo (valgono anche gli auto-regali!), le trovate nello shop; sono pezzi unici non ripetibili… Non lasciatevele scappare!

Sono arrivati i dinosauri!

Ormai si sa che prediligo il rosa e le stoffe femminili, ma per non fare un torto ai maschietti sono sempre in cerca di fantasie accattivanti anche per il lato azzurro del mondo; di conseguenza, qualche settimana fa un bel branco di dinosauri ha invaso Casa Giraffi.

Un po’ di dinosauri piccoli sull’esterno, gli animali più grandi sulla fodera interna, il giusto coordinato per chiudere il tutto ed ecco i nuovi sacchetti per maschietti (o per bimbe avventurose, noi siamo per la parità di genere!).

Neanche a farlo apposta, avevamo a casa una stoffa con uova di dinosauro e dinosauri neonati, perfetta per completare un tris di bavaglini.

Vi dovessero servire per fare un regalo, li trovate nel mio shop etsy; se invece volete cucire un progetto con queste fantasie, potete fare scorta di stoffe sempre nello shop, scegliendo fra i set proposti o chiedendone uno personalizzato ;)

Buona giornata!

CAL settima tappa: frutta secca

Nuova golosissima tappa per il nostro Cooking a long, questo mese dedicata alla frutta secca.

Logo CAL

Vediamo allora cosa fra noci, nocciole, mandorle e pistacchi hanno scelto le mie amiche per deliziare i palati di familiari e parenti, cominciando da…

La crostata di pistacchi e mandorle di Valentina

Valentina si gioca in questa tappa il suo cavallo di battaglia: una ricetta del Cucchiaio d’Argento per una torta facile da fare, scenografica, insolita e soprattutto buonissima! Unica precisazione: con la quantità di pasta della ricetta non si riesce a ricoprirla interamente, ma si possono realizzare delle elengatissime strisce, guardate la foto, non è meravigliosa? Questa la voglio provare!

La Lipizzer Torte (Linzer senza burro né glutine) di Larry

Originale, salutista e spiritosa come sempre, Larry propone una rivisitazione della Linzer torte senza burro; se vi chiedete come faccia a stare insieme, andate su Larrycette a scoprire l’ingrediente segreto (oltre al perché del nome storpiato); se poi non ve la sentite di osare tanto… Continuate a leggere questo post e verrete ricompensati ;)

I chifeletti alla vaniglia (Kipferl viennesi) di Eleonora

Eleonora questo mese non ce l’ha fatta a mettersi ai fornelli per il nostro CAL, ma ci teneva a dare il suo contributo (apprezzatissimo!) alla nostra piccola antologia dolce con una delle sue ricette più collaudate, che vi riporto qui di seguito.

Ingredienti: 150 gr. burro, 250 gr. farina, 100 gr. zucchero, 100 gr. mandorle, 1 uovo, 1 bustina vanillina, 70 gr. zucchero al velo (quanto basta, io ne metto meno, serve per spolverizzare dopo pronti….).

Procedimento: scottare le mandorle in acqua bollente e togliere loro la buccia. Tritarle finemente. Versare la farina un una ciotola, aggiungere le mandorle tritate, lo zucchero e gradatemente tutti gli altri ingredienti. Impastare la farina con lo zucchero, il burro, l’uovo e la vanillina, amalgamando bene il tutto. Quando l’impasto sarà sufficientemente compatto, dargli la forma di un panetto e avvolgerlo nella pellicola trasparente: farlo riposare in frigorifero per almeno due ore. Passate le due ore, togliere da frigo e fare dei rotolini con la pasta come per gli gnocchi, poi tagliarli e dar loro la forma di ferro di cavallo. Disporli sulla placca del forno (con la carta forno) e mettere tutto in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 15 minuti (io li tolgo appena cominciano a dorarsi, ma  dipende se ti piacciono più o meno cotti…). Spolverizzare con lo zucchero a velo. NB: con l’impastatrice vengono benissimo, mettendo prima burro fuso e uovo e poi tutti gli altri ingredienti…

I biscottini pasquali di Michelangela

Michelangela per il nostro CAL ha pensato di fare dei biscottini pasquali, utilizzando la ricetta dei biscotti al gianduia del libro “I dolci il gusto di una tradizione nelle Dolomiti”, senza farcirli con la nutella, ma optando per una glassatura con il cioccolato al latte. Risultato? Da leccarsi le dita!

La torta caprese di Carmen

Carmen sfodera una ricetta appresa anni addietro ad un corso di pasticceria a tema cioccolato: sembra deliziosa! Ecco la ricetta.

Ingredienti: 120 g. cioccolato fondente, 125 g. burro, 150 g. uova, 125 g. zucchero semolato, 185 g. mandorle tostate, 1 arancia grattugiata, 80 g. di albumi, 6 g. rhum.

Procedimento: far sciogliere il cioccolato a bagnomaria; lavorare il burro ammorbidito a crema ed aggiungermi il cioccolato sciolto. Sbattere le uova con metà dello zucchero ed aggiungerle al composto di burro, quindi unire le mandorle tostate e frullate con la buccia d’arancia grattugiata. Montare gli albumi con lo zucchero rimanente ed unirli al composto facendo attenzione a non smontarli; infine aggiungere il rhum. Cuocere in forno a 180° per 35 minuti circa.

 La torta di mele e albicocche secche di Francesca

A Francesca abbiamo consentito una libera interpretazione del tema del mese; essendo sua figlia allergica alla frutta a guscio, ha scelto un dolce con la frutta disidratata. La ricetta è del sito Dolci ricette ed il risultato è stato ottimo! Secondo me il successo è tutto merito delle abili manine della bimba che l’ha impastato :)

 Le ciambelline al limone e pistacchi di Anna

…che in effetti son diventate praline! Mica tutti possono andar d’accordo con la saccapoche ;) La ricetta è tratta dal sito Sagra del pistacchio, il risultato però non è entrato nella hit parade dei migliori dolci di Anna. Avete dei consigli per migliorare la ricetta?

La torta pere, cioccolata e mandorle di Sara

Sara tenta di adempiere a due tappe con un solo dolce, mette in gioco le mandorle e recupera gli agrumi; a me sembra un’ottima idea, sentite le recensioni molto positive di questa torta. Se avete voglia di provarla, segue la ricetta.

Ingredienti: 3 pere, 270 g di farina, 180 g di zucchero, 180 g di burro, 1 arancia (succo e scorza), 2 uova, 40 g di granella di mandorle, 30 g di cacao amaro, 2 cucchiai di grappa, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 1 cucchiaino di cannella, 1 bustina di lievito.
Procedimento: sbucciare le pere, tagliarle a cubetti e metterle ad insaporire con la grappa. In una padellina unire la granella di mandorle, 15 g di burro, la scorza dell’arancia e la cannella, far tostare qualche minuto e mettere da parte. Spremere l’arancia per ottenerne il succo. In una ciotola montare: uova, zucchero, burro ammorbidito, aggiungere il cacao amaro, il succo di arancia, le pere a cubetti infine la farina e lievito fino a rendere l’impasto omogeneo. Versare il composto nella teglia antiaderente e distribuire sulla superficie la granella di mandorle aromatizzata e tostata e poi un cucchiaio di zucchero di canna. Cottura 30 minuti circa 190°.
.
La crostata di ricotta e grannella di mandorle e nocciole aromatizzata all’arancia di Laila
Una nuova amica si aggiunge al team delle pasticcere del Cooking a long: benvenuta Laila. Se le sue ricette sono buone quanto le foto… Sarà il caso di provarle al più presto! Ecco la prima.
Ingredienti. Per la pasta frolla: 1 uovo intero, 80 gr zucchero a velo, 125 gr burro, 250 gr farina 00. Per il ripieno: 50 gr nocciole sgusciate, 50 gr mandorle sgusciate, 2 cucchiai di zucchero di canna, 2 uova, 250 gr ricotta, buccia di arancia a piacere.
Procedimento x pasta frolla: tagliare il burro freddo in una teglia da impasto. Lavorare con la mano il burro assieme allo zucchero fino ad ottenere una crema ben amalgamata. Aggiungere l’uovo e continuare a lavorare. Aggiungere la farina e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare una palla, coprirla con la pellicola trasparente e lasciare in frigo almeno 10 minuti. Nel frattempo iniziare la preparazione del ripieno: tritare nocciole, mandorle e buccia d’ arancia. Separare i 2 tuorli dagli albumi. Montare i 2 tuorli con 2 cucchiai di zucchero, aggiungere la grannella e mescolare bene. Alla fine aggiungere gli albumi montati a neve avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto x non smontare la crema ottenuta. Prendere la frolla e stenderla con il mattarello.  Adagiarla su una tortiera da 24cm già imburrata. Buccherellare il fondo e versare il composto. Decorare a piacere. Cottura: 40-45 minuti a 180º con ventilazione.
I dolcetti di noci (o nocciole) di Silvia
Silvia ha recuperato una vecchia ricetta a noi molto cara, che ci ha fatto fare quattro risate ripensando al passato. Scusandomi per la foto pessima (fatta io), passo a proporvi la ricetta!
Ingredienti. Per la pasta: 1e 1/2 hg di burro, 3 etti di farina, 3 rossi d’uovo, sale e rhum q.b., 1 bustina zucchero vanigliato, 30 gr lievito di birra (io ho usato quello in bustina), 1 bicchiere tiepido di latte. Per il ripieno: 3 etti di noci (nocciole, mandorle ecc.) macinate, 3 etti di zucchero, 3 albumi montati a neve.
Preparazione: mettere farina sulla spianatoia, sale, rossi d’uovo, rhum e il burro a pezzetti. Nel frattempo mettere il lievito in una ciotola e sciogliere con un po’ di latte tiepido,  lasciar lievitare e infine aggiungerlo al resto degli ingredienti (io nn avevo tempo ed ho usato il lievito di birra on bustina che è istantaneo). Lavorare assieme tutti gli ingredienti e stendere la pasta, poi tagliare a quadrati e mettere il ripieno, piegare i due angoli opposti ed infornare a 180-200 gradi per 20 minuti circa. Distanziate tra loro i dolcetti perché tendono a lievitare un po’ in forno!
.
La Linzer torte della Giraffa
Se la versione di Larry non vi ha convinto fino in fondo (però io, fossi in voi, un tentativo lo farei) e non avete paura di esagerare con il burro, potete provare questa ricetta, decisamente più tradizionale, tratta dal mio primo (e quindi ormai vintage) libro di ricette “Dolci Dolomiti” di Rosmarie Pescosta (che ancora ringrazio per avermi fatto amare la pasticceria ed avermi regalato una ricetta della Sachertorte infallibile).
Ingredienti: 300 g. farina, 300 g. burro, 250 g. nocciole, 200 g. zucchero, 2 uova, 1 tuorlo, 2 cucchiaini di lievito in polvere, 1 cucchiaino di cannella, la buccia grattugiata di un limone non trattato, 1 presa di sale, 250 g. marmellata di mirtilli rossi.
Procedimento: impastare la farina setacciata con il lievito con il burro, aggiungere uova, zucchero, cannella, limone, sale ed infine le nocciole tritate. Foderare uno stampo con la carta da forno, stendere un terzo dell’impasto sul fondo dello stampo ed utilizzare la parte rimanente per creare un bordo e le strisce, che stenderete dopo aver spalmato la marmellata di mirtilli. La ricetta originale consiglia di spennellare la torta con un tuorlo d’uovo prima di cuocerla, io non l’ho fatto perché non amo tanto quella crosticina che si crea. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.
.
La prossima tappa
Largo alla frutta di stagione, il tema della prossima tappa è fragole! Di gran lunga il mio frutto preferito, le mangio più che volentieri da sole; da qualche anno però si fatica a trovare fragole davvero buone, quindi “confonderle” con un po’ di uova, zucchero e farina (burro no, l’ho messo tutto nella Linzer!) mi sembra un’idea valida. Forza allora, infornate i vostri cavalli di battaglia, o sperimentate ricette nuove, deliziose crostate o morbide bavaresi; aspetto le vostre foto, ricette e consigli entro la fine di aprile. Buoni dolci!

Bag organizer: nuova collezione primavera 2015

In attesa di scoprire quali delizie hanno preparato le mie amiche per la tappa del Cooking a long appena scaduta, è tempo di rinnovare il nostro parco borse e borsette con qualche nuovo accessorio giusto per questa meravigliosa primavera. Se non avete ancora provveduto, ecco un’idea targata Giraffa, le mie nuove bag!

Come al solito, è stato amore a prima vista con queste stoffe…

Acquistate in un lampo e poi mischiate accuratamente per ottenere 4 bag (oggi vi mostro le prime due, dato che il Giraffo si è a dir poco sbizzarrito con le fotografie, mi sa che piacevano anche a lui).

Ogni borsa è diversa dall’altra, le fantasie si mescolano e si richiamano l’un l’altra in questo bellissimo mix di grigi, panna, azzurri e fiorati.

Potreste tenere una per voi e regalare l’altra all’amica del cuore, che ne dite?

Trovate entrambe le bag in un luogo estremamente chic e quindi perfetto per loro… Belle et Beau a Trieste; altre a breve in arrivo nel mio shop etsy. Ritornate a trovarmi!

Bavaglini per tutti i gusti

Nei mesi scorsi una valanga di stoffe coloratissime ha invaso Casa Giraffi; piccoli tagli di piccole fantasie, tutte dedicate ai cuccioli d’uomo. Ecco alcuni dei nuovi bavaglini; se vi piacciono, siete avvisate, sono “a tiratura limitata” ;)

Serie Snoopy: sommerso dalle valentine o in cerca d’avventure con l’amichetto Woodstoock, Snoopy rimane un mito per ogni generazione!

Serie trendy: smalti, occhiali da sole, scarpe e borsette, perché le fashion victim si riconoscono già dalla culla!

Serie pesciolini: non vorremmo trovarci impreparati all’estate!

Serie dolcetti: anche se non possiamo ancora mangiarli… Chi ci vieta di averli sul bavaglino??

Tutti i bavaglini sono in cotone americano (fronte) e spugna (retro), chiusi da un bottone automatico; se vi piacciono, li trovate nello shop!

Bag organizer: romantiche in bianco e nero

E’ tempo di una nuova tornata di bag organizer: anche queste fanno parte del “filone romantico” grazie ai cuori della stoffa esterna, ma i colori questa volta sono più classici, bianco, nero e panna; per le tasche e l’interno ho utilizzato le fantasie coordinate a base prevalentemente scura.

Per le nuove amiche che mi seguono da poco: a cosa serve una bag organizer? La riempite con tutte le cose indispensabili che portate sempre con voi, portafoglio, chiavi, trucchi, fazzoletti, ecc. e poi la spostate di borsa in borsa, in modo da rendere il cambio del vostro accessorio più amato particolarmente veloce e senza il rischio di dimenticare nulla.

Trovate una di queste bag nel mio shop, l’altra nel meraviglioso Belle et Beau; non fatevele scappare!

Nuove bag in lavorazione… A presto!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio