shop etsy

mi trovi su

da leggere

l’album

Be my Valentine

Forse non tutte le mie amiche sanno che sono cresciuta a pane e Peanuts, intesi come, non me ne vogliano le noccioline, i personaggi creati dal mitico Schulz; da piccolissima ho divorato i vecchi libretti di mamma e papà, poi non mi sono persa un numero del mensile Snoopy, ora faccio incetta delle varie edizioni e raccolte di strisce che, anche se le ho lette un sacco di volte, non smettono di farmi sorridere. Come unire questa passione con l’amore per il cucito? Semplice, realizzando una minicollezione dedicata ai più piccoli con un paio di stoffe ispirate ai Peanuts ed al giorno di San Valentino, croce e delizia di Charlie Brown e compagni.

Ecco quindi i miei classici bavaglini, declinati in rosa ed azzurro, per i nostri piccoli amori.

Non poteva mancare qualche pochette, per piccole e grandi esigenze…

Beatrice sfoggia già il suo bavaglino rosa, se ne volete qualcuno anche voi potete andare da Belle et Beau oppure scrivermi.

A presto!

Collezione “Lettere d’amore” – seconda parte

Conclusa la parentesi dedicata alla tappa mensile del Cooking a long, rieccomi per la seconda e conclusiva parte della mini collezione fatta di cuori e macchina da cucire. Dopo le bag organizer del primo post, ecco una doppia coppia di tovagliette all’americana.

Non potevano mancare una coppia di piccole pochette, anche loro nei toni del panna e del rosa salmone, per tenere in borsetta penne e matite ma anche pennelli e trucchi, spazzolino e dentifricio…

Per concludere, non poteva mancare un vestitino, modello scamiciato con una fantasia con scritte tono su tono in verde acqua e tanti cuori.

Potete trovare tutti questi oggetti da Belle et Beau, insieme ad un’altra piccola e romantica novità, che vi mostrerò nel prossimo post ;)

Buona settimana!

CAL quinta tappa: gli agrumi

E’ con grande piacere che apro un nuovo capitolo della nostra saga del Cooking a long, ringraziando tutte le amiche che stanno contribuendo a creare questa nostra piccola antologia di ricette sperimentate ed approvate.

Logo CAL

Il tema scelto, vista la stagione, era “gli agrumi”; alcune amiche hanno approfittato dei compleanni dei mariti per cimentarsi in qualche dolce a tema, qualcuna ha colto l’occasione per provare qualcosa di nuovo, altre hanno rispolverato collaudati cavalli di battaglia. Ecco la nostra produzione!

La torta di arance della Vale

Iniziamo da una new entry del nostro gruppo e mia vecchia conoscenza giramondo, che accolgo con grandissimo affetto; Vale sono proprio contenta di averti con noi! Valentina ha seguito una ricetta pubblicata sul blog rossolampone, che ha proposto una ricetta di Donna Hay. Il risultato non è stato esattamente all’altezza delle aspettative, la consistenza era un po’ troppo pesante: qualcuna ha voglia di cimentarsi e di darci la sua opinione?

I biscotti al limone di Eleonora

Per questa tappa Eleonora ha ripescato una ricetta tratta dal libretto torte e pasticcini della f.lli Fabbri Editori. Il risultato? Dei biscotti buoni, leggeri e profumati. Cosa volere di più? La ricetta è la seguente.

Ingredienti: 250 gr.farina, 150 gr. zucchero, due uova intere e due tuorli, un limone (succo e buccia).
Procedimento: sbattere in una terrina le uova intere e i tuorli con il succo di limone (loro aggiungevano anche un cucchiaio di acqua di rose, ma Eleonora ha soprasseduto). Mescolare lo zucchero (meno un cucchiaio) con la farina e incorporarlo alle uova un po’ alla volta, aggiungere la scorza grattugiata del limone (solo il giallo!). Mettere a cucchiaiate sulla placca del forno foderata di carta forno e cospargere con il rimanente zucchero. Cuocere a calore medio per circa 15′ finché saranno dorati.

La torta all’arancia di Carmen

Per partecipare a questa tappa del CAL Carmen ha scelto di utilizzare una vecchia ricetta dal risultato garantito; avete voglia di provarla?

Ingredienti: 3 uova, 300 gr. zucchero, 300 gr. farina, 2 arance, una bustina di lievito.

Procedimento: amalgamare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere il succo delle arance, poco alla volta la farina e gli albumi montati a neve. Unire infine il lievito e mescolare per dieci minuti. Versare in una tortiera e cuocere in formo moderato per 45 minuti circa.

 La torta all’arancia di Michelangela

Per festeggiare il compleanno del marito e partecipare al nostro CAL Michelangela ha realizzato questa torta alle arance, seguendo una ricetta del blog giallozafferano. Vogliamo sapere se il marito ha apprezzato… ;)

La torta soffice all’arancia di Anna

Anna ha provato una ricetta tratta dal blog la cucina di Loredana; Anna consiglia di montare molto bene uova e zucchero e, se siete particolarmente golose, di aggiungere all’impasto un po’ di gocce di cioccolato, che pare siano state molto apprezzate. A preposito, la foto non c’è perché la torta è sparita subito… Buon segno!

La marmellata alle arance all’inglese di Rosi

Non solo torte e crostate per questa tappa del Cooking a long; Rosi si è cimentata con una marmellata aromatica di cui è rimasta molto soddisfatta. La ricetta, che trovate qui, prevede l’utilizzo del bimby, ma nulla vieta di realizzarla in modo tradizionale.

La torta al limone di Ilaria

Ilaria ha provato una ricetta di Giallozafferano ed è rimasta molto soddisfatta: 8+ per una torta molto morbida e delicatamente profumata al limone.

Il plumcake agli agrumi di Sabrina

Sabrina ha utilizzato una ricetta della mamma ed ha sfornato un plumcake buono ma… Che sa poco di agrumi! Il consiglio è quindi di aggiungere alla ricetta che riporto di seguito buccia grattugiata e/o succo di arancia o mandarino, per dare una carica di sapore maggiore.

Ingredienti: farina 250 gr., zucchero 100-120 gr., fecola di patate 2/3 cucchiaini, bustina lievito per dolci 1, uova 2, burro 50 gr., yogurt agrumi 125 gr.
Preparazione: lavorare le uova con lo zucchero; aggiungere la farina setacciata insieme alla fecola, quindi lo yogurt ed il burro (sciolto), infine il lievito. Infornare a 180° per 20/30 minuti.

La crema di mele ed arance di Caterina

Un’altra idea interessante sul tema agrumi è la crema dolce realizzata da Caterina; la ricetta è tratta dal blog vegolosi.it. Sembra molto appetitosa!

La crostata di arance di Silvia

Per festeggiare i 40 anni del marito ed “adempiere” al nostro CAL Silvia e la sua piccola Margherita hanno cucinato una crostata alla marmellata. Ingredienti per la frolla: 100 gr. zucchero, 200 gr. burro, 300 gr. farina, 1 tuorli, 1 bustina di lievito, la buccia grattugiata di un limone. La marmellata scelta non poteva che essere d’arancia. Auguri!

Le tortine al succo d’arancia e cioccolato di Faby

Faby ha attinto ad un ricettario Bimby per questi tortini di cui si dichiara abbastanza soddisfatta; la ricetta con le modifiche apportate da Faby è la seguente (attenzione, le dosi sono abbondanti!).

Ingredienti: 400 gr. farina, 180 gr. zucchero, 150 gr. burro, 170 ml latte, 20 gr. fecola di patate, 4 uova, succo e scorza di un’arancia biologica grande, 1 bustina di lievito, gocce di cioccolato.

Procedimento: amalgamare gli ingredienti (nell’ordine burro, zucchero, uova, latte, succo e buccia d’arancia, farina+fecola+lievito, gocce di cioccolato), cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti.

La crostata alle arance caramellate di Debora

Debora si è basata sulla ricetta di Giallozafferano utilizzando però le proprie ricette per pasta frolla e crema pasticcera. Visto che si è dichiarata soddisfatta del risultato, sarà meglio appuntarci le dosi.

Pasta frolla: 300 gr. farina, 150 gr. burro, 130 gr. zucchero, 2 tuorli, 1/2 fialetta di aroma all’arancia, un pizzico di sale.

Crema pasticcera: 4 tuorli, 100 gr. di zucchero, 50 gr. farina, 500 ml latte.

Il ciambellone agrumi e cioccolato di Francesca

Senza burro, senza olio e senza uova: vuoi vedere che riusciamo a sbafarci un dolce al cioccolato senza sensi di colpa? Ecco la ricetta di Francesca!

Ingredienti: 200 grammi di farina, 250 grammi di zucchero, 100 grammi di cacao amaro, 1 arancia, buccia grattugiata e succo, 2 grammi di cannella, 250 grammi di latte, 1 bustina di lievito. Cuocere 30 minuti a 200 gradi, in forno statico preriscaldato.

Francesca l’accompagna con una marmellata di arance e zucca, che si prepara con 1 kg di arance sbucciate e pelate a vivo, ½ kg di polpa di zucca fatta a pezzettini, ½ kg di zucchero e tanta pazienza, perché non si addensa mai (non vorrete mica rovinate tutto con l’addensante?).

La torta all’arancia della Giraffa

Per il bene del nostro CAL, allo scopo di sperimentare ricette per me nuove tratte dal web, ho superato la mia proverbiale ritrosia verso la Parodi cuoca e mi sono cimentata con questa sua ricetta, che ho trovato sul sito di la7. Unici cambiamenti: non ho usato la mezza fialetta di aroma (volevo un dolce il più possibile “naturale”) ed ho utilizzato una sola (ma molto grossa) arancia non trattata. L’ho cotta in uno stampo da plumcake e devo dichiararmi soddisfatta del risultato: un dolce semplice, ma morbido e profumato, l’ideale per una colazione casalinga. Provatelo!

P.S. Qualche giorno dopo ho rifatto lo stesso impasto, ma vi ho aggiunto una dose generosa di gocce di cioccolato e l’ho cotto negli stampini da muffin: sono stati apprezzatissimi!!

La prossima tappa

Il tema della prossima tappa è un super classico che fa tanto bene allo spirito: il cioccolato! Forza ragazze, San Valentino si avvicina, stupite compagni, mariti e fidanzati con un delizioso dolcetto casalingo a base di cioccolato (o fatelo per voi stesse e mangiatelo dalla prima all’ultima briciola!), poi mandatemi foto, ricette ed opinioni (dei fortunati destinatari!) entro il 22 febbraio 2015.

Buoni dolci a tutte!

Collezione “Lettere d’amore” – prima parte

L’epoca del “post-Beatrice” (ovvero la pubblicazione delle cose – poche – cucite dopo che è nata la mia cucciola) si apre all’insegna del romanticismo; sarà lo sconfinato amore materno o l’avvicinarsi di San Valentino, ma io vedo tutto rosa, o meglio, a cuori; così mi son lasciata facilmente conquistare da una nuova collezione di stoffe, piena di cuori, macchine da scrivere e caratteri di stampa… Da qui il nome della mini-collezione.

Da cosa potevo partire per sfruttare al meglio questo mix di combinazioni di fantasie, colori e scritte se non da due bag organizer? Vi piacciono? Io le adoro!

Potete trovare queste due bag da Belle et Beau, insieme ad altri oggetti realizzati con la stessa collezione di stoffe, che vi mostrerò fra qualche giorno ;)

Collezione “cupcake” per la cucina

Anche questo post è dedicato ad oggetti creati diversi mesi fa, che non avevo ancora avuto modo di pubblicare; si tratta di una piccola collezione pensata per rendere più allegre e vivaci le nostre cucine.

Ci sono i ricettari (non sapete come ordinare tutte le ricette del Cooking a long che vi siete stampate? Ecco l’idea perfetta!), due coppie di tovagliette all’americana, un grembiulino da bambina e due serie di sottotazze, ideali per una merenda dolce con famiglia ed amici.

Vi piacerebbe regalare o regalarvi qualcuno di questi oggetti? Andate a trovare Costanza ed Emanuele da Belle et Beau oppure scrivetemi (trovate la mail a fondo pagina).

Buona settimana a tutti!

Un corredino “mostruoso”

Oggi recupero un po’ di arretrati pubblicando le foto del corredino preparato la scorsa estate per il bimbo di una cara amica; lo immaginavo un maschietto grintoso e simpatico, così ho scelto la collezione con mostri, streghette, un po’ di ragnatele ed un tocco di pois per realizzare bavaglini, sacchetto ed asciugamani personalizzati.

Non poteva mancare il sacchettone con il nome del cucciolo…

Buona settimana!

CAL quarta tappa: biscotti natalizi

Il Natale è passato da pochi giorni ed è il momento di scoprire cos’hanno preparato le amiche della Giraffa per la quarta tappa del Cooking a long.

Logo CAL

Il tema scelto era “biscottini natalizi”, con un occhio di riguardo per le modalità di confezionamento, in modo da avere qualche spunto in più per i nostri dolci regalini di Natale. Nonostante dicembre sia un mese pieno di appuntamenti e di scadenze, parecchie amiche hanno partecipato anche questa volta al Cooking a long ed ecco cos’hanno cucinato.

I biscottini di Faby

Faby si è affidata ad una ricetta di Luca Montersino dal risultato garantito; il tocco in più è stato l’utilizzo di uno stampino-timbro a tema natalizio. Semplici ma deliziosi! Ecco la ricetta.

Ingredienti: 250 gr. farina00, 125 gr. burro, 100 gr. zucchero a velo, 40 gr. tuorli (sono 2 poiché di solito un tuorlo pesa 20 gr), una bacca di vaniglia bourbon, scorza di limone (io non l’ho messa), un pizzico di sale.
Procedimento: impastare tutti gli ingredienti e far riposare la frolla per una mezz’oretta coperta con pellicola; stendere la frolla e ritagliarla con le formine. Cuocere in forno ventilato a 160 gradi per 10/12 minuti. Si conservano in una scatola di latta, ammesso che avanzino!
.
I biscottini alla cannella di Anna
Per Anna i biscotti che riscuotono sempre maggior successo sono quelli alla cannella la cui ricetta si trova nel libro di Benedetta Parodi “I menù di Benedetta”. Provare per credere!
Ingredienti: 150 gr di burro, 150 gr di zucchero, 4 tuorli, 350 gr di farina, 1 cucchiaio di cannella, sale, zucchero a velo qb.
Procedimento: amalgamare il burro a temperatura ambiente allo zucchero, aggiungere 4 tuorli, unire anche la farina poco per volta e un cucchiaio di cannella, aggiustare con un pizzico di sale, impastare velocemente con la punta delle dita, lasciare riposare l’impasto in frigorifero, avvolto nella pellicola, per 30 min circa. Stendere l’impasto con il matterello e ritagliare i biscotti con le varie formine di natale. Infornare a 200° per 8/10 minuti in base all’altezza della pasta stesa. Se non li finite appena usciti dal forno, il suggerimento è di legarli insieme con un nastrino dorato e di inserirli in dei sacchettini trasparenti.
.
I mostaccioli di Francesca
Francesca per i suoi dolcetti di Natale si è affidata alla tradizione locale ed ha realizzato i mostaccioli. Siete curiose di provarli? Ecco la ricetta.
Ingredienti: 5 uova, 500 grammi di zucchero, 100 grammi di cacao, 200 grammi di mandorle tostate, 200 grammi di burro fuso, la buccia grattata di un limone, 1 bustina di lievito, cannella a piacere (tanta), 450 grammi di farina 00. Come copertura ho fatto sciogliere 100 grammi di zucchero e 100 di cioccolata fondente. La cottura è un po’ a occhio… devono stare circa 15 minuti a 180 gradi. Escono durissimi, ma vanno mangiati dopo 3 o 4 giorni. Nel frattempo si conservano in una scatola di cartone senza buste. Esagerate con la cannella, altrimenti che Natale è?!
I biscottini di Sonia, Asia ed Anna
Sonia e le sue due eccezionali aiutanti hanno preparato una pasta frolla croccante, utilizzato degli stampini natalizi e decorato i biscottini con cioccolato e glassa colorata. Un bel modo di trascorrere un pomeriggio, soprattutto se si conclude con una merenda a base di latte e biscotti ;)
.
I biscotti 1, 2, 3 di Eleonora
Che nome bizzarro per questi biscotti, penserete; invece è geniale, perché gli ingredienti sono tre e sono multipli fra loro. 1) zucchero al velo 2) burro 3) farina, quindi se metto 70 gr. di zucchero al velo, avrò 140 gr. di burro e 210 gr. di farina….facile no? Forno a 175° finchè prendono appena appena colore…devono uscire quasi bianchi. Suggerisce, nel tirare la pasta di lasciarla grossetta perchè sono molto friabili non avendo le uova. Decorarli con un po’ di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria oppure a proprio piacere.
Eleonora mi ha mandato anche la foto della sua confezione… Guardate che meraviglia, non vorreste anche voi ricevere una scatola così??
.
I biscotti alla farina di riso e gocce di cioccolato di Caterina
Caterina per questo Natale ha sperimentato la ricetta del sito Lei, utilizzando zucchero di canna e cioccolato fondente in sostituzione di quanto indicato nella ricetta. Molto veloci da realizzare, sono venuti bene, quindi da provare!
.
Gli sparabiscotti di Carmen
Efficiente come sempre, Carmen ci suggerisce la sua ricetta per la pasta frolla da utilizzare con lo spara biscotti.
Ingredienti: 500 gr. farina, 250 gr. zucchero. 250 gr. burro fuso, 1 pizzico di sale, 1 tazzina di latte, 3 tuorli d’uovo.
.
La casetta di pastafrolla dei nipoti di Carmen, Paolo e Mira
Ospiti d’eccezione di questa tappa del nostro CAL, Paolo e Mira hanno utilizzato la ricetta di famiglia della pasta frolla per realizzare questa meravigliosa casetta, bravissimi!!
Ingredienti: 1 kg farina, 1/2 kg zucchero, 1/2 kg burro, 6 tuorli d’uovo (oppure 5 tuorli + 1 uovo intero), 1 cucchiaio di miele, buccia di limone. Far riposare in frigorifero per 2/3 ore, cuocere in forno a 180 gradi per 10/15 minuti.
.
I biscotti cardam-u-omo di Larry
Ovvero i biscotti al cardamomo a forma di uomo (vi aspettavate da Larry qualcosa di poco originale? Giammai!). Per ingredienti, procedimento (e quattro risate, vi rimando al blog Larrycette!
.
I frollini all’arancia di Michelangela
Michelangela ha utilizzato una ricetta tratta dal libro “Dolci, il gusto delle Dolomiti”.
Ingredienti: 300 gr. farina, 100 gr. zucchero a velo, 2 bustine di zucchero vanigliato, 2 tuorli, 1 pizzico di sale, 200 gr. burro, la scorza di un’arancia non trattata (Michi ha utilizzato un bergamotto). Impastare gli ingredienti e riporre in frigorifero per 1-2 ore; cuocere a 200 gradi per 10-15 minuti.
Michelangela ha confezionato i suoi dolcetti utilizzando un sacchettino trasparente inserito in delle bustine di stoffa create da lei con tanti soggetti natalizi. Doppiamente fortunati i destinatari!
.
I biscotti di Natale di Silvia
Grazie alla sua super aiutante Agnese, Silvia ha realizzato questi biscottini di pasta frolla, sulla base della ricetta proposta dal blog Le ricette della nonna. Sono arrivati ai destinatari o sono spariti subito dopo la foto??
.
Le campanelle di Debora
Debora ha realizzato queste stupende campanelle con dei biscottini alla cannella. Ecco la ricetta.
Ingredienti: 200 gr. burro, 3 uova, 200 gr. zucchero a velo, 2 cucchiaini di cannella, 375 gr. farina.
Procedimento: mescolare uova e zucchero, aggiungere burro fuso, cannella e farina; formare un impasto omogeneo e farlo riposare in frigorifero per un’ora. Stendere la pasta con uno spessore di circa 1/2 cm, ritagliare i biscotti e infornare a 180 gradi per circa 10 minuti. Se avete tempo, realizzate una glassa bianca per decorare i biscotti prima di assemblare le campanelle.
.
I cocchini di Sara
I cocchini di Sara mi ricordano la mia infanzia… Quanti ne ho mangiati! Sara li realizza con 2 uova + 1 tuorlo, 125 gr. zucchero vanigliato, 100 gr. zucchero a velo, 250 gr. cocco.
I ricci di Silvia
Silvia ci suggerisce una ricetta che non richiede l’utilizzo del forno (lo starete usando per altri biscotti, no?). Ecco la ricetta.
Ingredienti: 100 gr. cornflakes a vostro piacere, 100 gr. riso soffiato, 100 gr. nocciole tritate grossolanamente, 400 gr. cioccolata (al latte, fondente o bianca, come preferite).
Procedimento: sciogliere a bagnomaria la cioccolata, ed aggiungerlo agli altri ingredienti che avrete nel frattempo raccolto e mescolato in una ciotola. Foderare una teglia di carta da forno e con un cucchiaino fare tanti piccoli mucchietti d’impasto. Lasciarli raffreddare e… Sono pronti! Conservarli in un luogo fresco (il terrazzo sarà perfetto).
.
I cookies al cioccolato della Giraffa
Per questo Natale ho deciso di provare per la prima volta dei “cookies”, utilizzando una ricetta del bellissimo libro “Regali golosi” di Sigrid Verbert (quella del blog Cavoletto di Bruxelles), che vi consiglio, perché è pieno di idee interessanti. La ricetta che ho seguito io richiede:
Ingredienti: 370 gr. cioccolato fondente, 160 gr. zucchero di canna, 110 gr. farina, 2 uova, 60 gr. burro, 1/2 cucchiaino lievito per dolci, 1/2 cucchiaino sale.
Procedimento: sciogliere 220 gr. di cioccolato a bagnomaria con il burro; nel frattempo lavorare con la frusta uova e zucchero, unire il composto di cioccolato e burro raffreddato, poi la farina setacciata con lievito e sale. Incorporare 150 gr. di cioccolato tritato. Distribuire l’impasto a cucchiaiate su una teglia foderata di carta da forno. Infornare a 160 gradi per circa 20 minuti.
Per quanto riguarda il confezionamento di biscotti e dolcetti, io adoro le scatole di latta, probabilmente a causa di quelle meravigliose scatole rotonde blu che a casa della mia bisnonna erano sempre piene di deliziosi dolcetti che solo lei sapeva cucinare. Di conseguenza mi piacerebbe poter regalare sempre i miei biscottini racchiusi in scatole a tema. Quella della foto l’ho comprata all’Ikea lo scorso anno ed è perfetta per i biscotti!
La prossima tappa
Il tema della prossima tappa saranno gli agrumi: arance, mandarini, clementine, gennaio è il mese perfetto per sfruttarli al meglio. Che sia la buccia grattugiata, il succo o una marmellata, rendeteli protagonisti delle vostre torte casalinghe, utilizzateli da soli o in abbinata al cioccolato o ad altro sapore. Sono particolarmente curiosa di vedere le vostre creazioni e di leggere le vostre ricette. Vi prego di spedirmi tutto entro il 30 gennaio 2015.
Comunicazione di servizio: ho creato una sorta di indice del nostro CAL, che spero vi sarà utile quando vorrete ritrovare alcune delle ricette provate nelle tappe precedenti senza sfogliare tutto il blog. La trovate cliccando su “Cooking a long” nel menù sopra l’intestazione del blog.
Buon CAL a tutte!

Tartan Coperta Natale 2014

Non poteva mancare, nemmeno quest’anno, l’ormai tradizionale appuntamento con la coperta di Natale realizzata dalle Tartanrughe; 12 blocchi, ispirati ai mesi dell’anno ed ad un buon sentimento, disegnati nella deliziosa grafica di Nancy Halvorsen e realizzati con un delizioso mix di stoffe dai toni caldi. Perfetta per il Natale ma anche per tutti i mesi dell’anno, è frutto di settimane di lavoro di tante tartanmanine, che hanno collaborato attivamente, ognuna con le proprie competenze, per la realizzazione del progetto.

Vi piacerebbe averla nelle vostre case? E’ possibile! La coperta è il premio della lotteria di Natale organizzata dalle Tartanrughe; trovate tutte le informazioni sul nostro Tartansito, io vi do solamente alcune indicazioni. Acquistando uno dei 90 biglietti disponibili darete subito 10 euro all’associazione INSU’ di Trieste, che si prende cura dei giovani diabetici; avrete poi la possibilità di vincere questa meravigliosa coperta, se il numero estratto corrisponderà al vostro biglietto. La lotteria è basata sull’estrazione del lotto, quindi è garantita la trasparenza e la verificabilità dell’estrazione. L’intero ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto ad INSU’, le spese per la realizzazione della coperta rimangono a carico dell’ass. Le Tartanrughe. Naturalmente possono partecipare alla lotteria anche le persone residenti fuori Trieste; in caso di vincita saremo ben liete di spedire il premio a nostre spese.

Per aggiudicarvi uno o più biglietti potete scrivere a me o seguire le istruzioni sul Tartansito. Buona fortuna a tutti e grazie in anticipo per la pubblicità che vorrete fare alla nostra iniziativa!

CAL terza tappa: muffin

Il tempo passa veloce, siamo già a dicembre ed è quindi il momento di vedere che cos’abbiamo cucinato per la terza tappa del nostro Cooking a long.

Logo CAL

Il tema scelto per queste due settimane era “muffin”, ovvero quei morbidi dolcetti che possono facilmente diventare peggio delle ciliegie… Uno tira l’altro! Ora vi mostro cos’hanno cucinato le mie compagne di CAL, mentre alla fine del post troverete le indicazioni per la prossima tappa.

Muffin con ricotta e cuore di nutella di Eleonora

Eleonora, sempre velocissima nel sviluppare il tema della tappa, ha provato la ricetta del blog petitchef; rispetto all’originale ha ridotto il burro da 150 a 125 grammi e la ricotta da 260 a 250 grammi. Dalla foto mi sembrano a dir poco appetitosi e a voi??

Muffin “per principianti” di Francesca

Francesca non aveva mai cucinato dei muffin, ma questo CAL è stata l’occasione giusta per provare; è partita dalla ricetta base proposta dal blog Cookaround ed ha fatto alcune personalizzazioni: “ho sostituito 125 ml di latte con uno jogurt greco alla ciliegia, poi, siccome era un po’ troppo denso ci ho messo 50 ml di acqua frizzante ghiacciata. (diciamo che deve essere cremoso, tipo nutella!). Volendo si può aggiungere quello che si vuole: uvetta, gocce di cioccolata, cuore di nutella o di marmellata, aromi, pinoli, ecc…  Li abbiamo mangiati inzuppati nel latte con un cucchiaino di marmellata di amarene (che non ho voluto mettere dentro per paura di strafare e rovinare tutto)!”

Muffin velocissimi di Carmen

Vorreste fare colazione con dei muffin tiepidi ma non avete tempo per prepararli la mattina? Provate con la ricetta di Carmen, che ci suggerisce una ricetta veloce e dal risultato garantito. Eccola per voi!

Muffin con farina di riso e gocce di cioccolato di Faby

Faby ha preparato dei muffin buonissimi ma leggeri, grazie all’utilizzo della farina di riso; ecco la sua ricetta, tutta da provare.

Ingredienti: 100 gr burro, 100 gr zucchero, 80 gr farina di riso, 2 uova, 1/2 bustina di lievito, 50 gr di farina di mandorle, 30 gr gocce di cioccolato fondente.
Preparazione: sciogliere il burro e montarlo con lo zucchero, aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare bene. Riempire a metà gli stampini da muffin (con questa dose ne vengono 9). Cuocere in forno a 175°C ventilato per circa 15/20 minuti.
Muffin arancia e cioccolato di Anna
La prima volta di Anna con i muffin non è andata benissimo… Ma la seconda è stata da dieci e lode! Anche lei ha utilizzato la ricetta base di Cookaround, alla quale ha aggiunto una fialetta di essenza all’arancia ed “innumerevoli” gocce di cioccolato.
Muffin con gocce di cioccolato di Silvia
Silvia si è affidata ancora una volta al ricettario di Giallo Zafferano ed il risultato è stato ottimo; un’altra ricetta da provare!
Muffin al mascarpone di Ilaria
Ilaria ha seguito la ricetta del blog Gustosissimo; anche se i suoi ospiti sono andati più volte in seconda lei ha valutata la ricetta appena sufficiente e non crede che la ripeterà. Per fortuna che qui troverà un sacco di alternative ;)
Muffin alla banana di Caterina
Avete presente quando le banane vi… sfuggono di mano e ve le ritrovate troppo mature? Cogliete l’occasione e trasformatele in degli appetitosi dolcetti come ha fatto Caterina. Ecco la sua ricetta.
Ingredienti per 12 muffin: 2 banane ben mature, 200 ml di yogurt, 60 gr di miele (circa 4 cucchiai), un pizzico di sale, delle spezie a piacere (Caterina ha utilizzato lo zenzero), 300 gr di farina integrale, 1 bustina di lievito per dolci. Caterina consiglia che la farina sia almeno per metà di riso, che tende ad asciugare il tutto, perche’ la banana altrimenti non fa lievitare molto bene il dolce che rimane umidiccio. I muffin si cuociono a 180 gradi per 20-25 minuti (al plum cake ne servono invece 50 minuti).
.
Muffin con cuore di nutella di Michelangela
Michelangela ha sperimentato una ricetta del blog Chiarapassion e ne è rimasta entusiasta; non ci resta che provarla anche noi!
.
Muffin alle mele e cannella di Rosi
Rosi ha sperimentato la ricetta del blog Ho voglia di dolce per realizzare questi dolcetti, sbranati poco dopo l’uscita dal forno!
.
Muffin salati gusto pizza di Sonia
Sonia ci fa fare una piccola incursione nel regno del salato grazie ai suoi muffin. Ecco la ricetta.

Amalgamare 2 uova,  250 ml latte,  sale q.b.,  30 gr grana grattugiato,  2 cucchiai di olio evo; aggiungere 250 farina 00 e una bustina di lievito di birra; mescolare fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo, aggiungere una mozzarella a cubetti ben sgocciolata o altro formaggio a piacere, qualche oliva a pezzettini, pomodorini  a pezzettini, basilico, pepe o peperoncino. Riempire per 1/3 gli stampi x muffin precedentemente imburrati. Cuocere a 180 °C per  20 minuti.

Muffin alla zucca di Sara

Halloween sarà passato, ma siamo ancora in periodo di zucche, quindi perché non provare la ricetta di Sara?

Ingredienti: burro 150 gr, zucchero di canna 100 gr, miele 90 gr, uova 1 medio, zucca polpa 250 gr, bicarbonato 1 cucchiaino, noce moscata la punta di un cucchiaino, farina 200 gr, cannella in polvere mezzo cucchiaino, 1 bustina di lievito.
Procedimento: cucinare al zucca o prenderla pre-cotta. In una ciotola mettere assieme: uova, burro, zucchero, miele ed aggiungere la zucca frullata. Successivamente farina, lievito, bicarbonato, cannella e noce moscata; quando l’impasto e ben amalgamato e cremoso mettere l’impasto negli stampini. Forno: 160-180 gradi per circa 35-40 minuti.
.
Muffin di Sabrina
Sabrina per il nostro CAL si è affidata alla saggezza di uno storico testo di cucina della madre, “Il grande libro di Cucina ” di Rosino Brera e Carlo Santi, Armando Curcio Editore.

Ingredienti per 4 persone: 220 gr. di farina, 2 cucchiaini di lievito in polvere, 2 cucchiai di zucchero, una presa di sale, qualche cucchiaio di latte, 100 gr. di burro.
Procedimento: setacciare la farina in una terrina, poi unire farina, lievito, zucchero, sale, latte e 70 gr. di burro fuso. Amalgamare tutto velocemente e continuare a lavorare il composto finché lo si vede ben liscio. Imburrate degli stampini rotondi, solo sul fondo e riempiteli per metà con il composto. Metterli al forno caldo per 10 minuti(io li ho messi a 180° e li ho tenuti un po di più). C’era scritto di servirli con burro e marmellata, allora io ne ho coperto uno con la marmellata di ciliegia. Una variazione secondo me interessante potrebbe essere aggiungere all’interno scaglie di cioccolato o yogurt alla frutta.
.
Muffin al caffè e cardamomo di Silvia
Silvia per il nostro CAL ha provato una delle ricette del libro “C’è tort@ per te 2″, di qui vi avevo parlato qui e che se trovate ancora nelle librerie val la pena acquistare. Unica variante rispetto alla ricetta originale, ha sostituito la glassa al caffè con della marmellata e granella colorata a volontà, per la felicità dei suoi bimbi!
Blueberrymuffin della Giraffa
Il primo amore non si scorda mai e così… Vuoi per mancanza di tempo o di coraggio, anche per questa tappa del CAL vi propongo uno dei miei cavalli di battaglia, i muffin ai mirtilli. La ricetta che utilizzo è quella di Giallo Zafferano e ve la consiglio caldamente, il risultato è sempre da leccarsi le dita!
.
La prossima tappa
Il tema della prossima tappa è quasi inevitabile dato il mese appena iniziato: biscotti natalizi. Ne preparate? Per voi o da regalare? Un tipo solo o diverse varianti? Anche in questo caso vi chiedo di cucinare i vostri biscotti, fotografarli e farmi avere foto, ricetta e vostro parere (sempre importantissimo) sul risultato. Ma, sempre se avete voglia e tempo, vi chiedo una cosa in più: se confezionate i vostri biscotti in modo carino ed originale, con etichette personalizzate, decorazioni a tema o altro, insomma se avete dei buoni spunti da copiare… Fatemelo sapere! Aspetto il vostro materiale entro il 20 dicembre; qualche giorno dopo pubblicherò il post e poi ci prenderemo una piccola pausa fino all’inizio del 2015.
Buon CAL a tutte e ancora grazie per la vostra partecipazione!

Un morbido corredino per la nostra Giraffina

Poteva mancare nel corredino per la nostra cucciola un pupo morbido e un pochino goffo? Assolutamente no! E visto che ancora non ne ho trovato uno più bello, la scelta è facilmente caduta sull’ippopotamo, realizzato con la ciniglia con i puntini in rilievo e farcito dell’imbottitura più morbida. Mentre scrivo l’ippopotama è posizionata nella culla in trepidante attesa della futura occupante…

Per restare in tema morbidezza, ecco anche due lenzuolini in flanella per avvolgere la giraffina; ho trovato questa flanellina rosa stampata a pinguinetti, perfetta per noi!

Infine, perché non personalizzare un po’ delle altrimenti banali lavette ikea? Un po’ di Peanuts (grazie Silvia!), qualche bel gattone ed un messaggio un po’ troppo autoreferenziale per il papà ed eccole pronte.

Ma non è finita qui ;)

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Verifica
captcha

Digita il codice di verifica (Richiesto)

archivio